giovedì 13 novembre 2014

PERCORSO FIRENZE MARATHON E ALLENAMENTO DI OGGI

PERCORSO FIRENZE MARATHON
OGGI, non potevo stare fermo, arrivo a casa alle 14 e, nonostante i nuvoloni, alle 15 parto in bike alla volta dell-anello di pista dello stadio di SANTARCANGELO DI ROMAGNA.
Temperatura mite, ma in bike sento un vento freddino per via che ho la divisa estiva e sopra il giubbotto da media stagione. Passo per le stradine perch[ sulla statale c-[ un gran traffico e arrivo in pista nel giro di 30-.
Trovo altri atleti che si allenano sotto l-occhio esperto di PETRO, che saluto e ringrazio per l-accoglienza. Va detto che avevo portato lo zainetto con le scarpe da corsa, con le quali correr; la FIRENZEMARATHON il giorno 30.
Oggi faccio alcuni 400m. disimpegnati poi tecnica e allunghi, nel mentre cala la sera e la magica visione della citt' vecchia illuminata prelude a periodi di festa.
Faccio anche qualche passo barefoot sull-erba del campo di calcio, poi, accendo le luci della bici e torno a casa facendo ancora pi\ stradine...contento come un bambino. Non c-[ che dire, magari mi sono rovinato la preparazione ma queste magiche sensazioni valgono bene la ...trasgressione! Aggiungo inoltre che la pesantezza del lungo di 34k di domenica e dell-allena di ieri 10k sono svaniti!

domenica 9 novembre 2014

FIRENZE MARATHON: IL TEST

Parto stamani da sotto casa  per il test pre MARATONA DI FIRENZE.
Corricchio per riscaldarmi sotto una leggera pioggia pensando se fare un giro verso RICCIONE poi rientrare in direzione Rimini oppure fare dei giri verso il porto così da rimanere vicino a casa...non si sa mai!
Optio per la prima soluzione, e avvio il GARMIN al bagno 0 litorale di RIMINI-RUOTA panoramica.
Non c'è quasi nessuno, temperatura sui 16 gradi ideale per correre,  indosso solo la maglia ECOMARATONA DEL CHIANTI con i pantaloni corti.
Primi km. ai 4:47 poi 4:49 - 4:54 - 4:53 - 4:52 -4:51 -4:44 a MIRAMARE, poi si entra a RICCIONE, FINO AL 10° KM AL porto, dove trovo la fontana chiusa!
Si ritorna, prendo mezzo gel, tutto bene, dopo la zona colonie, al 14° km...... ho un pò sprintato, ora i giri al km li faccio ai 4:34/4:35, ma non riesco a fermarmi, cioè se mi fermo non ripartirei più.
Al 20° km non torno indietro, ma proseguo per la città, un km. ai 5:16 tra semafori e gente che alle dieci fa la colazione domenicale dopo i bagordi della sera prima, poi verso la periferia, inanello sempre giri da 4:40-4:50, fermando il cronometro dei 30.1 km in 2 ore 29' al passo medio di 4:55.
Mi pare un buon test, visto che il 30° km l'ho corso piano solo per arrotondare il numero sul Garmin, ora c'è da non esagerare in attesa della fatidica data del 30 novembre.

Considerazioni sulla preparazione/maratona svolta su cose sentite in giro:

- preparando altre volte la MARATONA ho utilizzato il percorso 'lungomare', un rettilineone di più di 20 km. noioso ma comodo per i riferimenti al kilometro e anche perchè ormai lo conosco,
Inoltre psicologicamente allenante poichè ricalca parte del percorso gara.

- Se si corre in più persone, di diverso passo, oppure per le più svariate ragioni attardate, ci si ritrova sempre al 'traguardo' visto il percorso GO and COME BACK.

-Qualora ci si infortuni leggermente -normale ad un mese dalla prova- si continua, salvo imprevisti davvero grossi.

Non per voler insegnare niente a nessuno, ma se prepari una maratona, la 'sofferenza' masochisticamente devi sopportarla, visto l'ingenza della prova.

Last but not least, ma ha senso fare ripetute in chiave maratona sui 500metri ai 3:50 se il tuo passo gara è 4:40?

domenica 2 novembre 2014

39° GIRO DEI GESSI CESENA


Mi vedo consegnare il tagliandino pubblicitario con su scritto: "sei arrivato  253°". Vabbè che quest'anno ho fatto di tutto, dall'IRONMAN più che altro CHALLENGE ROTH, alla recente ECOMARATONA DEL CHIANTI, inolte altri triathlon tra cui uno SPRINT, Non uno qualunque ma il CAMPIONATO ITALIANO...Però mi pareva di aver preparato bene questi 'GESSI', ma veniamo alla cronaca.
Partiamo alle 8 e con una veloce sgasata i 30 km da RIMINI a CESENA LI copro in 21' tanto per stappare la catalitica dai residui di carbonio.
Freschino ma tempo bellissimo, espleto le formalità di rito tra cui una discreta fila per il ritiro del pettorale prenotato dove incontro alcuni amici di ROBERTO freschi reduci dalla MARATONA DI CHICAGO. Poi incontro lo stesso ROBERTO, complimenti a tutti!
Breve scambio di impressioni sul BAREFOOT RUNNING con GIOVANNI poi penso alla gara.
Primo inconveniente, non si accende il GARMIN 310 XT, quindi volo cieco a sensazione per tutto il percorso, anche il riscaldamento ne risente perchè non so neanche che ora è, comunque alle 9:25 mi presento puntuale quasi davanti in starting position.
VIA, primo km per le strade pianeggianti di CESENA , mi sembra di andare ai 4:20/30 perchè pochi mi passano, poi prima salita detta della D IAVOLESSA breve ma intensa, gambe già indurite per lo sforzo. Falsopiano, poi 3.5km. vallonati fino a RIO EREMO, poi salita per 6.5 km. inframmezzata da una discesa su sterrato in una azienda agricola locale. Mi viene caldo, non mollo ma vorrei ritirarmi, vado oltre e trovo il concorrente con la laringite che fa dei gran -diciamo- versi, lo supero, così non va, poi aggancio BOTTE, il quale nella successiva salita verso il GPM mi pianta lì per 200m.
Fortunatamente c'è anche il mio forte , la discesa, così recupero un pò posizioni, quelle perse in salita, ora c'è l'ultima asperità della giornata, il pellegrinaggio-salita alla Basilica del Monte. Lo passo abbastanza bene, ora 4 km. in centro a CESENA, poi verso l'ippodromo dove ci sarà l'arrivo. per un pò reggo, in fondo si tratta solo del 15° km. poi mi verrebbe da mollare ma ...mollare mai, allora tutta la determinazione di gara si va a far benedire e arrivo dinoccolato ed ansante come si vede in foto!
Impressioni generali non buone, anche se mi sono allenato tutta sta settimana, gli ultimi km. veramente mi sentivo svuotato...forse proprio per l'over-training...boh, mi consegnano sto tagliandino con scritto 253.....;)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails