sabato 14 maggio 2011

IL BARBOTTO

SOGLIANO MONTEGELLI e il BARBOTTO
STAMATTINA ORE 8:15 partenza in bike per il BARBOTTO. lA TABELLA DI marcia prevede Rimini - Sogliano - Montegelli - Barbotto (cioè un pezzo della 9 colli che ci sarà domenica prossima al contrario) poi ritorno, facendo il percorso inverso.
Fino a SANTARCANGELO il tempo buono, ma un vento deciso mi ostacolano poichè sono da solo, CHEF e gli altri sono partiti con le bici sul treno, per fare tutta la prova del percorso da  CESENA a RIMINI.
iMBOCCO la via STRADONE, spero di incontrare qualche trenino per nonsprecare la gamba, anche perchè l'altra sera il FIDO ANDRÈ, oltre che fare una buonissimA manutenzione alla bici mi ha dato numerose dritte su come andar su in AGILITÀ, con il rapporto agile 34x17 o simili, per non stancare la gamba. ECCO che arrivano i 2 della GARMIN, 2 ragazzotti che vanno su in agilità, poi un altro PASSISTONE, infine un LAMPRE, polpaccio ipertrofico e profilo da scalatore. Su per la strada di fondovalle per SOGLIANO
si mette a tirare, io sto dietro, il LAMPRE  tira che è un piacere, arriviamo a PONTE USO in un Lampo, il LAMPRE si gira e dice che dobbiamo ammettere che ci ha portato su lui, anche perchè esterna sicurezza e afferma di essere tutto il giorno in AMMIRAGLIA. Ora si ferma, continuiamo i 2 della GARMIN e  io. Rampe e tornanti non ripidissimi, ma i due fanno comodo per impostare un certo ritmo su 5-6% di salita. Intanto ammiro il fantastico panorama SAN MARINO - TORRIANA - in lontananza VILLAGRANDE con la sua roccia fatta a corno - La bruttura della cava deturpante. siamo in molti ad andare su evidentemente tutti vogliono provare il percorso per domenica, iscritti ufficiali 12.000 più gli abusivi, bel numero non c'è che dire. Il ritmo è lento ma inesorabile, un dei 2 ragazzotti GARMIN, però, fora, allora vado da solo e arrivo a SOGLIANO. Fin qui tutto bene, km 30 niente di che. Mi fermo in paese per fare acqua e il pavè sulla salita al 18% non è che sia molto confortevole. Scendo e riparto per MONTEGELLI, LA BICI VA CHE È UNA meraviglia, le cambiate (ne faccio molte di prova pur sapendo che non va molto bene) non cigolano, la salita, a volte al 6 a volte al 10% si sopporta. Anche il caldo, poichè stranamente la giornata è secca, si aspetta una perturbazione per domani.Anche la 9 colli al contrario è piena di salite, MONTEGELLI non è segnata nelle carte perchè nella vera gara è in discesa, ma non scherza. I continui saliscendi e le ondulazioni fanno il resto e io sbaglio strada scendendo vertiginosamente per 1 km. verso S.MARIA DI RIOPETRA. Chiedo a uno che sale, il BARBOTTO è di là, allora scendo, metto la catena al pignone più agile e risalgo. Per la cronaca il pignone più agile è 'solo' un 25, al posto di un 27 o 28 come avevo prima, non so se ce la farò nelle salite, ma la bike è molto più guidabile, inoltre il passaggio sui denti è regolare ed evita di schiantare tutto e schiantarsi se scende la catena in salita.BARBOTTO, cioè in questo giro al contrario è la fine del BARBOTTO  a quota 555m. , telefono a CHEF, in piena salita risponde con una mano sola che stanno arrivando....attendo ma la salita del BARBOTTO è lunghina...5,5 km. con punte al 18% pendenza media 9 % è la 4 salita della 9 COLLI dopo POLENTA PIEVE DI RIVOSCHIO e CIOLA.
A sto punto mi butto in discesa, da qualche parte li troverò. Curva, altra curva, pezzo tecnico, già difficile da fare in discesa, eccoli alle pendici del colle più famoso della ROMAGNA. Freno, giro la bici e provo a salire. Meglio di quanto pensassi, sono a 48km. di percorso, però sto reggendo la botta, solo che, come alla MEZZAMARATONA, mi fanno male i quadricipiti. molti salgono, a ritmo lento, passo il punto più difficile che erroneamente l'avevo pensato più in alto, penso di fermarmi.Mi fermo, ma dopo pochi metri, dietro la curva c'è l'arrivo, risalgo (difficile anche risalire su un 12%) e arrivo, tutto sommato non sono andato male.Con tutta la truppa:CHEF, LUNE, ANDREA R. andiamo a rifocillarci al provvidenziale baretto, poi di nuovo indietro per il verso giusto, quello che era salita è discesa e viceversa....ANDREA Prosegue dopo ponte uso per la lunga, noi tre ritorniamo, in un ben ritrovato trenino, con cambi millimetrici in quel di RIMINI.
TOTALE KM.96 PER 3:50' GIUSTO 10 KM. IN MENO DEI NOTTAMBULI CHE HANNO FATTO L'ITINERARIO DA cesena.Condizioni fisiche:mediocri-buone, considerando anche che un giro da 100km. era un pezzo che non lo facevo!

5 commenti:

Ezio ha detto...

Ciao!!!! Mi piace molto il tuo racconto lo chiamerei molto animato...non mi intendo di bici però....:=(

ciro foster ha detto...

CIAO EZIO!!!!Benvenuto nei miei paraggi, è un piacere ospitarti! Ho seguito con molto interesse la tua impresa....GRANDISSIMO!

Tosto ha detto...

bene bene, dai che quest'estate ti invitiamo a far qualche cima delle dolomiti in compagnia fulminea :)

bressdicorsa ha detto...

azz io in mtb arrivo a malapena ad un 32km,tu 96 con b.d.s..spettacolo

ciro foster ha detto...

@Tosto:benissimo, approvato in pieno! c sentiamo x le vacanze!
@BRESS:le rare volte che 'discendo' in mtb si salvi chi può!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails