vota anche tu!

classifiche

domenica 15 agosto 2021

X - TERRA ITALY LAGO DI SCANNO 3 RACE DAY

 



18 luglio 2021 RACE DAY X-TERRA ITALY Lake Scanno

Pioggia di primo mattino, scambio qualche parola con due atleti conosciuti all’hotel, poi puntuale alle ore 9 vado in furgone al parcheggio gara pur sapendo che la gara corta partirà alle ore 13 (sigh).



Zona cambio ore dieci, piove ancora più forte,  intirizzito (pochè come mia abitudine non porto mai l’ombrello...perché dovrei portarlo in zona cambio?) mi avvio al bar del lago che rappresenta l’unico riparo dall’acqua che scende, prendo tè e mostaccioli  :-) poi mi accingo a vedere la partenza della gara lunga ben 1500metri di nuoto nel lago, 32 km di MTB con salitone fino alla pista di sci poi giù nel bosco per due giri e finale con 10 km di trail run veramente tecnici.

Saremo in tutto 300/350 atleti e anche la segretaria della gara ha ammesso un 20% di meno per quanto riguarda la presenza di atleti soprattutto dall’estero.

Sempre bella la partenza dall’acqua in galleggiamento che quest’anno non avviene in massa ma scaglionati in poche decine di atleti. Il nuoto prevede anche un’uscita all’australiana con l’obbligo di passaggio sul ponticello e di rituffarsi nel lago, il tutto ovviamente con muta, che più che altro serve per il galleggiamento poiché in fondo, in  l’acqua non si è sentito davvero il freddo.

Arrivano le 12.30, riscaldamento swim come già detto, scrosci di pioggia non eccessivi e puntuali alle 13 partiamo con la prima ondata incitati dagli speaker ufficiali .

Stare ad assistere alla gara con la pioggia non è un gran che, parteciparvi invece, è qualcosa di bellissimo a patto che in acqua non facciano fulmini e saette.

Frazione swim andata abbastanza liscia, si va alla T1 (transizione nuoto bici): nel bailamme causato dal fango nel quale dobbiamo divincolarci, mi tolgo la muta poi cerco le scarpe da bike che avevo messo protette dall’umidità ma le ritrovo già grondanti acqua, lascio ciclocomputer mantellina e occhiali tutto in zona cambio e metto solo casco e guanti e mi incammino in bike sul lungolago. Prima salita quella del paese dove recupero alcune posizioni, fantasmagorica scalinata in discesa/bike fatta, (dove noto che alcuni gradini si sono rotti e qualcuno scende dalla bici), poi esco da porta Napoli per la salita dei cavalli (che visto il meteo non ci sono) .500 metri di discesa in contropendenza e salitona già studiata durante la ricognizione del percorso. Le condizioni meteo sono differenti ma la faccio tutta in sella fino alle discese in single track dove almeno tre volte scendo visto il fango viscido e poiché oggi non è il caso di fare accademia ma scegliere la linea più veloce e sicura possibile.

Arrivato alla discesa in pietre in un suggestivo tunnel di vegetazione mi sbarazzo in un’ora esatta della seconda frazione.

Lascio la bici, piove di meno, ora m’inerpico per il percorso a piedi, che ricalca il cammino di S.Egidio e per la salita al belvedere di Scanno dal quale si nota la forma del lago a cuore.

Ma ora non ho tempo di vederlo, visto anche la nebbia e degli scrosci di pioggia che a questo punto della gara rinfrescano. Vari atleti che mi superano mi chiedono se sto bene, visto che sto ansimando notevolmente: questi 5 kilometri sono tutti in salita. Improvvisamente da dietro mi supera un concorrente col quale battaglierò fino all’arrivo perdendolo nella discesa finale purtroppo!

Arrivo infatti al traguardo quarto di categoria per poche decine di secondi e 54 assoluto. Sono contento poiché quest’anno è stato davvero difficile allenarsi con tutti questi divieti.

Poco dopo anche Simone arriva alla fine della sua fatica: è stato bravo a gestire per la prima volta qui a Scanno l’X-Terra dell ‘orso!

Cosa dire, peccato unicamente che per i soliti motivi il pasta party non c’è stato, per il resto un’esperienza da ripetere al prossimo anno 2021!

Risultati:700m swim+250m run=17’

Bike un’ora esatta

Run 5 km con d+ 450m in 34’


Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails