giovedì 9 giugno 2011

BIKE STRADADELLAROMAGNA

OGGI allenamento bike con ANDRÈ destinazione: LA STRADA DELLE COLLINE DI ROMAGNA.


Difficoltà:media
Lunghezza:110 km.
Dislivello 990 mt.
Rapporti 39-25

partiamo CON BICI DA CORSA con appendici aerodinamiche anche se il percorso richiede tutt'altro...fino a S.ERMETE nessun problema, poi ecco  avanzare verso di noi la salita: 2 km. Con punte al 20%, e abbiamo fatto solo 10 km. A freddo scaliamo S.ERMETE, per me è la prima volta, visto che l'altra volta mi sono arreso per salto di catena, quindi va già bene. Il percorso sarà tutto a saliscendi perchè ci porterà parecchie volte a scollinare tra una vallata di torrente e l'altra, infatti dopo la discesona attraversiamo il ponticello sul fiume AUSA, nei paraggi della superstrada RSM, poi via alla seconda salita, CERASOLO, VIA LA PASTORA, 5 KM. CON MEDIA 10% E punte al 12%. La salita è a tornanti quindi a me piace, diciamo così, comunque si fa sentire poiché non ho ancora carburato e siamo solo al 17°km. Ancora una gran discesa, si scende verso Ospedaletto e per fortuna che questi centri minori sono semideserti, perchè in una curva a sinistra passo a gran velocità con traiettoria a lambire il centro della carreggiata. Si risale ancora, seguendo il corso del torrente MARANO, poi c'è Pedrolara salita di km. 2,5 con punte al 18%, anche qui resisto e anzi ormai carburato mi metto a parlare in euforia ciclistica scocciando a più non posso ANDRE' ,.... ANDRÈ     questo ti tocca per avermi invitato, cioè sopportare il dulo ciclistico (scocciatura), ed io invece che dovrei ringraziarti per la pazienza che ci metti per insegnarmi.....!Non facciamo tempo a scollinare a CORIANO, CHE SI RIPRENDE CON LA SALITA e si passa anche nella famosa rotonda SIMONCELLI, il pilota di moto nato qui, poi svolta al bivio a sin. Per via SCARICALASINO, verso CASTELLEALE antico feudo dei MALATESTA di cui rimangono alcuni archi gotici e per S.CLEMENTE, DOVE CI FERMIAMO PER cercare una fontana inesistente, possibile che nel percorso della romagna non ci siano abbeveratoi? Niente ci ferma e affrontiamo la discesa per MORCIANO, sul fiume CONCA,dove al bar prendiamo una bottiglietta d'acqua. Adesso arriva il bello perchè 1,5 km. Fuori del paese in direz. SAN GIOVANNI IN MARIGNANO, sterziamo per S.MARIA DEL MONTE nella strada della podistica che abbiamo fatto a gennaio. La vetta intermedia è SALUDECIO, mentre il GPM è 3 km. Più avanti a MONDAINO 400m.s.l.m.E' un percorso molto nervoso come dicevo, ma dalla panoramica mozzafiato che aiuta il ciclista a rilassarsi durante la salita....Forse la parte più dura è stata fatta, però per Tavullia ci aspettano 11km. nel deserto dei campi di grano, ma è spettacolo anche questo. Nei tratti che lo permettono ci mettiamo anche in prolunga e stiamo andando ad una buona media intorno ai 30km/h. Dopo il bivio dell'hotel Holiday, che domenica scorsa avevo percorso al contrario in discesa per Montecchio, decidiamo di andare direttamente a Tavullia, lasciandoci dietro, per questioni di tempo MONTELURO. Due foto in piazza che ricordano Valentino Rossi il pilota di moto nato qui e ci buttiamo giù per la discesa che ci riporta nel fondovalle ,verso il litorale e il traffico automobilistico. Forse la parte più dura del percorso, ma interessante per le medie tenute da Andrè 44km/h e da me 38.5 km/h che ci portano in poco tempo a RIMINI. Totale km. 100 in 3h 40, senza pause 3:20!

2 commenti:

Tosto ha detto...

alla grande ... ti aspettiamo per il pordoi :)

ciro foster ha detto...

@Tosto:Guarda...quest'estate......

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails