mercoledì 26 settembre 2012

LA SOLITUDINE DEL PODISTA

INIZIA con questo, il nuovo format blogghistico: introverso, paranoico, misterioso criptico.....podistico, intitolato: LA SOLITUDINE DEL PODISTA.

LA SCELTA sta in te, o podista, uscire in gruppo ed essere il più logorroico possibile, oppure combattere la selva di guai e uscire nei momenti più disparati della giornata, scanditi dalla sveglia, la sera, la notte, col vento, la pioggia, fuggendo dal lavoro perchè quando l'allenamento c'è si fa, tutti i giorni qualcosa, cinque di corsa due di nuoto due in bici.
Il nuoto e la bici saranno tuoi alleati, defaticanti, per linkare corpo e mente a prova di stress, fino a giungere al BEN NEVIS dell'apoteosi podistica dei 100, 120 km settimana. Viandante sul mare di nebbia podistica, incerto della meta o della gara da raggiungere ed esclamare.....ma sta bòn! 

Seguite il nuovo format politically scorrect!

6 commenti:

theyogi ha detto...

segui solo il ritmo dei tuoi penseri, ciro, altrimenti diventa uno stress.... ;)

ciro foster ha detto...

@Yò: benvenuto qui da me, è un piacere sentirti, rimetti i commenti possibili da te,grazie e a presto!

kaiale ha detto...

la solitudine.....non solo del podista...ma anche del ciclista e del nuotatore....una dimensione che a volte ci piace e a volte ci va stretta.
Personalmente varia da periodo a periodo

ciro foster ha detto...

@kaiale:vero, tutto vero, molto spesso va bene così, niente paranoie!ciao!

Alessandro Orizio ha detto...

A volte la solitudine è la miglior alleata, perchè ci mette a confronto con noi stessi e ci fa combattere contro le nostre stesse paranoie.
Poi c'è il blog e la solitudine diventa condivisione.....

ciro foster ha detto...

@AO:benvenuto qui da me, un blog che va oltre le mode passeggere dei social network, Grandioso (tu e anche, il mio blog)! ;-)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails