lunedì 9 maggio 2011

CHE DOMENICA

IERI, domenica 8 maggio, programma ambizioso: parto alle 7:00 in bici da corsa con le scarpe da podismo e con lo zaino, destinazione MEZZAMARATONA DEI LAGHETTI A IGEA marina.
Trovo una coppia in bici da corsa che va verso S.arcangelo, allora allungo per il riscaldamento visto che è presto. La bike fa un pò di rumori che dovrò sistemare al ritorno. Arrivo dopo un ora di riscaldamento bike a IGEA, dove c'è la gente delle grandi occasioni: atleti marocchini, gruppi podistici da ogni parte d'Italia che affluiscono qui in riviera per combinare gara e vacanza, i giannizzeri della mia soc.podistica OLIMPIA AMATORI RIMINI sempre superveloci anche nel riscaldamento, CHEF,STE e Andrea M: Io decido di saltare il riscaldamento e mi impegno a trovare un saldo palo per legare la bici, non si sa mai, tra podisti della competitiva e non ci saranno 2000 persone, vabbè che tra sportivi non ci sono ladri ma appassionati di bici si! Provo ad accendere il garmin, non si accende neanche  a tirarlo nel muro, neanche con quella provvidenziale manovra di reset che consiste nello spingere abilmente tutti e 4 i pulsanti (poi a casa funzionerà). Start in griglia sul lungomare assolato già alle 9:00 di mattina. Parto veloce, mi pare, vorrei mettere a frutto tutti gli allenamenti tecnici fatti per vedere dove posso arrivare. Dopo pochi metri però ho fastidio ai quadricipiti, non so, forse dovuto alla bici, la corsa non è molto sciolta ma resisto. Davanti i veloci della mia società già non si vedono più. 3° km, vialetti alberati del centro, nell'ombra si corre bene, oggi è la prima giornata di gran caldo e ce ne accorgeremo tutti.5° km. ristoro, lo volevo saltare ma visto le condizioni ne approfitto, riparto e trovo un ragazzotto che tengo come lepre per 2 km. ancora centro cittadino di Bellaria, la città gemella di Igea. Ristoro al 10°km. non vedo più il mio riferimento, proseguo da solo ma ora siamo in aperta campagna, sole, caldo, qualche cavalcavia a vivacizzare il percorso completamente pianeggiante. Ancora dolore ai quadricipiti, non riesco a tenere il ritmo, il deserto dei tartari è ancora lungo, siamo al 12°, cominciano a rinvenire dalle retrovie tutti i più accorti atleti che si sono risparmiati nella prima parte come si dovrebbe fare. Al 13° km cominciano ristori improvvisati nelle aie dei contadini costituiti da mastelli d'acqua fredda e docce nebulizzate, ne approfittiamo, fa davvero caldo, non risco neanche a sopportare i BOOSTER e le ormai strausate ADIDAS supernova rendono i piedi bollenti. Medito il ritiro e non capisco perchè sono così lento, però c'è da dire che ieri notte ho festeggiato lo scudetto del MILAN con tanto di sbandierata alla rotonda del GRAND HOTEL, forse è questo piccolo svago che mi ha rovinato la preparazione! In ogni caso dovrei tornare indietro, quindi tanto vale continuare. Al 14° lo CHEF mi passa a velocità doppi chiedendomi se tutto va bene, avrei bisogno di dormire e di due piedi nuovi. Al 15° è ANDREA M. che mi passa, allora ne approfitto per chiedere il timing e il passo 4:45/km. bella gara la sua, complimenti per i progressi fatti.16° - 17° ancora rettilinei di campagna, poi dietro una curva appare il rettilineo che riporta nella civiltà balneare. Si ripassa nei due centri cittadini già visti, poi ultimo km. sul lungomare....mai visto un km. così lungo!!!! Taglio il traguardo della MEZZA DEI LAGHETTI in 1:43:17......sdraiandomi letteralmente sulla strada per rimettere in sesto le gambe indolenzite......
La gara vera è stata vinta da un marocchino in 1:07,seguito da altri sette connazionali, il primo italiano è ottavo, CICO, il nostro presidente 12°.
Mi complimento con tutti i miei amici che mi hanno sverniciato e dopo il ristoro, riprendo la bike per un'altra ora di sgambatella, ora i quadricipiti appaiono più sciolti.....che strano!

3 commenti:

KayakRunner ha detto...

Con 1 ora di bici prima della Mezza, non puoi certo pretendere una prestazione stratosferica. DI sicuro è stato un ottimo allenamento!

lello ha detto...

condivido le parole di kayak , hai fatto u ottimo allenamento combinato.questo e' positivo

ciro foster ha detto...

@KR + Lello= è vero, non sono l'incredibile hulk, però pensavo di aver fatto un riscaldamento 'mirato'....piuttosto penso mi abbia dato più fastidio il venerdi con alzata alle 5:30 più salita bike! ciao!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails