giovedì 18 luglio 2013

TRIATHLON OLIMPICO ISEO

Il nuoto, sempre il nuoto! Ci ho messo la bellezza di 31 minuti a uscire dall'acqua in questa gara di olimpico, in cui la distanza swim è 1500m. 1500 metri 'eterni' stavolta, fatti per metà senza essermi ancora ambientato. Lo start è stato...BUUUM! Tutti gli atleti della mia categoria e di quelle limitrofe mi hanno piantato li', anche perché la bolgia mi ha impedito di provare le dinamiche del nuoto nel lago, il Lago d'ISEO. Un'interminabile prima leg mi ha condotto alla prima boa da doppiare, con spinte calci e colpi vari. Il ritmo non era certo facile mantenerlo. Ad un certo punto riprendo parte degli atleti 'scarsi' delle batterie precedenti, ma non è un bell'andare. C'è anche un pò di onda e sapore di idrocarburi a 1000 in questo specchio d'acqua. Comunque anche la boa 2 e la boa 3 sono doppiate, sempre con buona pace degli arti superiori che incocciano qualsiasi cosa abbia una galleggiabilità: canne palustri, concorrenti, ecc. Mi metto in scia, e, penso, con un buon ritmo ora che si punta dritti al pontone, ma il mio naso urta il tallone di quello che precede! Almeno non ci si confonde più le cuffie gialle con le boe di cui il lago è disseminato. Pontone:imbocco il pontone inclinato che esce dall'acqua, siamo in 3 o 4 alla volta che usciamo, tirati letteralmente dai volontari che ci permettono di schivare i tralicci di metallo. Mi tolgo gli occhialini, ho un occhio appannato, devo fare 350 metri di corsa, togliendomi la parte sopra della muta. Cerco di correre, schivo qualche atleta fermo o lento e mi fiondo con buon passo di carica in zona cambio.
1100, 1101....conto gli stalli delle bici, è inutile dire che in 8° batteria, la mia, ultima batteria, ormai le bici non ci sono quasi per niente.
Supero di un pò il mio numero, poi torno indietro. La muta fa un pò penare per levarla, poi INFILO IL casco, numero e via!
Supero a tutta dei lenti che mi fanno da tappo, mentre sento MARIO che suona la carica del CIRO. Arrivo alla mount line, non faccio i salti sulla bici per precauzione, ma diligentemente metto i piedi dentro le scarpe già posizionate sulle tacchette.
Inizia il bello: Frazione BIKE 42 KM. D+ 750M. (3-CONTINUA)

2 commenti:

Giuseppe ha detto...

Fino a qui ci siamo divertiti (tu che hai nuotato ed io che ho letto) attendo il seguito. ciao ciao

ciro foster ha detto...

Ciao Giuseppe, se vuoi divertirti quest'estate spegni la TV, ammesso che la guardi e accendi cirofoster, il fantasmagorico mondo.....a presto!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails