vota anche tu!

classifiche

sabato 9 giugno 2018

X-TERRA GARDA ITALY 2018 L'ARRIVO


Inizio la frazione podistica molto fresco anche per il fatto che non ho spinto moltissimo in bike.
Si sale subito su strade asfaltate fino al paesino, non si vede nessuno, ma io imperterrito spingo anche in salita. Fortunatamente il gran caldo è passato, grosse nubi tuonano all'orizzonte, proprio quando faccio l'ingresso nel bosco alla fine della prima salita. Mi piace moltissimo questo trail e vado giù a tutta nelle fantastiche discese con pietre. Arrivo alle CARTIERE e c'è una specie di guado molto suggestivo tra le casette inizi novecento che formavano il cuore pulsante delle nazionali industrie cartarie BURGO, poi salgo una scaletta dove comincio a riprendere alcuni atleti, spettacolare la cascata e il passaggio a sbalzo sulla stessa in un camminamento in aggetto su di un torrione! Riprendo ancora 4 - 5 persone, poi in discesa ancora e questo mi dà fiducia, non sono ultimo. Comincia a piovere seriamente ma così è più rinfrescante, taglio il traguardo sotto un cielo plumbeo concludendo gli 11 km trail in 1ora e 12 minuti. Totale dell'intero X-TERRA 5 ore e 15, un 'enormità a causa delle lungaggini in bike, ma sono felice ugualmente di aver portato a termine l'impresa!! Un X-Terra non è una passeggiata (cit. Danilo).
Ma, non sapevo, ora viene il bello! Non appena giunto si leva un vento fortissimo e comincia una pioggia torrenziale, cerco di riprendere le mie cose con fatica e parto alla volta di Rimini con l'auto, che, forse per il nubifragio o non so perchè a mezzanotte sul raccordo autostradale di Brescia mi lascia a piedi...risultato: ritorno a Rimini in taxi + treno, viaggio davvero allucinante!

...

Ho lasciato scorrere un pò di giorni appositamente da quell'evento per darne una valutazione oggettiva. Tranquillizzo gli amici vicini e lontani, ormai, dopo ore e ore da meccanico e coi viaggi in treno, con l'auto ho risolto, però tornando all'X-TERRA, certamente la dimensione più raccolta che c'è stata l'anno scorso quando si chiamava X-GARDA quest'anno ha lasciato il posto ad un pò di eccessi e confusione. Capisco che un'evento targato internazionale debba accontentare i PRO e i veri atleti, peraltro, non discutendo del percorso, magnifico e spettacolare senza dubbio, la partenza alle ore 13.34 della nostra ultima batteria ha penalizzato, assieme a cause meteo avverse non prevedibili, il rientro di noi tutti (non veloci) alle rispettive abitazioni.

A distanza di un mese ho partecipato a due maxi eventi di triathlon, in qualche modo opposti, IN TTBike il CHALLENGE RICCIONE (dist. 1,9/92/21) in MTB l'X-TERRA (1,5/32 con D+1470/11 D+450). cOSA dire? Belli tutt'e due, impegnativi e tecnici, forse più adatto alle grandi folle il primo forse più adatto ai cultori della materia il secondo, comunque sia grande divertimento!
E ora si cambia, sotto con gli esami universitari (3 - fine)

domenica 3 giugno 2018

X-TERRA ITALY LAGO DI GARDA 27 MAGGIO 2018 (2)


X-TERRA ITALY LAGO DI GARDA 27 MAGGIO 2018 (2)




Li per lì controllo sui pedali, mi sembra che le scarpe siano tutt’e due agganciate, poi arrivati in zona cambio c’è un gran assembramento di turisti, curiosi e triatleti. Una volta entrato realizzo che la scarpa bike non c’è! Lascio tutto lì, rifaccio il percorso a ritroso in bici, niente, ritorno in zona cambio e vado direttamente all’expo dove compro delle scarpe bike nuove fiammanti!
Ritorno in zona cambio che ormai sta chiudendo e mi accorgo che qualcuno aveva messo la scarpa da bike perduta in alto sopra il palo della recinzione!

Mi sposto nella prepartenza indosso la muta cerco di calmarmi e vado a provare l’acqua. Alle 13.30 partono i PRO alle 13,34 partiamo noi AgeGroup! Start non male con scia e tante botte in acqua date e prese specialmente alla prima boa, uscita all’australiana e secondo giro, navigo un po' qua un po' la come tutti però visto le correnti che ci sono. Finisco il nuoto in 34 minuti che sembrano un ‘eternità ma si vede che tutti siamo stati su quei tempi perché arrivo in zona cambio abbastanza avanti nel pacco dei partenti della batteria. Ora si va in Bike e ci aspettano 32 km con dislivello di 1327 m.
C’è salita, reggo bene, poi si arriva allo scollinamento dopo il paesino e d’improvviso in discesa nel singletrack arrivano da dietro un sacco di atleti e devo dire senza vergognarmi che QUI ho tirato i freni, visto che la pelle a casa la volevo portare. Così purtroppo sono rimasto indietro e quello che guadagnavo in salita lo perdevo abbondantemente in discesa. Il percorso era veramente tecnico con anche rampe artificiali e scalinate ma lo sapevo già quindi ci sta e non è una scusa. Ritirarsi non ci penso neanche e so che dovrò farmi ben due giri per un totale di 3 ore e 10 in bike. Il programma di idratazione però l’ho congegnato bene portando la borraccia da 750cc. Poi quest’anno rispetto al precedente c’è molta più attenzione ai ristori (2 – continua).

X-TERRA ITALY LAGO DI GARDA 27 MAGGIO 2018




X-TERRA ITALY LAGO DI GARDA 27 MAGGIO 2018

NON SO BENE COME COMINCIARE questo post, perché mi sono successe troppe cose nel postgara a tal punto che solo ora ho la forza di scrivere...ma veniamo tradizionalmte e A GRANDE RICHIESTA alla cronaca:
Day 1 PREGARA sabato 26 maggio
45.63977, 10.6076 TOSCOLANO MADERNO ore 15.30 ritiro pacco gara.
La nuova organizzazione (in verità è due anni che c’è) ci provvede di Borsina HEAD con prodotti tipici locali (grappa dell’Abruzzo) e una quintalata di fogli e depliants. Devo dire comunque rispetto alle ultime gare ‘pacco’ abbastanza dignitoso vista la crisi, poi alcuni sostengono che l’atleta medio AgeGroup gareggerebbe meglio senza pacco gara, solo per la gloria.
Ore 18.30 Briefing tecnico tenuto dal grande DADDO (triAmo) Nardone e per le parti tecniche dal tracciatore del percorso l’esperto biker Nicholas Lebrun.

Sono iscritti più di 500 atleti provenienti da almeno 30 paesi.
Mi accorgo che oggi pomeriggio, nonostante il sole e il caldo umido avrei dovuto provare almeno il primo giro in bike (invece di andare al VITTORIALE DEGLI ITALIANI di D’ANNUNZIO) perché rispetto alla gara dell’anno scorso alcune cose sono state cambiate ma ormai è tardi, incontro DANILO, SIMONE, LORIS e SAMUELE fortissimi atleti delle mie parti romagnole coi quali spero domani di dividere almeno i primi kilometri.


La sera cena in trattoria con alcuni dei suddetti atleti, cerco di mantenermi sobrio ma il tasso alcolico con le doppio malto all’una di notte, al rientro in un camping nordico/teutonico col coprifuoco si fa sentire.

Day2 Race domenica 27 maggio
Sveglia alle sette, la tenda è scossa da un vento abbastanza freddo e c’è una gran cappa di nubi. La partenza dell’X-TERRA ITALY FULL (KM1.5 nuoto/32 MTB/11 TRAIL) sarà alle 13.30 nientemeno. Ci sta una visita alla Danilo-Family con colazione con crostata e caffè a volontà, grazie per l’ospitalità!
Torno alla tenda, ora c’è sole e caldo ma più secco e meno ‘ruggente’ di ieri, preparo la bike con numero e tutto, poi, mi viene il ‘braccino’ e tensione pregara (mai avuta, il triathlon è bello per quello, allo sparo scatenate l’inferno), chissà forse a causa del compitino di ieri non fatto(leggi percorso non fatto).
In ogni caso preparo bene il tutto per andare in zona cambio borsina HEAD col cambio, sportina ZOOT con muta e cuffia dell’organizzazione, scarpe da bike sulla bike e. come mia consuetudine scarpe run indossate e con quelle sopra le altre si pedala...Tanti turisti sul lungolago, slalomo di qua e di là con la spiaggia sulla sinistra poi ad un certo punto sento una voce che dice:”la scarpa!” (1-continua)







LinkWithin

Related Posts with Thumbnails