martedì 24 maggio 2011

9 COLLI

DIFFICILI sono le salite della 9 colli, ma ancor più impegnative le discese...per me molto tecniche, anche perchè è meglio non scantonare dalla linea decisa ad impostazione curva pena venir travolti dagli inseguitori.Forlimpopoli km.27 tempo 41:50,Bertinoro km. 33 tempo 58:18.Finalmente mi fermo a PIANDISPINO KM.56 tempo 1:42 per prendere un pò d'acqua, è la prima volta che bevo, mi bevo 4 bicchieri di integratore verde in più riempio una borraccia gentilmente offerta dall'organizzazione, riparto ancora nel tratto-frigorifero nel verde delle frasche di FRATTA TERME.Si va per Meldola poi Pieve di Rivoschio nel frattempo mi sono fermato a  al ristoro e ho fatto incetta di panini e scattato qualche foto col cellulare che allegherò.
  Salita km.8 con punte ai 12% percorsa quasi ai 20km/h. discesa tortuosa, ormai abbiamo preso un certo lento/ritmo e si va tutti quanti  appaiati fino a Ciola e alla sua salita km.7,47 fatta un pò piano in 35' 19'', il pezzo finale durino direi. Ora discesona (11') verso Mercato saraceno, c'è da dire che i tratti pericolosi sono tutti segnalati.Arrivo giù e mi fermo per rifare acqua e per sistemare la schiena, poi dopo un bel respirone parto per il BARBOTTO km.5,5 pendenza media 9-10% max 18%, tengo a riprecisare che ho appena risistemato, con ANDRÈ, la bici, togliendo il 28 e rimettendo tutto bel equilibrato il pacco pignoni com'era prima 12-25 (il 12 sembra che nn seva a niente, invece in discesa serve a non mulinare le gambe, il 25 se fai un pò di allenamenti permettere di spingere un pò in salita altrimenti si rimane piantati)...proviamo....Ovviamente parto pianissimo sulle rampe comode dell'inizio e i primi tornanti passano svelti, tra ciliegi e vigne...alcuni abitanti danno conforto con lo spruzzare l'acqua in faccia ai cicilisti, è abbastanza caldo, sono circa le 10:00 si va avanti appaiati e nessuno osa fiatare.Io sto concentrato, non voglio sbagliare niente, ci mancherebbe! Il muro umano si densifica alquanto, quasi aprendo i gomiti si toccano gli altri, saliamo su lenti ma inesorabili per risparmiare la gamba....arrivano gli ultimi tornanti, il rampino a sinistra (una mezza rampa da garage) e il pezzo della casa colonica al 18%, proprio prima di questa asperità che si trova a 200m dalla vetta, uno davanti a me sbanda vistosamente e mi costringe ad andare quasi sullo sterrato, urlo, uno dalla parte opposta si accascia, facendo un mezzo effetto domino dalla parte destra del percorso, lo spazio è minimo, io recito il mio mantra preferito e supero, sebbene di poco il punto tremendo, allora gasato mi metto a slalomare e mi alzo sui pedali dicendo come mio solito (vedi maratona) daiiii è fffattaaaa! Arrivo in vetta e chiamo STE che dovrebbe fare il tifo nello stadio del ciclismo, con tutti gli spettatori che incitano i concorrenti ma non lo vedo (3 - continua)

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails