mercoledì 19 marzo 2014

PREPARAZIONE CHALLENGE ROTH

CIRO con un atleta della ATLETICA 75 CATTOLICA
ORE 6:30 di domenica 16 marzo, mi sveglio per un lunghissimoa piedi con incorporata mezza maratona quartiere 6 - RIMINI.
Colazione abbondante con avena e cereali, mi metto in strada alle 7:30 per i primi kilometri al passo, del resto anche i keniani partono ai sei al kilometro.
Nebbia, temperatura sui 10°, sono vestito leggero ma con antivento ADIDAS, passo nel centro storico, deserto, a quest'ora di domenica. Comincio a correre dopo aver passato l'ARCO D'AUGUSTO,
al secondo kilometro, poi imbocco la ciclabile che mi porterà sulla linea del traguardo presso il GROS - RIMINI.
Incontro CARLO, che mi raggiunge in bici, allora accelero leggermente, parliamo di allenamenti ma anche della qualità della vita in città, con un pensiero al traffico sempre crescente.
D'improvviso la strada si anima: sono i 1200 PArtecipanti totali tra cui circa duecentocinquanta partecipanti alla 21 km. competitiva del QUARTIERE 6.
Saluto CARLO, Arrivo all'ombrellone della mia societa: ARCUS RIMINI, è presto, allora faccio un pò di tecnica incontrando nuovi e vecchi amici.
Alle 9:30 con 5 km. percorsi e 3 di 'riscaldamento' parto, col plotone dei podisti; faccio il primo km. con CHRISTIAN, conversando di IRONMAN e CHALLENGE, poi decido di stare determinato sull'allenamento e vado del mio passo. Siamo in pianura quindi vado ai 4:30.
Primo strappo in salito del 9% S.Martino Monte l'Abbate, si scollina, io vado su leggero e questa sensazione rimarrà quasi per tutta la gara (che sia meglio riscaldarsi per circa 10km prima della gara?).
Il cielo si apre un pò, viene anche il sole, passiamo al quinto km. in 22 netti.
Ora nel versante verso OSPEDALETTO arrivano le salite vere, una crisetta la avverto al 16° km nella salita della VILLA DES VERGERS, ma è fisiologico, sono in tutto al 24° kilometro.
Incontro un triathleta di PESARO iscritto al CHALLENGE RIMINI 70.3, io gli dico che ho optato per la full distance 'espatriando' in GERMANIA in quel di ROTH.
Ormai sono 3 mesi di allenamento, nel mancano altri tre e mezzo, non so se resisterò, ma solo pensare di provarci dà un certo qual gusto a tutte le giornate di allenamento, cioè tutte le giornate del calendario. Superare le difficoltà lavorative incastrando i 'lavori' di training non è facile, ma ci provo.
Ultimi kilometri, in discesa, finisco il tratto dei 21km in 1h 38' 51'', alla media dei 4:45 /km non male visto che il dislivello è quasi di 250 metri.
Rapidissima sosta per cambiarmi e al ristoro, poi altri 5 km. per arrivare a casa per un totale di 35 km cronometrati e tre di riscaldamento.
Ho fatto la non competitiva, ma il lunedì sfogliando la classifica ho notato che sarei arrivato in premiazione di categoria!
Bella storia!

sabato 1 marzo 2014

PREPARAZIONE CHALLENGE ROTH 3,8 KM NUOTO/180 KM BIKE/E LA MARATONA

BORGHI CORNACCHIARA
PRIMO test BIKE NO DRAFT DI 100 km.
Parto stamani alle otto, tempo ventoso e coperto, imbocco da solo la MARECCHIESE, carico come un camionista di:
2 panini al crudo
1 banana
1 barretta
1 borraccia di acqua.
L'idea è di idratarsi e mangiare un boccone ogni 20' rinunciando agli integratori.
DESTINAZIONE: Unknown!
a S.ERMETE giro per S.ARCANGELO, poi stradone, freddo ma non freeddissimo parecchi bikers sul fondovalle.
So che devo fare 4 salite al medio allora imbocco il 10% della CORNACCHIARA, la faccio calmo, i primi 25 km. sono di 'riscaldamento', poi conto come seconda salita i saliscendi per SOGLIANO, mi fermo anche ad una fontana, nel mentre comincia a piovere leggero.
Faccio la discesa e incontro tre SGR, allora non resisto a mettermi in scia verso PONTE USO.
SIMO davanti tira ai 42 km/h, il compagno dietro gli dice di rallentare.
Io li saluto perchè giro a sinistra per una seconda CORNACCHIARA.
Mangiare la banana in salita non è il massimo ma aiuta a respirare dal naso, scollino e stavolta giro a destra verso SAVIGNANO.
Tutta discesa qui, ha smesso di piovere, c'è solo la strada un pò bagnata ma non fa nulla.
Sono a 75 km. mi mancano 25 km. che 'trovo' girando per la salita di LONGIANO, che dovrei fare in progressione ma su un 13% per di più con le gambe già un pò di ghisa non fa.
Ritorno nel fondovalle. Ultimi 20 km. col sole ma con un fastidioso vento laterale che fa ulteriormente abbassare la media, veramente duro questo tratto. Passo in paese a SANTARCANGELO, poi ri-devio per la MARECCHIESE, allungando ma su tratti non battuti dal vento.
Arrivo a casa dopo 4 ore e con in carniere 103 km. (contando il trasferimento).
La media è bassa, sui 25 km/h, ma il test FOREVER ALONE RIDE ha dato già alcune indicazioni da sfruttare nelle prossime settimane!
Ciao ANDRÈ! ;)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails