giovedì 30 giugno 2011

DATI CRONOMETRICI CIPPO CARPEGNA

Scarico solo adesso i dati del Garmin a proposito del girobike di domenica scorsa Cippo Carpegna.
Ascesa Cippo Partenza al km. 42.68 altitudine 705 m. ore 1:51:03 Arrivo Cippo 47,50 km. Altezza 1015m. ore 2:20:11 Differenza 5km. in 29' 08'' D+310m. Media 10.3 km/h.
OGGI ripetute nuoto sui 50 m. 10x50 con warm up e cool down best result 57':32.

mercoledì 29 giugno 2011

LE AVVENTURE DEL CIRO - IN BICI DA CARPEGNA A RIMINI

SEGUE dal post precedente. Dopo aver fatto le foto di rito con Linus riprendiamo il percorso con alcune decine di km. in discesa. Vallata stupenda, aria fresca dopo la calura patita in salita, bisogna stare attenti al brecciolino e a non frenare in curva ma è tutto piacevole. Torniamo nella strada maestra, i ciclisti vanno verso CARPEGNA cioè strada per Riccione, io sono indeciso, dovrei piegare all'opposto per Novafeltria cioè Rimini. Vada per Riccione, ma col gruppo. Scendo deciso in picchiata ma, all'angolo della strada vedo Rob. fermo dopo una foratura, lo aiuto a rigonfiare col 'rubinetto' poi ripartiamo assieme, bene, così si fatica meno. Mi metto davanti visto che la mia velocità in discesa non è altissima, ma nessuno mi segue...al bivio prendo la strada sbagliata, Rob mi fischia, faccio il pezzettino di salita ma non trovo nessuno.Pazienza, mi fermo alla solita fonte a Carpegna, poi riparto. C'è ancora salita per VILLAGRANDE, sono da solo, telefono a casa per dire che farò un pò tardi, riprendo la strada e da solo urlo...'che bei postiii'. Dopo lo sforzo del cippo ogni salitella è durissima, però non mi dà dietro nessuno, mi fermo per rifocillarmi e bere, visto che il sole alto favorisce molto la sudorazione e l'abbronzatura (arriverò a casa ustionato). Dopo Villagrande ancora 1 km. di salita ed è fatta, ora tutta discesa fino a Pugliano-S.Leo-Pietracuta-Marecchiese-salitella di Verucchio-Corpolò-S.ermete-Rimini. A Verucchio ritrovo un ciclista che ha fatto il cippo, e con lui, ben stanco ritorno a casa. TOTALE km. 120 in 5ore e trenta!

martedì 28 giugno 2011

CIPPO + LINUS

photo by:il blog di Linus
Stare concentrati,resistere,pedalare sulla salita dura...qui il 12% è nulla, là si arriva al 18%...Concentrati CIRO, procedi inesorabile del tuo passo, nella tua posizione,assieme ad un folto serpentone di ciclisti che si snoda dalla sbarra del CAMPEGGIO DI CARPEGNA FINO AL CIPPO 1423 m.s.l.m. in ricordo del pirata MARCO PANTANI.Ogni fibra e cellula del corpo si ribella a questo ordine categorico,: resistere e pedalare, non rallentare troppo la velocità nè tamponare chi ti precede. tutto era cominciato giovedì quando su questo blog era comparso in chat il messaggio di FILIPPO by MITICOJANE:'domenica ore 7:30 raduno davanti all'Aquafan promosso da un organizzatore d'eccezione, LINUS di RADIODEEJAY, destinazione CIPPO-MAGICO PANTANI.Domenica mattina puntuali FILIPPO e MERCURIO DA CORSA si presentano alla chiamata, assieme a ROB, compagno di folli imprese triatletiche e di un recente CAMPIONATO ITALIANO CICLOTURISTICO. Ci sono anche i temibili atleti del TTR (TRIATHLON TEAM RICCIONE) E almeno altri 60-70 ciclisti pronti per la sfida.Si parte per S.ANDREA IN BESANIGO (strappetto)- PASSANO- SAN SAVINO- CROCE (salita10%)-TAVERNA- FRATTE-MERCATINO CONCA-MONTECERIGNONE. Con la mia tecnica scriteriata, a MERCATINO dove inizia la salita scatto in avanti, addirittura mi metto in prolunga nei mangiae bevi che precedono l'ascesa di MONTECERIGNONE.Arriviamo a CARPEGNA,in piazza, dove prendiamo acqua da una fonte freschissima.Pensate:già abbiamo fatto almeno 25km. di salita ma non è stato niente.Il gruppo si ricompatta attorno a LINUS, che è molto visibile con indosso la maglia gialla del TOUR DE FRANCE.trovo il giusto itinerario dei tanti segnalati per il CIPPO E RIVEDO MERCURIO che sfoggia la nuova bici JACK N.2 e FILIPPO CON BICI DA CRONO Cannondale con sbo-ruote (ruote sborone come si dice in Romagna)ad alto profilo e appendici aerodinamiche con leveraggi cambi integrate,GRANDI! La salita con punte del 15% sisnoda per circa 6km. fino ad arrivare nel campeggio.Qui gli amici del CARPEGNA hanno preparato un mega ristoro....ci voleva. L'anno scorso le cose erano andate diversamente e per scarsa esperienza potete immaginarle....senno andate a leggere QUI.Abbiamo già fatto 31km. di salita vera...e non è ancora niente!!!!LINUS fa le foto di rito vicino al monumento del MAGICO PANTANI, poi tutti quanti superiamo la sbarra per questi 30km. tre dei quali con pendenze medie del 10% e punte del 22! FILIPPO va su come un capretto, io recito il mio mantra di concentrazione,siamo compatti in questa sofferenza,anche se la giornata è da incorniciare,sole,temperatura gradevole,aria fina di montagna.Ogni metro sull'asfalto è scandito da una scritta famosa:'il CARPEGNA mi basta'.Vado su alterrnando posizione classica avanzata per non ribaltarmi e fuorisella per alleviare la schiena.Arriva il tornante del balcone sul Montefeltro, bel paesaggio, riesco in qualche secondo a godermelo,pregando che quelli davanti non crollino.Improvvisamente le spire del bosco si fanno più strette sui ciclisti, il tunnel nel verde è suggestivo.Punto cruciale, la casetta vicino alla quale sono 'collassato' l'anno scorso e ho dovuto ritirarmi...passata!Quanto manca?Non si sa,quanto sono lunghi questi 3 km?Non posso mollare proprio adesso, anzi con le ultime risorse, riprendo nei tornanti qualcuno che mi precede, ma la lotta è con sè stessi.E' durissima, la respirazione è difficoltosa data l'altitudine.Improvvisamente ecco una fonte, alcuni ciclisti fermi, ultima curva e 'pianetto' solo al 6%, ecco la gigantografia di PANTANI che segna la fine di questa [vittoriosa] impresa! Sono soddisfatto, l'allenamento bike costante di questo periodo paga, il Carpegna per quest'anno mi basta! (1 - continua col racconto delle avventure del rientro - 50 km.)

domenica 26 giugno 2011

RADIO DEEJAY CHIAMA BIKERS

FANTASTICA 'SGAMBATELLA' OGGI CON UN CENTINAIO (200?) DI CICLISTI RADUNATI AD AQUAFAN DAL DJ LINUS PER SCALARE IL CIPPO MAGICO PANTANI.
DATI TECNICI DELL'IMPRESA:

Itinerario per veri scalatori. Il Cippo (1423 M.S.L.M.).

Caratteristiche del Percorso

Luogo di Partenza Riccione.
Lunghezza itinerario 120 Km.
Dislivello in salita circa 1600 m.
Altitudine massima 1423 m.

C'ERAVAMO ACHE NOI TRE: MERCURIO, FILIPPO,CIRO.QUI LE FOTO.
A DOMANI PER I DETTAGLI

venerdì 24 giugno 2011

ANCORA IL CIPPO - LA SFIDA

DA NOTIZIE che ho letto or ora date da FILIPPO MITICOJANE, per domenica ci sarebbe la scalata bike del CIPPO di CARPEGNA con partenza da RICCIONE AQUAFAN ore 7:30 arrivo alla CANTONIERA (circa km 50 poi 3 km. al 22% di salita poi altri 50 km. per ritornare). organizzazione Radio Deejay....attendo (o ricerco) info più dettagliate!

martedì 21 giugno 2011

COLLINARE KM.12

DOVEVO proprio fare un collinare; oggi in riviera è arrivato il caldo, problemi vari di lavoro, ANDRÈ anche lui deve dare forfait causa lavoro, allora , mi son detto che c'è di meglio che un COLLINARE - RUN a COVIGNANO?

PARTO alle 18:30 prima parte nel PARCO, lungo il torrente AUSA, col ghiaino che lo senti in spinta, mi piace. 1° km ai 5, poi 2° a 4:30 3° 4:34. Ora c'è la salita di COVIGNANO, il colle di RIMINI...4° KM. AI 4:48 5° AI 5:50 (CON SALITA AL 10%). mI FERMO 2'' PER bere un sorso di acqua di RIDRACOLI dalla fonte poi riparto sempre in salita...la strada fa un tornante a dx sempre con salite toste, poi falsopiano (si fa per dire) poi LE GRAZIE 6° KM AI 4:50 7° 4:25. mI rifermo ansante , la fonte qui è chiusa, che strano, rifiato con davanti tutta RIMINI ai miei piedi, non ho tanta voglia di fare l'altra MEGA-SALITA della sfinge (statua) ma riparto:giunto al piazzale RUFFI C'È DISCESA...8°4:25, via della Carletta e chi t'incontro.....CHEF E STE che salivano in direzione opposta per fare ripetute sui 100m. Continuo ma prendo un bel sentiero nella boscaglia per raggiungerli a Piazzale RUFFI, quello di prima così ho evitato di fare altre salite e conversando faccio 3 ripewtute sui 100m. Poi altra discesa verso RIMINI 9°KM.4:30 10°KM 4:25.aVEVO STOPPATO IL CRONOMETRO PER LA SCORCIATOIA DEVIAZIONE DI CIRCA 2 KM.TOTALE km.11,450 in 55:46!

domenica 19 giugno 2011

ANDARE IN SALITA

IN queste ultime settimane mi sono dedicato principalmente a nuoto e bici, in particolare BICI, con percorsi medi di almeno 100 km. che includevano due o tre salite toste.....COSA significa SALITA TOSTA? Guardo il sito SALITE D'EUROPA....
quella reputata più difficile IN iTALIA è la SAN GLISENTE (lOMBARDIA) GR. DIFF.350.47 c'è anche nei primi posti L'ETNA GR.DIFF.284.78 E IL GRAPPA strada alpini GR.DIFF.221.27.
LA SALITA PIÙ DURA DELLA 9 COLLI è il BARBOTTO (ma è il barbotto?) gr.diff.73.25..Fatte le dovute proporzioni, qui in appennino tosco-romagnolo le salite sono brevi ma con punte molto dure da superare, più difficili di quello che si vede nelle altimetrie che riportano il valore % medio, là sulle Alpi, le salite sono molto più lunghe, le puoi percorrere facendotene una ragione, non devi venire su rabbioso pena impuntarsi nel 26° tornante del Grappa o roba simile... ..La domanda è: devo andare ad allenarmi in Veneto?

sabato 18 giugno 2011

IN BICI A PUGLIANO

DETTO così sembrerebbe una passeggiata ma questi sono i dati:
partenza ore 7:00 RIMINI - PONTE TIBERIO
KM. TOTALI 100
TEMPO TOTALE 3 ORE 35' D+
 SALITE: PUGLIANO KM.9,1 D+ 503, PEND. MEDIA 5.53% PEND.MAX.14.5/15%
PASSO SIEPI KM.4.5 D+207 PEND.MEDIA 4.8% PEND.MAX.7.5%.

LA STRADA MARECCHIESE, a quell'ora piena di ciclisti ci ha aiutato, poichè io e ANDRÈ, abbiamo preso un TRENINO DI 20-25 unità che andava in direzione PONTE PRESALE. siamoa 20 km. dallo start ed è necessario preservare la gamba e fare riscaldamento. per il riscaldamento non c'è problema perchè alle 7.30 ci sono già 25°.A SECCHIANO,sprintiamo avanti a tutti anche perchè stavano rallentando complice una foratura e cominciamo i saliscendi poi la discesa fino a PONTE BAFFONI.Dopo il ponte bisogna scalare (scendere di marcia) e cominciare il 'PUGLIANO'. Pendenze iniziali sui 9-8% poi i tornanti un pò più facili poi 14.5%. Io salgo su ai 10 km/h ANDRÈ più forte poi decide di aspettarmi. Parlando e conversando si arriva a MAIOLO, breve sosta per l'acqua poi falsopiano, sembra che la salita sia finita, invece i tornanti più temibili,8 - 14.5% poi di meno ...panorama mozzafiato in una bella giornata di sole sulla Valmarecchia. Un pò ventoso.Andrè mi attende al famoso bivio dell'hotel d'epoca con torretta, 

ora ci aspetta una bella discesa per SAN LEO, in sè per sè non è molto tecnica, ma io rallento causa fondo stradale e vento laterale forte.Arrivati a S.LEO, la vista dello sperone di roccia con sopra la rocca con questo taglio di luce merita una foto.Ripartiamo ci attende ancora discesa, bella con 15% fino al paesino di 'PIEGA' mai nome fu più apprppriato, ci aspetta una piega in discesa di appunto 15%. Ancora SECCHIANO incrociamo il percorso dell'andata e imbocchiamo la strada per SOGLIANO salita del PASSO SIEPI detta CANTINA detta PASSO DEL GRILLO.QUI ci diamo dentro ai 15-anche 20 km orari, non ero mai andato così forte...nonostante questo ci passa un ciclista con citybike e scarpe da runner....Continuiamo e maciniamo parecchi bikers, poi scolliniamo, ci attende la discesa verso PONTE USO stando attenti per la frana segnalata. Ribecchiamo il fuggitivo in citybike (certo che va forte in salita) curve tecniche, però va bene così. Vista l'ora cominciano le macchine agricole a spuntare dai tornanti, poi un 550m. di asfalto letteralmente frantumato e franato, bisogna passare sul ghiaino in discesa...un attimo che ci penso....meglio scendere e non rischiare di frenare in curva sul ghiaino. Raggiungo ANDRÈ a PONTE USO, gli racconto l'accaduto e ripartiamo, ora tutta pianura o mangiaebevi, cominciamo a tirare come forsennati ai 38-40-45....km/h, stesi in prolunga...ORA cambi regolari, nonostante le gambe un pò segnate continuiamo su queste velocità..martellando come dei fabbri...si arriva a STRADONE, aumentano le macchine e gli attraversamenti, ma niente, si continua, arriviamo ai 50km/h quasi 50! Poi ancora strada libera ma con vento contro notevole e cambi alternati..io non ce la faccio quasi più ma non voglio mollare, arrivamo a SANTARCANGELO IN pochissimo tempo poi a RIMINI, FANTASTICHE SALITE E FANTASTICA VOLATA, SEGNO CHE L'ALLENAMENTO PAGA!

giovedì 16 giugno 2011

ALLENAMENTI W.END

Come già detto:
Domani, VENERDI ore 7:00 BAGNO GASTONE 21 VISERBA di Rimini ALLENA SWIM
Dopodomani SABATO ore 6:50 PONTE DI TIBERIO per giro BIKE RN-NOVAFELTRIA-PUGLIANO-S.LEO-PASSO SIEPI-RIMINI. Chi vuole, ci vediamo là.

ALLENAMENTI PROBABILI WEEK END

PER i fans più attenti, allerto su due allena del fine settimana:
1- VEN cioè domani PROBABILE (da confermare stasera causa lavoro) PROVA MUTA ore 6:30 Bagno 21 GASTONE VISERBA di RIMINI cIRCA UN'ORA.
2 - SAB o DOM (è sicuro ma vorrei sentire la disponibilità di ANDRÈ) 100KM. BIKE RIMINI - MADONNA PUGLIANO - PASSO SIEPI. SI parte dal PONTE DI TIBERIO ore 7:00 ma anche qui DA CONFERMARE IL GIORNO (O SAB O DOM)! CIAO.



domenica 12 giugno 2011

OGGI ALLENAMENTO COMBINATO BICI-CORSA

PARTIAMO ALLE 7:30 ANDRÈ E IO, in bici per un combinato: BICI 40KM+ PODISTICA S.MARTINO DEI MOLINI 10 KM.
iL programma prevede: RIMINI-GROTTA ROSSA-SUPERSTRADA RSM-DOGANA-SVOLTA A DX PER SALITA 10KM CON PUNTE DI 16% PER GALAZZANO-Mangia e bevi FINO A VIA S.CRISTINA (CHIUSA PER FRANA) -DISCESE PAZZESCHE FINO A SAN MARTINO DEI MOLINI.
 tEMPO DI PERCORRENZA BIKE DEI 40 KM. 1:00:00
 POI partenza della podistica dopo cambio in (T2) come nel triathlon transizione bici-corsa. Allo start cerco di seguire il mio passo, al 1°km. il TIMEX mi dà 4:32 ma ci dev'essere un errore.Andrè scatta avanti e chiuderà i 10km in 40'. Il percorso è quasi tutto su asfalto, pianeggiante, sotto una bella giornata di sole, tranne dal 6° al 7° che si corre quasi nel greto del fiume MARECCHIA che per le recenti piogge è un aquitrino. devo rallentare, comunque finisco in 45' 20'' i 10 km. (che forse erano 9,40). BELL'ALLENAMENTO, poi altri 10 km. per arrivare a casa in bici. TRA IERI (100KM. CON D+1000 SALITE DI MONTETIFFI E PERTICARA) E OGGI ABBIAMO FATTO 150 KM. BIKE E 10 KM. RUN. TEMPO TOTALE 4:30 BIKE + 45' RUN, UN VERO ALLENAMENTO, QUESTO È CERTO!
sALUTO GLI AMICI INCONTRATI ALLA PODISTICA:STE, ANDREA M. E DANILO! GRANDI ANCHE LORO!

sabato 11 giugno 2011

ANCORA BICI...PER APPASSIONATI

il monte di Perticara e la miniera
OGGI allenamento bici con ANDRÈ, percorso RIMINI - PONTE USO - MONTETIFFI - PERTICARA- BARBOTTO (SOLO PASSAGGIO)- SOGLIANO-BORGHI S.ARCANGELO - RIMINI. KM. TOTALI 100 D+1000.
ho CAPITO varie cose, della serie, andando in bici con chi se ne intende il percorso non è mai noioso e puoi imparare tanto se ti impegni....insomma sono andato a lezione!
Veniamo con ordine, partenza da RIMINI ALLE 7:30 Fino a Stradone NIENTE DA SEGNALARE TRANNE IL MIO SOLITO CONVERSARE A MANETTA, siamo stati anche un pò in prolunga.Nella valle dell'USO incontriamo vari ciclisti, ma nessuno del N.S. passo. Arriviamo quasi a PONTE USO, 'casello' di scollinamento tra la 9 colli breve e la lunga quando sentiamo provenire dalle retrovie urla di tipo UUUUUUUH! sONO i DINOSAURI, un gruppetto di attempati ciclisti che, urlando fanno a gara a arrivare per quei miseri 5 km. prima di noi...uuuuuuh, fanno i DINOSAURI, ma non arrivano, noi andiamo del N.S. passo, stando un pò in prolunga, c'è il falsopiano ma dove si può andiamo ai 30-32 km/h. UUUUUUH, ancora, siamo arrivati, ora i DINOSAURI ci attaccano da dietro e ci dicono storielle ironiche e imbarazzanti (valli a capire). Chiediamo dove vadano e se accettano d venire con noi a MONTETIFFI (SALITA AL 19%), NON se ne parla, tutti stra-impegnati, ma allora, 'sto *sano* agonismo?

perticara fine salita
Proseguiamo, MONTETIFFI è una salita di 6 km. d+ 285m. pend.media 8% pend. max.19%. E' 'pedalabile ' all'inizio, poi strappa subito, con curve e tornanti, poi si addolcisce, sempre a tornanti, poi un dente finale fa perdere la cognizione dei luoghi che sono molto belli e solitari. Io ce la faccio benino, anche se vengo 'doppiato' da ANDRÈ, l'ultimo pezzo è indigesto, ci fermiamo a 'fare acqua' alla fontana mentre arriva una coppia con fare esperto e noncurante dell'erta finale. Si conversa un pò, anche loro erano dietro ai dinosauri, la sig.ra ci dice che sulle dolomiti ha fatto tutti i passi, GIAU, ZONCOLAN....con calma e con un bel 34-30 si sale che è una meraviglia, ormai il rapporto dietro è più grande di quello davanti, io oggi ho ancora il 34-25 e ....mi basta, sul MONTETIFFI mi basta!Mangio 1/2 barretta, mi rituffo nella discesa e poi a SERRA tutto si trasforma in salita di nuovo: strada stretta, adesso siamo in un gruppetto coi i due sig.ri di prima, curve, gobbe, frane,asfalto nuovo, non ci capisco più niente, PERTICARA è lunga circa 12km. con al max 18% ma sempre con strappetti alternati a falsopiani, anche una discesina. Si fa anche questa, ANDRÈ primo del gruppetto poi io poi il signore che conversando in salita scopro essere di MODENA, IN ALCUNI PUNTI SLITTO CON LA RUOTA, non me la sento bene, ora c'è, dopo alcune foto, la discesona, torniamo indietro verso il BARBOTTO, ma fatto da sopra; non mi sento bene le ruote e vado a derapare in curva, mi fermo, ANDRÈ mi gonfia tutt'e due le gomme, erano sgonfie o una microperdita e siamo a 55 km. da casa, speriamo bene! ancora discesa, io non mi sento sicuro, boh, eppure le ruote stanno a posto, in una curva, da una casa colonica sbuca in strada un cane pastore maremmano, che quasi ci investe, andiamo bene! Si prosegue, passiamo il BARBOTTO e ora c toccano i mangiaebevi fino a SOGLIANO circa km.15.Quando ho fatto la 9 colli non li avevo sofferti come oggi, ma ho già dato in due salite toste e il 'lattico' perseguita i miei arti inferiori. Per stare più aerodinamici usiamo le prolunghe, così in un modo o nell'altro passiamo i curvoni in discesa di MONTEGELLI  e RIOPETRA. aFFOLLAMENTO DI ciclisti a SOGLIANO, DOVE PER POCO NON MI SCONTRO con uno causa errata indicazione e taglio della strada. Niente ristoro a SOGLIANO, SI VA PER borghi, POI ad un certo punto ci viene l'idea di fare il GOROLO IN DISCESA...CIOÈ DISCESA AL 19% anche se il garmin mi dà 22%. ANDRÈ scatta in avanti e per poco non viene falciato da una minuscola quanto in curva MINIMINOR (che ci poteva passare sopra?), io freno perchè l'asfalto con i segni per venir su in auto con la neve non mi convince, arriviamo nel fondovalle, un pò verdi per i rischi corsi ma non ci pensiamo più e cominciamo a martellare come dei fabbri sulla statale, cioè lo fa ANDRÈ CHE tira ai 42km/h, io, con le gambe di 'legno' mi azzardo a uscir fuori solo due volte ai 35-36km/h, nota della redazione, mi scende anche la catena, mentre andavo ai 25km/h ma con i consigli di ANDRÈ, riesco a non sbarellare e arrivare salvo e quasi sano a RIMINI, TOTALE PERCORRENZA 3ORE E 30'!
COSA HO IMPARATO?
1:la 9 colli del 22 giugno non l'ho fatta, infatti come non fare MONTETIFFI,PERTICARA...ECC. colli molto più difficili del BARBOTTO.
2:QUANDO si affrontano queste salite:umiltà e rassegnazione, e farle un pò per volta!
3:la bici è uno sport fantastico e trrrooooppo tecnico!
ciao!



venerdì 10 giugno 2011

ALLENAMENTO IN PISCINA MULTIEVENTI REP.SAN MARINO


OGGI LAVORI IN PISCINA AL multieventi Rep.San Marino così composti:
5' Warm up
300m. tavoletta solo braccia
200m. Tavoletta Solo gambe.
400m. Allunghi in acqua
750 m. core workout
200m. Cool
**********
Per i 300m. :I tempi sono 2':51-2'20-2'23
per i 200m. :Tot.4'46
Allunghi 200m. :4'04 100m. 2'16 100m. 2'20

750m. Core workout :17'15''88

cool 2'15 – 2'35

TOT.1750 M. TIME 47'

Era nella pausa pranzo ore 14.45 piscina vuota una meraviglia!!!

giovedì 9 giugno 2011

BIKE STRADADELLAROMAGNA

OGGI allenamento bike con ANDRÈ destinazione: LA STRADA DELLE COLLINE DI ROMAGNA.


Difficoltà:media
Lunghezza:110 km.
Dislivello 990 mt.
Rapporti 39-25

partiamo CON BICI DA CORSA con appendici aerodinamiche anche se il percorso richiede tutt'altro...fino a S.ERMETE nessun problema, poi ecco  avanzare verso di noi la salita: 2 km. Con punte al 20%, e abbiamo fatto solo 10 km. A freddo scaliamo S.ERMETE, per me è la prima volta, visto che l'altra volta mi sono arreso per salto di catena, quindi va già bene. Il percorso sarà tutto a saliscendi perchè ci porterà parecchie volte a scollinare tra una vallata di torrente e l'altra, infatti dopo la discesona attraversiamo il ponticello sul fiume AUSA, nei paraggi della superstrada RSM, poi via alla seconda salita, CERASOLO, VIA LA PASTORA, 5 KM. CON MEDIA 10% E punte al 12%. La salita è a tornanti quindi a me piace, diciamo così, comunque si fa sentire poiché non ho ancora carburato e siamo solo al 17°km. Ancora una gran discesa, si scende verso Ospedaletto e per fortuna che questi centri minori sono semideserti, perchè in una curva a sinistra passo a gran velocità con traiettoria a lambire il centro della carreggiata. Si risale ancora, seguendo il corso del torrente MARANO, poi c'è Pedrolara salita di km. 2,5 con punte al 18%, anche qui resisto e anzi ormai carburato mi metto a parlare in euforia ciclistica scocciando a più non posso ANDRE' ,.... ANDRÈ     questo ti tocca per avermi invitato, cioè sopportare il dulo ciclistico (scocciatura), ed io invece che dovrei ringraziarti per la pazienza che ci metti per insegnarmi.....!Non facciamo tempo a scollinare a CORIANO, CHE SI RIPRENDE CON LA SALITA e si passa anche nella famosa rotonda SIMONCELLI, il pilota di moto nato qui, poi svolta al bivio a sin. Per via SCARICALASINO, verso CASTELLEALE antico feudo dei MALATESTA di cui rimangono alcuni archi gotici e per S.CLEMENTE, DOVE CI FERMIAMO PER cercare una fontana inesistente, possibile che nel percorso della romagna non ci siano abbeveratoi? Niente ci ferma e affrontiamo la discesa per MORCIANO, sul fiume CONCA,dove al bar prendiamo una bottiglietta d'acqua. Adesso arriva il bello perchè 1,5 km. Fuori del paese in direz. SAN GIOVANNI IN MARIGNANO, sterziamo per S.MARIA DEL MONTE nella strada della podistica che abbiamo fatto a gennaio. La vetta intermedia è SALUDECIO, mentre il GPM è 3 km. Più avanti a MONDAINO 400m.s.l.m.E' un percorso molto nervoso come dicevo, ma dalla panoramica mozzafiato che aiuta il ciclista a rilassarsi durante la salita....Forse la parte più dura è stata fatta, però per Tavullia ci aspettano 11km. nel deserto dei campi di grano, ma è spettacolo anche questo. Nei tratti che lo permettono ci mettiamo anche in prolunga e stiamo andando ad una buona media intorno ai 30km/h. Dopo il bivio dell'hotel Holiday, che domenica scorsa avevo percorso al contrario in discesa per Montecchio, decidiamo di andare direttamente a Tavullia, lasciandoci dietro, per questioni di tempo MONTELURO. Due foto in piazza che ricordano Valentino Rossi il pilota di moto nato qui e ci buttiamo giù per la discesa che ci riporta nel fondovalle ,verso il litorale e il traffico automobilistico. Forse la parte più dura del percorso, ma interessante per le medie tenute da Andrè 44km/h e da me 38.5 km/h che ci portano in poco tempo a RIMINI. Totale km. 100 in 3h 40, senza pause 3:20!

martedì 7 giugno 2011

POST SULLE COLAZIONI PRE-GARA COME 'ISTIGATO' DAL BRESS

ISTIGATO dal post del BRESS, magico BRESS, VI COMUNICO LE MIE COLAZIONI PRE-ALLENAMENTO:
Allena nuoto la mattina presto:the, 3-4 fette biscottate con miele e marmellata. dopo L'allena:500gr. integratore salino+ barretta al cacao + eventuale brioche farcita.
allena run in mattinata:the fette biscottate con  miele ecc.+barretta carboidrati, se l'allena run supera i 12km. mi porto dietro un enervitene+acqua dalle fontane.
allena o gara bike 120km.in mattinata:la sera prima ore 4:00 spaghetti in abbondanza con olio extravergine.Ore 6:30 the o caffè, banana, fette biscottate con miele e brioche. Da portarsi dietro barrette comesepiovesse+ ev.banana+2 borracce una di h20 una di sali!!!!!  :-)

Siccome dormire poco come faccio adesso non è molto compatibile con le gare allora la spaghettata è anticipata alla sera prima, tanto l'effetto non varia.

E VOI COME FATE?

sabato 4 giugno 2011

PROVA MUTA

PROVA MUTA, cioè prova del wetsuit da triathlon, una ORCA S2 comprata su internet e un pò strettina nella parte delle gambe.....VENIAMO alla cronaca: ieri, dopo telefonata a tre (diventerà la famosissima telefonata ad ANDRÈ, con la moglie all'altro auricolare che mi dava consigli sull'orario da rispettare per il saggio della figlia.....),come da appuntamento OGGI, EHM, ore 8:15 puntuale al bagno Gastone di Viserba, nessun turista, vestizione dei due trathleti, differenze dei due 'materiali indossati'.----->

Andrè: muta Elios, più leggera ed elastica, vantaggi maggiore vestibilità e svestibilità in transizione (T1).

Ciro: muta ORCA S2, tessuti più leggeri nel sottoascellare, più attillata essendo una Mlunga cioè una taglia emme per gente 'emme'più alta....come me. vantaggi: minore o nullo ingresso di acqua durante la gambata, svantaggi, lotta all'ultimo sangue per estrarla in transizione.


Ci cospargiamo di olio per evitare punti di sfregamento e di ustioni (anche, può capitare) ed anche nel mio caso per sfilarla più velocemente.


Ingresso in acqua perfetto, le baie con le scogliere ci riparano nei primi 100 metri dall'onda di NW che anche se non è alta disturba la nuotata. Andrè va col suo veloce passo, io vado col mio, è da 2 mesi e avanzi che  non faccio nuoto e ogni volta che si ricomincia è un problema: allungo della bracciata, rollio, respirazione di qua e di là ogni tre bracciate...il difficile è la gambata,poichè con la muta le gambe e , nello specifico i piedi stanno molto alti quasi fuori dell'acqua, per cui si rischia il fuorigiri. 300 metri e arriviamo alla boa bianca dei natanti, piccolo stop, Andrè mi aspetta, poi ripartiamo contro onda per altri 300m. Poi ancora altri 200m. verso le nasse, stando attenti ai barchini  che vanno a pesca. Personalmente, gli occhialini appannati non mi fanno avere una buona visuale, perdo Andrè in avanti, importante è fare alcune bracciate in 'emersione' rivedo così la sua cuffia fucsia anti squalo, riprendo a nuotare poi ritorniamo indietro. Rotta sul palazzo in mattoni rossi (qui sul litorale riminese è tutto costruito) ancora riperdo Andrè che scatta, poi lo rivedo che è ritornato indietro e a quel punto mi viene un crampo causa pinneggiata, al polpaccio dx. Mi fermo, Andrè mi dice di resistere che non è niente, mi sciolgo in acqua e entro nella baietta con scogli più vicina alla riva. Alle 9:30 il sole è già alto nel cielo, giornata stupenda, caldo ma fresco, vedo Andrè rientrare dalla caletta davanti al bagno Gastone, quella più lontana,ho fatto meno strada ma come prima volta sono soddisfatto, il mare è sempre un bell'incontro, il nuoto anche una bellissima esperienza da ri-allenare....inoltre,il genitore è stato anche solerte, puntuale e soddisfatto per il saggio musicale!!!!

venerdì 3 giugno 2011

CONSIDERAZIONI A MARGINE

SETTIMANA di lavoro e di lavori a casa:imbianchino,muratore..ecc.ecc. Tempo di riprendere l'allenamento dopo il riposo lavorativo...vediamo...che fare? Quale impresa preparare? Intanto ecco il risultato del sondaggio sulle ultra: SI FANNO,BASTA PREPARARSI A DOVERE 40%; con un buon allenamento si può fare; DIPENDE DALLA DISTANZA POI ALMENO TRE MESI DI PREPARAZIONE 20%;CON LA TESTA SI PUÒ ANCHE FARE 20%; GUARDO CON TIMORE E RIVERENZA QUEI PAZZI DELLE ULTRA 20% . come DICE MITICOJANE, basta allenarsi e godersi la giornata di gara senza troppe paranoie (in effetti ALBANESI è un pò troppo categorico, ma si sa, in questi siti di consigli sportivi è bene non dare consigli avventati). Ci sarebbe la PISTOIA - ABETONE , però avrei piacere di fare altre imprese lunghe pure in bici, che ne so MARATONA DELLE DOLOMITI ECC, ECC, . iN FONDO la differenza è anche nell'atmosfera:in entrambi i casi si tratta di impresone, più impresone quelle a piedi, però neanche da sottovalutare la bici. Il podista ultra forse è più coinvolgwente e prima dello start ti può dare consigli, poi sono sicuro che devi metterti in gioco tu e il tuo TEAM, per poter superare 90-100 km.In bici è differente, il ciclista è più 'orso' cioè cane sciolto, io, che parlo sempre in gara, mi son sentito circondato dal mutismo più totale forse anche a causa dello sforzo in salita (lì non è il caso di chiacchierare)!!! Non so, forse mi sto allontanando dal triathlon (causa calendario gare di questa stagione per me impossibile da seguire) ma a luglio vorrei fare un TRIATHLON OLIMPICO (leggi BARBERINO, oppure da altre parti più ospitali...pacco gara ,ristoro, vabbè che con questa crisi)!!!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails