lunedì 29 aprile 2013

TRIATHLON OLIMPICO EIFFEL TRIoSHARK SANBENEDETTO DEL TRONTO

A volte una gara non troppo sbandierata si rivela molto interessante. È questo il caso del 1° TRIATHLON OLIMPICO di SAN BENEDETTO DEL TRONTO, corsosi oggi 28 aprile sotto l'organizzazione della Polisportiva locale PORTO 85 e della soc. di triathlon EIFFEL TRIoSHARK.
L'elenco dei partenti era veramente di tutto rispetto per una edizione d'esordio, con almeno 200 atleti sulla canonica distanza 1500m./40km/10km nuoto/bici/corsa e con la presenza di atleti PRO come DANIEL FONTANA, jONATHAN CIAVATTELLA,IVAN RISTI, ANDREA SECCHIERO.

Partiamo dalla spiaggia Lore, Tony e anch'io, onorato di essere con loro per un non ben precisato mio Rank in Olimpico.
Giornata bellissima e sole, ma alle 9:30 l'acqua è freddissima e anche con la muta faccio fatica a carburare. Per fortuna avevo fatto 'riscaldamento', quindi ero 'abituato' al gelo fino alla prima boa. Tengo la posizione, virata in boa e pezzo parallelo alla spiaggia con corrente a 'scadere'. tengo ancora la posizione, poi pezzo verso terra con cavalloni e frangenti che dovrebbero aiutare, invece sono in una lavatrice!
Primo giro a conclusione, faccio alcuni passi nell'acqua bassa e urto pesantemente col piede destro sulle pietre del fondale (il piede sarà nero anche oggi), secondo giro in acqua come il primo, ma ora mi passano in un pò...esco, sto attento alle pietre e non pensando ai dolori al piede mi sfilo al muta e comincio a correre in zona cambio, passo due tre atleti, ma imbocco la corsia sbagliata e perdo qualche secondo prezioso. Ora sono in bici, tengo un gruppetto di tre unità, assieme al dorsale 22, vanno forte però, duro uno dei 5 giri preventivati, poi mi metto a tirare con un altro che non mi dà il cambio. Al terzo giro mi prende il gruppone al gran completo con Lore e Fabio, più altri 10-15. Ora si va ai 42 km/h suppongo, perchè in computerino non va. Sto attento ai dossi e alle pericolosissime buche dopo gli stessi -NON SEGNALATE- poi arrivo in zona cambio, stavolta stando ben attendo. ora c'è la frazione a piedi, per me la più favorevole. Non sto messo male di posizioni, pochi secondi dietro a Lore e con gli altri del gruppo bici peccato per aver perso il 22....
I 3 giri di podistica ora sono al bel caldo delle mura del porto, si sta comunque bene, Tony nel gruppo Elite  mi incita negli incroci, lui ormai ha finito e, grande, arriverà 10° assoluto.

La giornata è ideale, tutti girano tra i birilli in quella particolare trance podistica data dal triathlon. 1° giro bene, secondo giro in progressione, ho un filo di calo quando sto per vomitare (è l'effetto dei gel) ma mi riprendo arrivando al traguardo con 4:30 al km di media run!
Tutto sommato se non ci fosse stato il nuoto mega-epico avrei potuto guadagnare delle posizioni ulteriori, ma è sicuramente stata una bella gara visto che sono arrivato 6° di categoria.
Come dicevo prima, meglio una gara spartana ma ben organizzata (pietre in acqua a parte) che altre più sbandierate!
Mi sono divertito! Grazie agli amici e ai parenti per il supporto e alla prossima!

Per la cronaca primo Ciavattella, secondo a quasi un minuto Daniel Fontana, al fotofinish terzo secchiero e quarto Risti.


mercoledì 17 aprile 2013

LE PROVE TECNICHE DI CIROFOSTER

AQUASPHERE MICROFIN HP




NUOTO

AQUA SPHERE MICROFIN HP PINNETTE DA ALLENAMENTO IN PISCINA

E' Ormai da un mese che sessione di allenamento dopo sessione sto testando le ACQUASPHERE MICROFIN HP, e l'effetto allenante risulta davvero positivo.
Le loro dimensioni, nel modello 44-45, risultano:lunghezza totale 37 centimetri larghezza pala 17 centimetri, rendendo la gambata potente ma agevole allo stesso tempo.
Il comfort di calzata è garantito da una generosa linguetta posteriore e da uno strato ad incrocio texturizzato all'interno della scarpetta per evitare scivolamenti del piede.
In virata, la presenza di 'bolli in rilievo' sul retro dell'avampiede, rende salda la presa sul bordo vasca.
I bordi arrotondati permettono la massima sicurezza anche con la presenza di altri atleti in vasca.
Le possibilità di utilizzo nel training in piscina sono molteplici, abbinate a delle palette per le mani rendono la seduta di potenziamento molto efficace, col pull buoy permettono la massima galleggiabilità degli arti posteriori.
Prodotte dalla famosa casa di articoli per il nuoto e la subacquea AQUA SPHERE, sono Made in Italy!
Consigliate sia al fondista di nuoto sia al triatleta!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails