domenica 20 maggio 2012

9 COLLI 2012

Stamattina alle 4 mi sveglio per andare alla 9 colli di ciclismo a Cesenatico: in casa tutto balla e i lampadari oscillano. Io e mia moglie siamo allarmati, guardiamo sul web e c'è la conferma di un forte sisma con epicentro il triangolo tra Bologna Ferrara e Mantova, una bella paura! Inoltre , successivamente sento dei fatti di Brindisi, per cui il gaudio di una imminente giornata di sport ciclistico se ne va e affiorano le preoccupazioni: come siamo messi?
Veniamo alla cronaca sportiva,ugualmente:
Incitato il sabato scorso da Andrè, che già pronostica la mia disfatta sui crinali tosco romagnoli, non partecipante al contemporaneo triathlon di Gabicce, parto alle 5:22 per Cesenatico. Mi devo fermare, l'auto ha qualcosa che non va, la zona cambio, cioè la griglia gialla chiude alle sei e devo fare 15 km.Accelero e forse mi prendo l'autovelox, iniziamo bene! Sono in griglia con bici annessa alle 6:00 con un quarto d'ora d'anticipo grazie alle partenze scaglionate.
Sono determinato a fare i primi 30km di pianura 'coperto' e ad un passo non troppo allegro, infatti sfrutto un 'trenino' Lampre, cioè volevo dire Amatori ciclisti di Cerveteri e arrivo al primo colle:Polenta.
l.salita km.8/ disl.m.227/pend.med.3.06/pend.max.13%
 Andiamo su regolari, ritmo basso ma, appunto costante la strada è piena dico piena di ciclisti, veramente gomito a gomito:tedeschi,Napoletani,americani,una squadra del Cile....
Secondo colle Pieve di Rivoschio
l.salita km.8/ disl.m.307/pend.med.4.74/pend.max.9%
Non male neanche questo secondo colle, si potrebbe sprintare ma è meglio conservare la gamba.Ho saltato il ristoro acqua a Piandispino, ho ancora lquidi nelle borracce, ma ora faccio incetta al mega ristoro di Rivoschio:panini,crostate,cotognate, barrette,merendine, almeno 20 metri di ...banco alimentare, altrettanto per i liquidi, anche se si è rotto il camion botte dell'acqua e si prendono 'solo' sali o cocacola.
Sto il necessario anche per una pausa pipì poi riparto per le discese a esse mentre comincia a piovigginare.
Terzo colle:il Ciola
 l.salita km.6/ disl.m.313/pend.med.5.52/pend.max.11%
Da non sottovalutare perchè viene dopo gli altri due e la sua lunghezza può essere fraintesa, infatti sembra non finire mai.
Arrivato in vetta, ancora con un bel gruppo di corridori, c'è la discesa tecnica per Mercato Saraceno, circa 8 km. tecnica e veloce, la imposto bene, nonostante l'asfalto rifatto, ma in alcuni punti deteriorato, arrivo a Mercato senza mal di schiena, è una gran cosa, decido di non fermarmi alla fontanella prima del ponticello e di iniziare la cronoscalata al Barbotto.
Quarto colle : Barbotto, sua maestà.
 l.salita km.5.5/ disl.m.372/pend.med.6.91/pend.max.18%
Il Barbotto non è difficile in sè, ma è difficile anche visto la gran gente che va su e che può crollarti addosso, oppure altri che spingono gli amici proprio ad un palmo da te che sei allo stremo delle forze, fuorisella come mi è capitato nelle battute finali della cronoscalata.Importante è non ingolosirsi nelle prime rampe con ritmi troppo elevati per poi doverla pagare nel finale.
Appena alla prima curva un ciclista cade col fianco su un paracarro di cemento, andiamo bene!
Io vado su piano, però la gamba è buona il fiato anche, ad un certo punto dopo i terreni con i ciliegi si comincia a sentire il tifo che c'è in cima nello stadio del ciclismo, veramente indescrivibile con tanto di speaker a sparar giù cazzate!
Non mi faccio distrarre e vado su determinato, l'ultimo km è veramente duro, però, tanto per non crollare giù decido di farlo col 23! Arrivo in vetta lo speaker in onore di un ciclista dice triathlon austria, io gli dico guarda qui TRIATHLON RIMINI!
Alla fine della cronoscalata (tempo 23', migliore di 3' rispetto all'anno scorso) ci sono i mangiaebevi del Barbotto, insidiosi veramente.
metto mano alle derrate prese prima, panino, cotognata, non mi fermo, lo faccio solo a Sogliano dove c'è il bivio percorso corto e lungo (km.205), non ho esitazioni, faccio il corto (km.130) 'veloce'.
Mi fermo per fare acqua, poi riprendo, non senza qualche problema sui saliscendi, poi discese (km/h 60 in una di queste!),poi tutta pianura con un trenone che mi porta al cavalcavia dell'ultimo km.arrivo con il tempo di 5ore16' che mi sembra molto buono.Senza i festeggiamenti al Barbotto e i magici ristori diciamo avrei potuto togliere 30'.

fila al pasta party
pasta party
Poi la festa del pasta party:

i primi percorso lungo
colonia AGIP
BICI PARCO CHIUSO
FILA PER LA BIRRA
NOVE COLLI DI CICLISMO CESENATICO - PANTANI, non sai se è meglio il percorso o il pasta party! Arrivederci all'edizione 2012! domenica 19 maggio.

5 commenti:

Tosto ha detto...

ti complimenti!
ammazzate eravate una marea, ma sempre tanti fino alla fine? o un po più frazionati?

theyogi ha detto...

sicuramente meglio il pastaparty! ma io so podista.... :P

ciro foster ha detto...

@Tosto, alla fine frazionati cAUSA discese, invece in salita...tutti vicini! Ora pausa gare quasi quasi verrei a provare la strada più facile del Grappa (se ne esiste una facile) eh eh eh!

ciro foster ha detto...

@TY:il vantaggio della bici è che puoi mangiare mentre vai! XD

Tosto ha detto...

ma che strada facile e facile, vieni con noi che ti facciamo provare l'ebrezza della Capra!
a parte gli scherzi quella facile è lunga 27km all'8% ma non è la più bella. Sentiamoci che organizziamo.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails