domenica 17 febbraio 2013

TRAIL DEL SANBARTOLO (PROVA) ovvero L'ACULEO DELL'ISTRICE

L'ACULEO DELL'ISTRICE
A volte le prove, specialmente se TRAIL, risultano più problematiche delle gare.
Mi riferisco alla prova del SANBARTRAIL trail AUTOGESTITO (che si correrà a aprile) che si è svolta oggi con partenza da GABICCE MARE, cerimoniere l'espertissimo PODISTA MITICOJANE del blog omonimo.
Veniamo alla cronaca:Partenza da casa ore 6:30 per passare a prendere Ric E Rudy, poi via a Gabicce dove incontriamo una ventina di Trail-runners tra cui il fortissimo Davide, appena tornato dalla YUKON ARCTIC RACE (vedi post), FABRI di MALATI DI RUNNING (vedi sul social network) a cui si aggiungono altri cinque o sei runners, siamo circa 25.
Purtroppo alle 8 di mattina il cielo è coperto e proprio alla partenza, sulla spiaggia di Gabicce piove veramente forte...
L'abbigliamento tecnico conta molto in questi casi, io sono molto leggerino con maglia intima da sci(?) e sopra antivento Adidas, ai piedi le ZOOT TTRAIL, che si riveleranno non adatte al tempo estremo.
Lasciamo la spiaggia, Mitico fa le foto anche sotto la pioggia (vedi il sito apposito sul famoso social network), ci sono nelle salite rivoli di acqua gonfi come torrenti che impediscono di salire e fanno scivolare. Le discese alcune sono su stradelli molto stretti, altre nel bosco e qui bisogna venir giù con l'uso della corda...
4° centigradi, non sarà come al polo ma si sta freschi e ben umidi, appesantendosi sotto strati di vestimenti un pò troppo primaverili.Io nei punti di cresta (peccato che non si può vedere il panorama) comincio ad andare giù forte per non prendere il vento che sale dall'entroterra, mi diverto anche, in discesa, che è un pò il mio terreno, ma essendo DI peso molto leggero tendo a saltare troppo, poi il grip delle ZOOT è quasi inesistente, dovrebbero farne una versione con più tacchette, non fa niente, bisogna fare con quel che si ha, sento dalle retrovie che molti hanno fatto scivoloni e...non faccio tempo a realizzare il tutto che cado di schiena sopra i sassi aguzzi!!!!
Fortunatamente mi salva il mio zaino ROSE (poco tecnico di sicuro)  miracoloso poichè dentro avevo la borraccia dell'acqua che mi ha salvato, salvato davvero! A volte ci si mette poco per non raccontarla!
Mi rialzo subito, tutto a posto, nonostante lo 'spaghetto' passato, solo un punticino vicino al centro schiena dolorante poichè, saprò dopo, mi sono sdraiato sul cellulare!
Ora Mitico ci porta sull'asfalto e cerca di mitigare o addirittura saltare i pezzi più impervi, non vale la pena rischiare, arriviamo in riva al mare a BAIA VALLUGOLA, io mi mantengo nelle retrovie 'provando' la schiena, mi soccorrono il simpaticissimo FABRI di MALATI DI RUNNING e gli altri, ma si va, anche perchè qui chi mi verrebbe a prendere visto che sono lontano 30 miglia da ogni anima viva civilizzata?
raggiungiamo il grosso del gruppo, c'è una decisione da prendere, la frana è venuta giù dalla falesia del S.BARTOLO, non conviene proseguire, così ci facciamo 3 km. di salitona sull'asfalto poi i restanti verso GaBICCE sempre più con le estremità intirizzite dal freddo.Non mi va di alimentarmi e bere mentre il corpo con i tremori indica che bisognerebbe farlo al fine di tenere energie importanti per l'arrivo.
Arrivo, appunto, assieme a quasi tutti gli altri che avevano deciso di provarci ma hanno desistito causa questo tempo piovoso. Facciamo fatica a toglierci di dosso tutto questo bagnato che trasuda dai vestiti, segno che dovrò comprare capi tecnici più performanti, ad esempio mi hanno parlato di un filato naturale che non trattiene il sudore, si vedrà, sono tutte esperienze, che fortunatamente, potendovele raccontare ancora serviranno per il futuro !
L'aculeo dell'istrice' cosa centra?Innanzi tutto l'avevo trovato su un sentiero, poi è metaforico di come può essere un trail...Pungente!
Partite sempre ben attrezzati e non sottovalutate mai le condizioni meteo!

N.d.R. dopo aver postato l'articolo mi hanno informato che a Max è andata peggio di me:rottura del braccio destro!!! A Lui un INBOCCAALLUPO MEGAGALATTICO!

2 commenti:

Giampaolo Villa ha detto...

Ciro non trovo niente di drammatico in quello che scrivi...guarda che si chiama "trail" apposta!Altrimenti si sarebbe chiamata podistica!Anche io ho fatto dei trail running...ma con le brooks cascadia perche sapevo di dover andare in mezzo ai boschi...pesavano 440gr ma hanno 3mm di tacchetti per non cadere!Lo sai che chi corre i trail usa i pantaloni a 3/4 anche in estate per non tagliarsi con i rovi?...nulla accade per caso!
...ci sentiamo in settimana scoreggione,ciao!

ciro foster ha detto...

@Cavendish, grazie per i commenti che invito a rifare per i prossimi post, però io ieri, ripeto, l'ho vista NERA! Mi è passata la voglia dei trail per un pò!
Ciao a presto!
N:B: quelli che avevano i pantaloni di 3/4 si sono tagliati tutti!!!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails