venerdì 23 dicembre 2011

AUGURI DI UN SERENO NATALE TRIATHLETICO A TUTTI ! ! !

NON SO, MA LA LISTA GIÀ TROVATA PIÙ VOLTE IN INTERNET, MI PIACE MOLTO COME AUGURIO NATALIZIO....
SE AVETE DA AGGIUNGERE qualche altro quando...OPPURE... quelli che....FATE PURE, alla caccia della lista più completa, o vissuta!
A U G U R I    DI B U O N    N A T A L E  A   TUTTI !

SEI UN VERO TRIATHLETA 
...quando il tuo capo il venerdì sera ti saluta dicendo:... e non ti rompere niente, domenica, con quella robathlon, come si chiama ...
...quando hai tre completi da allenamento nella borsa contemporaneamente.
...quando piuttosto che perdere un allenamento cerchi la combinazione meno puzzolente dei tre.
...quando compri la tua prima muta?..nah..quando compri la tua terza muta!
...quando te la godi un sacco a sentire i tuoi amici dire: "vuoi fare un Ironman ?!?! ma sei matto ?!?!
...quando con dei "solo-ciclisti" finisci l'allenamento in città e loro dicono: bene, facciamoci due vasche in centro...e tu ti dirigi verso la piscina!
...quando la gente comincia a pensare che il tuo compagno di allenamento sia tuo marito (o moglie)...e pensa che il tuo vero marito (moglie) sia il tuo amante
...quando sei stressato sul lavoro e la notte sogni sempre di essere in una zona cambio infinita, incapace di trovare la bici, o realizzando di aver lasciato le scarpe da corsa in macchina.
In casi davvero gravi, quando sogni che sei preoccupato di non finire la gara in tempo per prendere l'aereo e tornare a casa.
...quando il fatto di farti la pipì addosso o di vomitare correndo non ti sembra per niente strano.
...quando nello stesso momento ti stai allenando, hai finito un allenamento da poco, sei stanco di un terzo e comunque stai progettando il prossimo!!
...quando tieni il chilometraggio del tuo cane per vedere se puoi portarlo a correre con te anche per gli allenamenti veloci vicino alle gare.
...quando i tuoi posti preferiti per le vacanze non li conosce nessuno: Kona, Roth, Penticton.
...quando gli amici non ti invitano più alle feste perché sanno che intralcerebbero i tuoi allenamenti.
...e quando la tua ragazza ormai non insiste più perché tu ce la porti...a una festa !!
...quando dici agli amici che vuoi fare la Fuga da Alcatraz, e loro pensano che sia solo una nuotata lunga e maledettamente pericolosa.
...quando l'auto è tua, e la bici la stai pagando.
...quando la tua abbronzatura ha più segni di un campo dove si gioca insieme a basket, pallavolo, hockey e pallamano.
...quando qualcuno ti chiede quanto ci metti ad andare al lavoro tu rispondi: "in bici o di corsa ?"
...quando allunghi l'allenamento di corsa sotto la pioggia per non dover montare subito in bici.
...quando fai un allenamento che preveda un'ora di nuoto "leggera", tre ore di bici "in agilità" e un'ora di corsa "facile e sciolta"
...quando pensi che, dopo una corsa dura, puoi sempre mettere il ghiaccio sul ginocchio mentre guidi verso la piscina...
...quando, con il numero ancora sul braccio dopo una gara, ti fermi all'autogrill e un bimbo, vedendoti, sussurra alla mamma: "ma quel signore è appena uscito di prigione?!?!"
...quando dentro di te sghignazzi, se senti la storica frase: "farei anch'io triathlon , non fosse per il nuoto...

Da:http://blog.libero.it/Balena2000triath/3032281.html

mercoledì 14 dicembre 2011

LA SGAMBATELLA E I 1000KM.

IERI allenamento 'serio' coi giannizzeri al Parco la Cava - Rimini, ma veniamo con ordine:
peccato che Andrè mi messaggia che non può venire, allora da solo comincio lentamente 2 giri di pista di riscaldamento prima che arrivino i Top-runner a schiantare le gambine. Setting leggero, visto i 10° ma con nebbie, pantaloni corti UA, maglia EcodelChianti e giubbotto smanicato catariflettente. km.1 5:20, km. 2 4:53. Arrivano i Trop runners, ALE, CICO, CARLO, FABIO E UNO NUOVO. Cominciamo a fare i giri fuori dello stadio parlando della gara che hanno fatto domenica a Savignano...km.3 TLIN 5:00! 4° 5:02; 5°4:51;6° 4:59; 7°4:58; all'ottavo giro-km le strade si dividono, CARLO CICO IL NUOVO E IO andiamo al Parco (anello saliscendi di km.1,8). La temperatura fuori città e col lago vicino scende, bell'atmosfera nebbiogena comunque, 9° ai 5:10, non si vede bene dove curvare, il nuovo tunnel del Palacongressi, con lampioni nuovi permette di orizzontarsi al meglio ma il fondo in stabilizzato necessiterebbe delle chiodate specie in salita km.10 in 4:55, km.11 in 5:05 anche se si procede a strappi visto l'altimetria e visto le decelerazioni per far passare nel senso contrario altri runners.5:08 è il 12° TLIN, POI si rientra allo stadio non prima di aver fatto segnare un 3:02 in un 500m. finali prima del cool down.
 Per la cronaca con questo allenamento ho superato i 1000km. percorsi a piedi nel 2011 (contando solo la corsa allenante) per un totale di 3355km. mettendoci anche nuoto e bici.

domenica 4 dicembre 2011

DATI MARAFI+PODISTICA DLF

 
Dati MARATONA DI FIRENZE
Oggi sgambatella MICIDIALE post Maratona di Firenze.Parto ore 8:00 con bike per il dopolavoro ferroviario di RIMINI. In programma 8.6 km. di misto asfato +sabbia. Sono arrivato prestissimo (solo 10' di bike), attendo un pò e rivedo gli ALFIERI dell'epica MARAFI: STE, Andrea, CHEF, un pò in ritardo questa volta come mai? Poi ANDRè, col quale ingaggio in maniera scriteriata dal via una singolar tenzone;ma come, CIRO, tu hai fatto la MARA domenica scorsa, come mai vai a ingarellarti per una PATACONA 8.5 km sulla sabbia? é la corsa dei cavalli! (risposta alla coscienza del CIRO). Non puoi restare fermo se ti lanciano la sfida!I primi 2 km. sul basolato in porfido, bagno 30 bagno 80 vanno liscie ai 5:00 ma Andre' mi attende, poi si svolta in 'mare', vento contrario, bella gara perchè in un tempo nebbioso si costeggia proprio la battigia, brutto perchè si sta inclinati! Andrè mette la 4°, TLIN 4:30! Per un km. lo seguo, poi 4:33 4° km. poi 5° 4:49, raggiungo IVAN, con un gruppetto di fuggitivi, li supero, uno di questi mi segue, 6° sempre al mare in 5:09, amministro, poi si ritorna sul porfido,7° 5:11.Ora nel parco Kennedy su asfalto TLIN, SUONA la sveglia, 8°km. in 4:42, vedo BERNARDO davanti, poi uno in canotta grigia, mi accodo,mancano 800 m.,sprint finale, ai 4:11, passo il grigio ma Bernardo è lontano.Bella gara, arrivo in confusione trovando ANDRé in periodo di grazia fresco come una rosa! Non faccio neanche stretching, nè mi ricordo di ridare il cartellino per il premio a sorpresa.Finisco col premio in ceramica, bel portacenere di 3cm. di diametro, non fumo ma a caval donato non si guarda in bocca.Ai box, resoconti vari con IVAN, STE, e STEVE.

martedì 29 novembre 2011

A 3 GIORNI DALLA MARA DI FIRENZE

UN PO' SDRINATO (affaticato) per gli impegni accumulati più che per gli arti inferiori che stanno fortunatamente già bene, mi accingo a raccontare questa mia 4° MARA, la seconda nella città di DANTE.Lo farò per la v.s. gioia a tappe, visto il poco tempo a disposizione e le lunghe ore al lavoro al computer...Veniamo nei dettagli,Partenza da Rimini alle 14 di sabato, arrivo comodo dal MURAGLIONE fino a FI.All'expo si respira aria di cris,i poca gente, mi ri-presento a MASSINI, molto gentile e prodigo di consigli.Con CHEF,STE,ANDREA M. , passo velocemente gli stand, resistendo alla tentazione di comprare quelle belle scarpe performanti....Temperatura esterna all'uscita sui 10° alle ore 18, secco, fa ben sperare per la gara di domani, un buon CARBOLOAD in un ristorantino vicino a Piazza Signoria e l'immancabile gelato in via dei Calzaioli.

Domenica mattina ore sei: non c'è la sveglia ma m isento abbastanza riposato quindi mi alzo e disbrigo le formalità relative alla vestizione, bagno, pettorale sulla maglia eccetera.Con CHEF STE Andrea mi fiondo a colazione in hotel, ci sbafiamo di tutto, torte eccetera, l'anno scorso ero partito col gorgoglione di stomaco, questa volta voglio esagerare al contrario.Risalita in camera, scelta scarpe:A2 Mizuno Precision 12=se le metto saranno 2 settimane che non camminerò.A3=Mizuno Wave rider 12=se le metto non camminerò per una settimana perchè sono 'finite',opto per le Adidas Supernova Glide, supercontenitive, ma poi scoprirete che la scelta è stata davvero buona nonostante la pesantezza di questo modello.Ore 8:15, siamo sul Lungarno Pecori-Giraldi, quello della nuova partenza, c'è un tendone coperto poichè visto il brutto tempo dell'anno scorso gli organizzatori non vogliono rischiare.Io sono vestito leggero, mi faccio prestare il'sacco della spazzatura' dell'organizzazione per stare un pò più coperto.Non è freddo temperatura intorno agli 11°e sole ideale per correre, un pò di freddo alle mani, potevo tenere i guanti e lasciarli nella sacca col numero.Per la prima volta mi dò la crema scaldante, poi faccio 3-4 allunghi nel parchetto.I 4 moschettieri poi si salutano poichè partono da griglie diverse:CHEF col pettorale quasi dei top-runners, Io e Ste nel mezzo (griglia delle 3:30-4 ore) Andrea al debutto in fondo.
Qui già c'è un certo grado di affollamento, tensione inevitabile, lo speaker (dalla voce sembra quello delle superbike) snocciola i dati favolosi di partecipazione comprensiva di sindaco Renzi, e Linus,ma improvvisamente la muraglia umana si compatta verso lo start, siamo compressi al massimo, la partenza slitta causa esigenze elicottero-tv in avanti di qualche minuto, ancora più ressa.Lo start e si parte, o meglio si cammina per 1, 2 km. ai sei al km. che non è una bella partenza, io mi metto ai lati della strada dove c'è un pò di avvallamento e mi sembra di correre sul sapone.Le Adidas Supernova non hanno grip per contratto, le ho messe apposta per questo asfalto cittadino, ma non riesco a spingere.Inoltre, passata un pò la ressa (notevole anche se rispetto all'anno scorso il pettorale sui 4000 mi permette di essere a centro gara),sento che non sto benissimo, cioè le gambe benissimo, ma mi sento già affaticato, forse a causa di uno scriteriato ultimo allenamento fatto sotto i 4:20 e sotto la pioggia del lago La Cava Rimini per simulare eventuale maltempo in gara.Arrivo al 5° km. vorrei vedere nel lungo vialone rettilineo Chef davanti a me, sarebbe un buon riferimento, ma è volato via coi top runners e manterrà un ritmo martellante per tutta la gara.Mi raggiunge, invece,STE, e intravediamo a bordo gara uno che sta peggio di noi, un top runner già scoppiato dopo 5km!
Si arriva al cavalcavia della ferrovia, di nuovo ressa come non mai, cerco di allungare, il ritmo si è stabilizzato in un 4:50 certo non molto elevato.ora si passa Le Cascine, davanti ho una muraglia di 'neri' cioè corridori con la divisa nera, non ho mai visto questa squadra, poi capisco, tutti tifano il sindaco Matteo, anch'io lo saluto e lo supero.Strano perchè non vedo i palloncini delle 3:30 nè di altri intervalli orari.Passo il labirinto verde costellato di tappetini TDS rilevamento tempi messi per evitare di tagliare il percorso (giustissimo),poi al 15° imbocco il ponte della vittoria in discesa, il mio terreno favorito.Non so, rispetto a Roma forse sto andando meglio, ma mi sento un pò appesantito.18° primo tratto cittadino e primi acciottolati di pietra serena, mi si prospetta il solito dolore alla bandelletta sx, ancora quella! Cerco di non farci caso ma le sconnessioni e i buchi presi non potendo guardare dove si va con tutti questi podisti sono un'impresa davvero ardua.Comunque tengo ancora i 5 al km.Mezza maratona, Lungarno del Tempio in 1:46, ancora qualche speranza in proiezione 3:30 ci sarebbe se facessi come di dovere il negative split, cioè la seconda mezza più veloce della prima.km. 25° di bello c'è che non scendo di ritmo.Ho preso già tre integratori di maltodestrine e ogni tanto prendo anche i sali ai ristori, Zona Campo di Marte, uno ci incita e ci dice : avete già fatto2/3 di percorso...è un'aiuto o una minaccia?stadio comunale, 31°km. banco degli integratori, ne prendo degli altri, ma non so dove metterli, li terrò in mano e li prenderò se mi serviranno.Ho ripreso fiducia, i lunghi li ho fatti, ho corso anche un ecomaratona, la gamba, a parte il ginocchio sx regge bene, si va verso l'inizio della maratona vera.Centro storico, tanta gente, possibile che nessuno abbia il mio passo? C'è un francese che scatta in via Ricasoli, poi lo perdo al Duomo, ora di nuovo l'allontanarsi dal traguardo in borgo Ognissanti.Terreno sconnesso, il ginocchio si fa sentire, ad un certo punto anche le ambulanze si sentono, e...si vedono, ci sono tali urgenze in corsa che veniamo sorpassati dai mezzi e ci dobbiamo mettere di lato.Curva di 180° si ritorna sul lungarno, pronti per la 'salita' di ponte santa Trinita, il fiato c'è la gamba meno, per non pensarci su comincio la mia sclerata controllata, cioè parlo da solo dicendo daiiii, daiiii, tutti si girano, alcuni davvero intralciano, altri cadono, due addirittura prendendo male un marciapiede, che male!Ora l'apoteosi di ponte Vecchio, discesa, piazza Signoria, incredibile, riesco anche a 'vederla'; una donna con passeggino multiplo da gemelli si butta sotto ai podisti, ci dobbiamo quasi fermare. é il 40° è fatta, quasi fatta, ormai non guardo più il Garmin, l'importante è finire...Via Ghibellina, stretta, brutta e cattiva con noi podisti;molti si accasciano coi crampi, vedo davanti uno dell'Atletica 75 cattolica, è Marco? sta andando fortissimo, poi d'improvviso crolla, faccio appena in tempo a chiedergli se va bene ed è solo un crampo.é un crampo e che crampo, da un'altra parte una podista è lunga distesa , faccia piangente con due che gli sollevano le gambe....Dal girone dantesco cerco di risorgere scorgendo la pallida luce dei viali che ora si concretizza, è il paradiso del lungarno e della bella visione della Biblioteca nazionale,strANO, in questa corsa ho visto tutto e non ho visto niente, sono stato molto concentrato per scacciare il dolore ed è proprio vero che la Mara è una corsa imprevedibile alla vigilia, difficile scegliere una tattica,meglio surfare sui problemi all'impronta.Comunque sia ecco Santa Croce, rettilineo di arrivo, taglio il traguardo con le braccia al cielo felice perchè questa volta è stata ancor più dura dell'altra volta.Crono, non male 3:33:20, ma si poteva gestire meglio, certo in un anno o tolto 22 minuti che non sono pochi, ma la determinazione delle sedute di allenamento doveva pur ripagare qualcosa.Per oggi può bastare, domani il resoconto degli altri, in definitiva mi è piaciuta?Si,Firenze, sempre bellissima, la Mara sempre una bella sfida!!!!!

venerdì 25 novembre 2011

mercoledì 16 novembre 2011

COLLINARE COVIGNANO DOPPIO E TEST VARI

IERI COLLINARE COVIGNANO CON MATTEO, KM.11 IN 01:01:45 media 6:00 più veloce 3:12 in discesa, oggi era troppo bello il tempo....COLLINARE COVIGNANO CON PARTENZA ore 15:54  km.tot 12 in 01:03:35 media 5:20 più veloce 3:28.
Parto dal Parco Marecchia Rimini, sempre bello, in lontananza il Ponte Romano...
Poi mi dirigo all'albero dello stretching....
poi via lungo la ciclabile...
atmosfera autunnale, stamattina alle 7:00 c'erano 2° adesso 11°, si sta benissimo, ripasso sul lungofiume che avevo già fatto ieri...
All'improvviso i primi cenni di civiltà post industriale, l'attraversamento della strada marecchiese...e l'invaso di cemento.
Salita al 10%, supero lo smog e arrivo in collina. È quasi l'imbrunire, è bellissimo fare i tornanti fino alla sfinge...e spingere ancora in salita al 10-12% per 800mt...

video


è il GPM, ora tutta discesa, Galvanina, via della Carletta, di nuovo il mega incrocio poi la statale.Mi piacerebbe organizzarci un Trail Autogestito, però ci sono due punti da migliorare:
1 l'attraversamento della circonvallazione di Rimini super trafficato.

2 - il fatto che sul colle ci sono alcuni sentieri sterrati ma bisogna ammettere che ci sarebbe il 50% di asfalto.Che ne dite?

domenica 6 novembre 2011

VOLANDO CON GLI AIRONI ALLA FO-RA

CARISSIMI BLOG-NAUTI,vi racconto la Forlì - Ravenna di oggi, corsa podistica competitiva di 30 km. Si parte stamane alle 7 dal casello autostradale Rimini Nord alla volta di Forlì, qui,in piazza Saffi siamo presenti in tanti:oltre alla 30km. c'è anche la Maratona di Ravenna e il richiamo c'è stato.C'è STE, L'Elena, incontro Dave dell'omonimo blog, un personaggio simpatico e performante di Rimini, specializzato ormai in lunghe distanze.
Si parte alle 9:00 e subito comincia a piovere insistentemente, primo km. tutto in città a Forlì, pozzanghere molto grandi, devo stare attento a non bagnare le nuove Mizuno Precision 12.Poi, si va verso Est, fuori città zona Fiera, poi sull'argine del fiume Ronco dove la corsa si snoderà fino a Ravenna. I primi passaggi sono:km15:18 2km.5:15 3km.5:02 4km.5.02 5km.5.09. Spiove leggermente, salto il 1° ristoro, il tratto di gara è monotono e lineare 6km.5.12 7km.5.15 8km.4:56, la corsa prende un pò vita...9km.5:07 10km.5:09 11km.5:12.L'unica cosa che ha di bello questo argine del fiume sono gli aironi, collo lungo, piumaggio folto, planano incuranti del maltempo e sfruttano il vento di mare.Siamo a Coccolia, già fraz. di Ravenna. km.12 5:07 km.13.5:04 km.14.5 netti.Ora piove molto meno, anzi si vede un bellissimo arcobaleno come regalo della natura all'uomo che ha osato sfidarla.km.15 4:59 km.16 5:01 km.17 4:54..così costante fino al km.20, 2/3 di gara andati 4:48.km.21 4:46 km.22 4:47 km.23 4:48 km.25 4:46 km.26 4:52.Siamo alle porte di Ravenna, per noi della 30 mancano solo 4 km. per l'arrivo di Piazza del Popolo, i maratoneti verranno deviati per altri 12 km. in giro per i luoghi monumentali della città.Ora c'è da superare qualche piccola asperità come ponti e cavalcavia, però ormai si vede Via di Roma con i suoi archi, poi si volta a sx, il garmin registra 30km. ma ancora non si vede il traguardo, uno degli organizzatori mi devia per la 42, non è il caso grazie, taglio il traguardo in 2:33:25.Tutto sommato non c'è male come ultimo lungo per Firenze, qualche risentimento al ginocchio sx, sopportabile, bella festa, con piatto di fusilli al ragù e docce calde, suggestivo il 'giro turistico alla basilica di S.Mercuriale (FO) e il passaggio alla tomba di Dante(S.Francesco-Ra)organizzazione un pò spartana ma va bene così.

giovedì 3 novembre 2011

NELL'ATTESA DI SCARICAREIL GARMIN

IERI sera ho recuperato l'allena perso ieri mattina 'solo' km.10 fondo lento.OGGI bella sgambata con Matteo.Partenza ore 16:30 dall'albero solito dello stretching nel Parco Marecchia Rimini, poi km.4 ai Padulli, poi la sorpresa, il cavalcavia dell'autostrada era stato DEMOLITO!!! Chiediamo ad una donnella: bisogna passare per via Secchiano per poter aggirare l'ostacolo, ma il kilometraggio si allunga, Matteo è alla sua seconda uscita, allora optiamo per proseguire per Spadarolo, salitona, poi verso la ciclabile del Marecchia.Solo che alle 17 è già buio, allora si va lo stesso, c'è un quarto di luna e si arriva lo stesso anzi, con una bella ed epica atmosfera (ci siamo solo noi) a RIMINI. Totale sgambatella in scioltezza 14km. in 1:12:30, certo che demolirmi il cavalcavia....

mercoledì 2 novembre 2011

NON SO SE V'INTERESSA L'ALLENA DI OGGI, MA PENSO DI PIÙ QUELLO CHE MI È SUCCESSO

IERI avevo detto che stamane sarei andato ad un allena bike-run a SAIANO BIKE KM.50 RUN KM.8. Mi SVEGLIO stamattina alle 5:30 sotto le pressioni del mio alter-ego felino e mi dirigo in bagno....COSA VEDO! dalla doccia vien fuori un getto d'acqua, il rubinetto perde di brutto!Attendi le 7:30 e telefona all'idraulico, a monte il girobike, egli dopo aver fatto un sacco di armeggiamenti sostiene che bisogna buttar via tutto mettere il miscelatore, spaccare il muro con tanto di muratore ecc. ecc.Strano, dico io , possibile che non si risolva altrimenti'? Ci accordiamo per un altro appuntamento, quando la zona doccia sarà stata tutta 'sbragata' dal muratore....Però, ore 8:30, visto che non avevo niente da fare sono andato a 'spataccare' su INTERNET, fortuna che c'è la RETE! E ho trovato questo! Dopo aver comprato il RETTIFICATORE (€10) ho smontato e rimontato io in 10' e tutto funziona!Altro che idraulico!
N.B. POST DI AIUTO, se può servire il LINK è QUI!

martedì 1 novembre 2011

90% domattina ALL'ALBA :SAIANO

DOMANI, ultimo giorno di ponte, cIOè,IL GIORNO  l'avrei lavorativo, ma penserei d svegliarmi all'alba per giro BIKE-TRAIL a SAIANO.
Condizioni meteo previste:sole sorge ore 6:45
Precipitazioni deboli o assenti
Temperatura 10°
Umidità 95%!!!! e foschia.
Partirò dalla ciclabile Marecchia con la bici HOLDFAST1 (CITYBIKE TRASFORMATA IN mtb AUTOCOSTRUITA) FINO AL 20°KM. poiI SALITA IN ARGINE DX DEL FIUME FINO AL SANTUARIO DELLA MADONNA DI SAIANO LUOGO RAGGIUNGIBILE SOLO A PIEDI. SPERÈM

sabato 29 ottobre 2011

IL TRITTICO

TRE giorni run, sono capitati un pò a caso, ma ci volevano per un test di resistenza al recupero.Mi spiego meglio:Giovedì parto con Matteo per il collinare che preferisco:Covignano, tranne che per il semaforone sulla statale, la strada si inerpica fino a 450mt. in situazione campestre, panoramica e l'effetto al crepuscolo è garantito.KM.10+2 ci siamo divertiti, si andava piano e si chiacchierava.Venerdì, lungomare, provo un fartlek 3km. piano 3km. ai 4:30 intervallati, ma le gambe non rispondono tanto a dovere, anche andare piano non aiuta a volte KM:10 totali.Sabato, cioè oggi test sui 12 km. ai 4:30 sul lungomare Rn, la parte col pavè che odio proprio, ma mi tocca...andata4:45/4:53/4:38/4:39/4:494:47 giro di boa vento contro e un pò di risentimento bandelletta sx...4:54/4:49/4:49/4:50/4:46/4:47, non è andata male, almeno ho tenuto media 4:45 km.totali con w.up 16 km. totali del TRITTICO 12+10+16=38.

lunedì 24 ottobre 2011

DAI, LO METTO SUL POST!

DAI, ve lo devo dire...IERI PODISTICA RICCIONE CORRE misto collinare km. 13.200 in 1:02:30 media 4:40/km. Con la collaborazione di MERCURIO da CORSA-BIKE, che mi ha spronato con l'OLYmpia per tutto il percorso, STE, che mi ha sopportato nel chiacchiericcio per un bel pò di km, ANDREA M., in gran forma, ANDRÈ, in fooorte ripresa,gli amici della ATLETICA75 CATTOLICA,e le FANTASMAGORICHE MIZUNO WAVE PRECISION 12.Valeva LA PENA spendere tutti quegli EURI (110) DAL SOLITO RIVENDITORE 'amico' (amico?) per delle fantastiche scarpe running, dalla calzata eccezionale e dalla spinta sull'avampiede come non ho mai sentito, e dire che le ho provate per la prima volta proprio ieri in gara, oggi neanche una vescica o un arrossamentoe dire che cen'era di salita...Lo dico sul serio, non sono pagato da nessuno sponsor, magari, anzi se c'è qualcuno interessato mi propongo come tester, ma Queste MIZUNO, mai viste così reattive, andranno sicuramente bene alla MARA DI FIRENZE,CIAO!

sabato 22 ottobre 2011

IERI LA CORSA DEI CANI

IERI, sabato, ore 17.35, parto per un allena run, prepa della mara di Firenze.Dovrei fare un progressivo di 12 km. sul lungomare di Rimini, ma non ne ho voglia, sul sito di MiticoJane ho visto il video di Kilian e allora opto per il collinare Covignano molto più divertente. Primo pezzo nel parcomarecchia, al bordo del fiume Ausa gonfio per le piogge dei giorni scorsi.Km.2 incrocio sulla statale, pericolosissimo, poi salita di 1km. al 6% con punte al 12%.Svolto per viale dei noci in direzione del monastero delle Grazie.Mi fermo per un pò. Poi di nuovo salita della sfinge,500m. al 10% fino a Piazzale Ruffi; è il momento della giornata che preferisco, l'imbrunire, dove i 1000 pensieri del giorno si annullano nella corsa e si trasformano in endorfine pure (mi è venuto bene 'sto pezzo).
Ora è tutta discesa, oltre alle endorfine, devo pensare a accendere qualche luce che ho portato dietro poichè questo pezzo è su strada asfaltata e un pò trafficata.5 km. discesa della Carletta, qui non c'è nessuno, sono nella semioscurità in un tunnel di verdura alberi e cespugli.Tutto bene ma perchè il post ha questo strano titolo? Mi avvicino alla villa quella con il cancello sempre aperto e il cane fuori libero a pascolare.Passo indenne, si vede che aveva già mangiato.Salita, altre ville con cani famelici che saltano e abbaiano, fortuna che sono chiusi.Ritorno sotto Covignano, mega incrocio e di nuovo 2-3 km. finali in pianura sulla ciclaBILE. E' fatta mi dico.ora è proprio buio, il momento migliore per portare a spasso i cani.passo la prima coppia cane-padrone, è al guinzaglio, il padrone non morde, la seconda coppia , anzi un trio, 2 cani da caccia e un umano, niente di che, arrivo quasi agli orti autogestiti e l'incrocio con la strada marecchiese.Scorgo una sagoma nera, pastore belga femmina, bell'esemplare (conosco bene l'articolo perchè portavo a spasso quello di un mio amico), è libero, il vialetto è largo 1.2 mt. faccio lo gnorri e proseguo, il cane mi segue mi annusa una mano mi 'zampa' le gambe, vuole solo giocare... finchè non arriva il padrone che, al guinzaglio, usato per sè stesso, chiama 'Luna' indietro. Accelero ancora e arrivo a casa. Bravi i cani, mooolto più intelligenti degli uomini!!!!
n.b. per la realizzazione del post non sono stati usati impropriamente animali di piccola o grossa taglia!

venerdì 21 ottobre 2011

ECOMARATONA DEL CHIANTI : DEBRIEFING

ARRIVO con Simone (ECOdeiMARSI)

Guardate il logo: per i bambini della LEGADELFILODORO
LI PER lì, non avevo neanche fatto caso al 'tempone', ho pensato subito a detossinarmi gli arti inferiori, e sempre in movimento, ho tenuto buono il polpaccio sx e il suo incipiente crampo.Certo, come dite voi nei commenti, se mi fossi risparmiato di più alla partenza, magari il dolore al ginocchio non sarebbe insorto ecc.ecc....ma che vuoi fare? La corsa è così, scriteriata la partenza, ma in discesa non si capiva che si andava incontro al 'muro', poi osare non è male, poi, non mi sono troppo trascinato. Un successone, quindi, da ripetere. Le altre tappe sono un pò lontane nel tempo e nello spazio:
FEBBRAIO 2012 Saharawi Marathon Algeria
MAGGIO ecomaratona dei Marsi (AQ)
GIUGNO ecomaratona delle Madonie (pa)
SETTEMBRE ecomaratona di Pantelleria (TP)
SETTEMBRE ecomaratona delle Orobie (SO)
vedremo, chissà come chissà perchè, ma la mania delle ECO forse è venuta anche a me.
Ore 14:00 telefono a casa e dico che è andato tutto bene, vado di velocità alle doccie (per la prima volta in una gara faccio 1 doccia calda!!!) e al pasta party, cioè pranzo completo di specialità toscane, vino Chianti e Cantuccini col Vinsanto compresi!
Peccato per il ritorno a casa: sulla E45 in località VERGHERETO, siamo stati fermi per lavori (la domenica???) per 1h. rovinandoci la serata! Se dovete andare in Toscana o Lazio passate da Via Maggio o per l'autostrada è meglio!!!!

mercoledì 19 ottobre 2011

ECOMARATONA DEL CHIANTI - 2

PREGARA scandito dalla preparazione abbastanza meticolosa di tutto:parcheggio vicino alle docce, riscaldamento 15', cappuccino al bar centrale, 4 chiacchiere con nuovi e vecchi amici che mi riconoscono poiché indosso la maglia CIROFOSTER - PER I BAMBINI DELLA LEGA DEL FILODORO.
MI METTO DAVANTI per la foto di rito
poi alle 9:30 puntuale lo start

un suggestivo passaggio nel parco della VILLA CHIGI, poi tutti fortissimo ai 4:20/4:10 verso le prime asperità del terreno.Va bene, siamo quasi in discesa, per di più sono davanti, ma ai 4 mi sembra un ritmo troppo alto... 1°km. ai 4:55 località CASALE visione di SIENA con le sue torri, il tempo è magnifico, tersissimo, qualche refola di vento ma ci stà, 2°km.in discesa verso i poderi CHIGI SARACINI, 3° discesa tecnica, mi metto a parlare con un atleta, lui risponde in un italiano stentato, è polacco, fa parte di una squadra che ha passato la settimana qui, va forte però!4°km. salita al 12% per fortuna per meno di un km.Faccio il 5° ai 5 netti...incredibile, condotta di gara scriteriata, sono con un gruppetto tra cui uno di MILANO, parliamo del triathlon. BORGO DI GUSTRIGONA, breve salita su colli a crete senesi, 1° ristoro, prendo solo dell'acqua e butto il bicchierino rigorosamente nel bidone senza sporcare il fantastico paesaggio. La Mara è già una roba tosta, figurarsi un Trail! Sai come e quando parti, poi durante il farsi, l'avventura scorre su binari a te ignoti e devi controbattere cercando ogni appiglio nella tua caparbia cocciutaggine. 6° km.4:59 poi circa 1km. di salita al 9%.Alla fine si sale per la piramide di MONTEAPERTI che ricorda la famosa battaglia fra fiorentini e senesi di cui parla Dante, discesa brevissima a spirale dove è facile scivolare, ma non scivolo, due mi stanno inseguendo, uno passa avanti, ma rimane ad aspettare l'amico.Discesa nel bosco, guado del torrente MALENA, c'è poca acqua ma è meglio mantenere asciutte le scarpe. Per la cronaca quest'anno domina la polvere, io indosso le STRAUSATE MIZUNO WAVE RIDER 13, però a parte il tallone privo ormai di ammortizzazione il grip non è male.Alcuni km. alterni: 12°4:58 13°6:02, tutto dipende dalle salite, le gambe stanno bene ma le discese stancano parecchio le ginocchia, in una di queste discese tortuose con sassi mi faccio un pò male al ginocchio e la fitta rimarrà costante purtroppo per tutta la gara.Si continua,dopo l'onore di MONTAPERTI, al km. 16,7 MONTEGIACHI, antico borgo fortificato ci aspetta con la sua scalinata.Non avevo ancora 'camminato' ora sugli innumerevoli scalini lo faccio, mi merito il ristoro, mi fermo a ammirare il fantastico panorama, alberi, vigneti curatissimi ed il sempre austero cipresso etrusco compongono un quadro rinascimentale.Al km. 20 si entra in un'azienda agricola, in un prato pianeggiante rifiatiamo, incontro altri polacchi, anzi mi metto al loro ritmo perchè so che al km.23 inizia il punto più difficoltoso del percorso:salita vera con pietroni per circa 1 km. Provo a prendere un certo ritmo, poi prendo due rami e li uso come bastoni, poi cammino tanto è uguale.Il sole si fa sentire, fortuna che mi sono re-integrato ai ristori, ho preso anche un gel, la mezza maratona per quello che può contare è passata in 2 ore tonde.Ritorna il dolore al ginocchio sx soprattutto nelle discese tecniche, mi butto col peso in avanti tipo discesa libera sugli sci, devo però rallentare e sono solo al 24°km!
Si sale ancora, altro che strappettini! Finalmente si raggiunge il borgo di CAMPI e il GPM (630mt.). Ristoro e discesa, poi il fantastico borgo di S.GUSMÈ.Qui sosto qualche minuto anche per far riprendere il ginocchio e per complimentarmi con le solerti volontarie dell'organizzazione.Si passa l'arco del paesino poi discesa, vertiginosa, poichè dietro ho uno che mi bracca, il dolore è abbastanza forte allora accelero così non ci penso più sù.Raggiungo anche un altro che cammina, tutto bene però penso abbia abbandonato, poi ancora salita e ingresso nei vigneti di ARCENO KM.32.QUI ci attende una sorpresa: un doppio filare di cipressi secolari ai lati della strada in ghiaina. La suddetta strada inizia in pianura poi si snoda per 1 km. in salita, vertiginosa salita! Comincio a correre piegato da un lato, mi metto a sdrammatizzare con quelli vicino, c'è uno in bicicletta vestito da 'Eroica', la corsa in bici-vintage che si svolge sulle strade bianche...anche lui scende dalla bici, finalmente altro ristoro e stretching per il ginocchio.Ingurgito anche della cocacola, dicono che in maratona faccia bene, la sua mistura segreta cos'avrà a che fare col podismo? Riparto rinfrancato, ma la discesona non mi attira, zampogalletto per un pò, poi rallento, quasi mi fermo. Il 33°km. passa miracolosamente in 5:23!!Ultimi saliscendi, raggiungo uno ma nella foga di superarlo e pensando al piede che fa le formiche rischio di sbagliare strada, lo stesso individuo mi indica la retta via. Del resto è impossibile sbagliare percorso:ogni 250 mt. gli organizzatori hanno disposto una doppia fettuccia bianco-rossa su cannuccia infilata nel terreno.Ultima salita nel bosco, incontro una ragazza che nelle prime fasi era andata via velocissima, qui è in lacrime e non ce la fa a correre, comunque sento che viene incitata, è olandese, un gruppetto dei suoi la aiuta. Pianura, discesa, le ultime vigne prima del traguardo di CASTELNUOVO, incontro Simone dell'ECOMARATONA DEI MARSI, bei posti anche quelli vicino al prosciugato lago del FUCINO. L'ecomaratona dei Marsi è la più antica del circuito e si tiene in maggio, le altre eco sono nel SAHARA, Nelle MADONIE a PALERMO, e a PANTELLERIA. SIMONE, ha detto che mi ha tenuto d'occhio per tutta la gara grazie alla divisa verde fluo che indosso, ora siamo appaiati sull'unico pezzo di asfalto di cui giustamente è dotata questa ECO, non forziamo l'andatura e conversiamo, il mio lato sx è tutto indolenzito e il polpaccio minaccia un crampo, sto concentrato e tagliamo il traguardo in 4h30'45'' in 108° posizione 20°di classe...niente male davvero! (2 - continua).


martedì 18 ottobre 2011

ECOMARATONA DEL CHIANTI:BELLA ESPERIENZA

attenti alla salita di Campi
IL VOLANTINO segnalava percorso di 42 km. con D+ di 900m. medio-facile. Anche sul sito c'era l'avvertenza del percorso ad anello Castelnuovo-Castelnuovo con una salita verso Campi al 28°km. poi uno strappettino e via verso il traguardo.Invece è stata una delle imprese più difficili da portare a termine e certo, una delle più belle, la più bella per gli scenari naturali e per il clima amichevole dimostrato da tutti.Complimenti agli organizzatori e anche agli atleti che mi sembra abbiano capito benone lo spiritotrial e non abbiano sporcato il percorso.
Di solito non faccio trail, ma vedo che questo spirito di competizione non competitiva mi piace e seppur difficile la tecnica della corsa in collina richiama in me quelle sensazioni podistiche affinate molti anni fa con ferrate tridentine e discese dolomitiche.
Veniamo con ordine alla cronaca: 
giovedì tutta la family alter-ego felino compreso, si trasferisce a Poggio al Vento, in un appartamento dove regna il silenzio a dispetto del vento. Cena toscana superlativa in casa, ma con prodotti locali.
Venerdì, ore 7:00 sono già in assetto podistico per saggiare il terreno di 'gara' anche se già capisco che l'ecotrail - fortunatamente - non è una gara. Sgambatella in discesa poi in salita per 4 + 4 km. con formidabile cielo azzurro, assenza di traffico (il luogo è da eremiti) e trance podistica, bello, veramente bello, neanche troppo freddo, dato il terso mattino toscano.Si passa da famose cantine dal profumo di mosto, boschi, abetaie e sono solo al margine dell'asfalto, tanto per non complicare troppo il warm up, veramente bello e rigenerante.
Pomeriggio ventoso davvero, sia a Poggio al vento sia a Siena dove tutta la family ripassa storia dell'arte al cospetto della piazza più famosa del mondo.Dopo aver armeggiato per mezz'ora con la macchinetta del parcheggio (e così tante altre persone) arriviamo molto stanchi a casa anche perchè le stradine di notte sono suggestive ma stressanti.In compenso incontriamo un cinghiale e una volpe.
Sabato, mattina all'insegna del riposo, tranne 1km. di passeggiata alle cantine del Chianti, vino veramente ottimo, anche se sono astemio.Pomeriggio a Castelnuovo Berardenga, location della Eco.
Incontriamo subito Denise che ci invita il 6 novembre alla Eroica running maratona sulle strade bianche della famosa cicloturistica, ciao, forse,dipendentemente dagli impegni la facciamo, ma non c'è che da perdere la testa visto che il target è la MARA di Firenze il 27 novembre.

Simpatici gli amici della Bulletta soc. che organizza l'evento, mi danno il pettorale n.401, e il pacco gara con bottiglia di Chianti annessa.
Sontuoso il pasta party la sera, una cena completa con due primi arrosto affettati toscani e...cantuccini col vinsanto...cedo -volentieri- alla tentazione, ci mancherebbe e, percorsi i 15 km. verso casa ripasso mentalmente i momenti pregara...(1 - continua)

lunedì 17 ottobre 2011

ECOMARATONA DEL CHIANTI,L'HO FATTA!

TANTISSIME LE COSE DA DIRE E DA RICORDARE DI QUESTO FANTASMAGORICO W.E. PODISTICO. POI VI RACCONTO, PAZIENTATE ONLINE:NON APPENA RIPRENDO FIATO POSTO UN POST ENERGETICO!!!!

martedì 11 ottobre 2011

GRANDE PELO!

SONO SENZA PAROLE, MA LO SAPEVO CHE IL GRANDE PELO CE L'AVREBBE FATTA! TANTI COMPLIMENTI PER IL MITICO TRAGUARDO RAGGIUNTO!
MEGLIO DI ME HA COMMENTATO L'IMPRESA MITICOJANE, DA CUI TRAGGO QUESTO RACCONTO: PERGUSA DECAIRONMEN

domenica 9 ottobre 2011

VENIAMO ALLE COSE SERIE

IERI allenamento RUN DOPPIO.
Mattina partenza dal bagno 0, per lunghino, ricuorato dal GRANDE CHEF, per l'occasione in panni borghesi poichè oggi partecipa con STE alla MARATONA DEL GARDA.



TURQUOISE BEACH BAGNO N.3 RIMINI

 
Parto già con male ai quadricipiti, causa spinbike di ieri in palestra...mannaggia, Primi km. sopra i 5:00, non importa, l'importante è carburare, in questa fantasmagorica giornata di sole , ma con temperature intorno ai 18 gradi, ideale per correre.
Le Meridien,
LE MERIDIEN RIMINI

3°km. ancora guardingo, sopra i 5. Miramare km.7, comincio a trovare qualche turista con bici e sfrutto la scia sulla ciclabile che porta a Riccione. Lungomare di Riccione, TLIN, il garmin dice che son uscito dal letargo 4:50. Scatto verso metà 'gara' TLIN 4:40. Arrivo al giro di boa al porto di Riccione 

dove stanno facendo lezione sulle cose marinare ad un gruppo di scolari seduto sulla massicciata. Integratore del pacco gara di sab scorso, fontana per rinfrescarsi, tempo 2' e si riparte verso Rimini.
11km. 4:50, c'è il vento contro, ma mi sento meglio con le gambe, la preparazione triathletica non si addice molto a quella per la MARA. 12km. PEPENERO, 

l'insegna del famoso Night, cheesò, mi galvanizza con le sue girl, 4:30!! Di nuovo miramare, zona colonie abbandonate, 
COLONIE ABBANDONATE

TLIN, dietro a biciclette russe 4:30. 14km. folate in aumento, bassa ai 4:50.Bagno 100, ora è tutta una discesa di cifre 99,98,97....il difficile è lo slalom coi turisti che alle 11 occupano tutto il marciapiede, lo odio!
Tiro ai 4:40, vedo sulla traversa del campetto di calcio del bagno 55 S.Gelindo che mi dà la benedizione podistica....Ultimo km (volevo farne esattamente 20 ma sono 21), è incredibile come sembra di stare sempre lì.Bagno 0 TLIN, 21 KM. IN 1:44:32. Stretching e a casa dove assieme al warm up i km. mattutini saranno 25.

Pomeriggio, all'imbrunire (nel frattempo avevo fatto un bel giRobike con consorte,Parco Marecchia, 
FOCE FIUME MARECCHIA

Rimini, inizio ai 6:00, mi fa male la bandelletta sx, ma può succedere anche in gara per cui si va.HO la torcia per evitare di cadere in un buco, qui sotto il bosco più fitto non si vede già più niente.Difficile procedere,causa solita bandelletta.Faccio2 giri del percorso VITA e vado a casa a passo lento...poi, visto che il dolore era passato, riprendo, prorio sotto l'incrocio di casa e vado alla foce del Marecchia, bel tramonto rosso sul mare,

piano piano riprendo velocità ma non vado mai sopra i 5, concludo dopo aver fatto 7km. TOTALE GENERALE 25+7=32!!!

venerdì 7 ottobre 2011

DON'T FORGET

LA STRISCIA DI LAVA INDICA CHE SIAMO A KONA. DON'T FORGET (NON DIMENTICATE) DI SINTONIZZARVI SUL LIVE COVERAGE DELLA GARA PIÙ IMPORTANTE AL MONDO DI IRONMAN DALLE 24:00 ORA ITALIANA DI STASERA!

lunedì 3 ottobre 2011

DOMENICA RIMINI TRIATHLON FEST SECONDO ATTO

QUESTA VOLTA sono vestito in versione 'presidio', cioè, capparella gialla fluorescente, per 'aiutare' gli organizzatori della 'mia ' soc. T:D:RIMINI nell'effettuazione logistica del Campionato Italiano Tri Sprint a squadre,concorrenti della cat.ELITE maschile e femminile.Dany, mi ha comandato tutto ciò al pasta party di ieri sera:"presentati alle sette di domattina puntuale!". Così ho fatto, nella fredda e tersa  mattinata viaggio velocemente in scooter e mi presento in Z.C. Primi compiti della giornata:duathlonAlex mi ordina di mettere su i numeri di gara sulle rastrelliere.Siamo alla rotonda davanti a P.le Fellini, tra breve cominceranno ad aprire la Zona Cambio. Infatti entrano gli ELITE. Si vede Daniel Hofer, poi Secchiero, Casadei e gli altri. Si daranno battaglia in staffette da tre, sono 29 squadre che si contenderanno il camp.Italiano di Triathlon Sprint.
La partenza avviene dalla spiaggia, io sono in T1 all'uscita, dove gli atleti devono scegliere il percorso bike, a sx, poi devono lasciare la bici e in T2 prendere a dx per i due giri e mezzo famigerati.Gli amici di FCZ, il forum delle multidiscipline hanno detto che in molti hanno sbagliato percorso a causa del cartello con scritto secondo giro, quella era solo la svolta dell'arrivo. La questione però si è presentata dopo, per i circa 1000 concorrenti della TTT ( TEAM TIME  TRIAL) CHE si sono dati battaglia a partire dalle ore 13:00.
Mi sono spostato nella Z.C. dei suddetti concorrenti, il colpo d'occhio, sotto il sole implacabile delle 1000 biciclette tra cui molte da chrono è da record
 Ora la gestione diventa difficile, poichè i frazionisti, dopo il nuoto partono tutti e tre o anche quattro o cinque in cui è composta la squadra, assieme, in più molte persone che passano vogliono attraversare per arrivare in spiaggia e bisogna contenerle per evitare scontri!
La solerte giudicessa si prodiga in urla e consigli, io, la moglie (la figlia,persino che si è messa nella parte della 'controllora') e gli altri del 'presidio' Ci dannIaMo, fino all'ultima batteria alle 4:30 di pomeriggio.
Non so , forse la gara di ieri è stata meno faticosa, però come tutti gli anni, quando il T.D.RIMINI organizza, mi piace dare la mia modesta mano! é un evento superorganizzato alla maniera romagnola.Al pasta party ci sono le lasagne, poi da 'Rino'(SEMPRE GRANDE,CI SFAMI!) pandoro, frutta e integratori.Pensando agli atleti, circa 1200 stando scarsi nei due giorni più gli accompagnatori, tanto di cappello all'organizzazione e un arrivederci al prossimo grande evento!N.B. grazie a Giampaolo, Makka Peroni e Danilo coi quali si è 'tirato' fino a tardi in Z.C.
Oggi, lunedì è triste,come faccio senza triathlon?

domenica 2 ottobre 2011

RIMINI TRIATHLON FEST

RIMINI THRIATHLON FEST ovvero CAMPIONATI ITALIANI TRIATHLON SPRINT.
La frazione nuoto femminile
Questo w.e. si sono tenuti i campionati italiani di triarhlon a Rimini nelle tre gare di: 
01/10 INDIVIDUALI ASSOLUTI TRI SPRINT,
02/10STAFFETTA ELITE e TEAM TIME TRIAL . LA DIFFERENZA DEI SECONDI DUE È CHE LA STAFFETTA OGNUNO degli staffettisti compie da solo il proprio percorso nell'altra una squadra di tre o più atleti compie ASSIEME il percorso.
La distanza sprint è: 750m. nuoto/20 bike/5 run.
La gara Individuale è stata vinta da SECCHIERO ANDREA g.s. FF.OO.
Gli atleti totali di questa gara, tra cui io sono stati 633 (gli arrivati), io sono arrivato 533° ma sono contento perchè finalmente ho condotto una gara con determinazione e in progressione migliorando nella bike e soprattutto nella corsa.Il nuoto, una batteria con circa 200 persone che partono assieme dalla spiaggia è davvero spettacolare.esserci dentro è emozionante e un pò una sfida alla ricerca di un cmq libero di acqua dove non prenderle di santa ragione. Il mare è leggermente agitato, mucillaginoso, ma non ci si fa davvero caso,la lunghezza, con tutta quell'onda che ti sposta sale da 750m. a 1100m. calcolati col forerunner 310.Le boe una volta raggiunte vanno lasciate lì, guardando in controluce nella massa di braccia mulinanti dov'è l'arco di arrivo-nuoto.Poi si percorre la passerella e si arriva nella rotonda GRAND HOTEL per la T1 (transizione nuoto/bike).me la cavo benino, in T1 senza fare i soliti errori da principiante, mi vanno anche al 1° colpo le scarpe da bici che avevo già predisposto.
Inizio bike femminile
Purtroppo mi vengono subito dei crampi ai quadricipiti, forse per gli allenamenti intensivi run oppure perchè l'ultimo pezzo in acqua avevo praticamente camminato.Il secondo dei tre giri va meglio con due Faenza tri e un Mistral che mi aiutano a tirare sui 38km/h.Ci diamo i cambi regolari e al secondo giro notiamo una caduta, ci diranno poi con rottura della clavicola.Si continua, io tirpo per qualche decina di secondi, i faenza un pò di più arriviamo in T2 (seconda transizione bike/run), mi viene anche la discesa al volo, bene , scarpe cappellino e via per il run.Correre dopo la bike fa venire dolori lancinanti ai polpacci, ma bisogna respirare profondamente e prendere un ritmo
Il record di bici in z.c. nella giornata del ttt
almeno decente. Alcuni atleti li supero, altri non riesco a raggiungerli, anche qui sono tre giri fino alla punta del porto e ritorno, mi incitano fortemente CHEF e STE che ringrazio per l'adrenalina in più e per credere ancora in me come atleta dopo tutte le vicissitudini, taglio il traguardo in 1:22, finalmente tutto è andato come doveva, non c'è stato il tempone ma un'onorevole comportamento in gara consapevole che è il Camp.Italiano. Mica storie!da un calcolo fatto risulta che ogni minuto limato si risalgono circa 20 posizioni, quindi al lavoro e alle prossime gare.Domani resoconto altre batterie.

venerdì 30 settembre 2011

SPARTATHLON

ULTIM'ORA:
ALLE ORE 00.10 DELLA GRECIA (CORRISPONDENTI ALLE 23:10 ITALIANE) UN SOLO ATLETA È AL COMANDO DELLA MASSACRANTE CORSA PODISTICA DI 250 KM SPARTATHLON, SULLE ORME DI PHIDIPPIDES: L'ITALIANO IVAN CUDIN, CHE È PASSATO CON OLTRE UN'ORA DI VANTAGGIO AL CHECKPOINT 58 KM.189 SUL GIAPPONESE SAKAI YUJI! Seguite i LIVE DATA AL SITO: SPARTATHLON

lunedì 26 settembre 2011

l'altroIERI GRANDE GIORNATA DI SPORT!

IERI, un tantino in defa,L'altroieRI, grande giornata di sport e solidarietà.
veniamo con ordine:
Mattino: allena BIKE in pianura, 4 giri del percorso TRIATHLON SPRINT DEL prossimo sabato A RIMINI. media 35KM/H, sul lungomare, km.33 in 49'. Alle ore 9 già un sacco di movimento, grazie alla fantasmagorica giornata di sole, non tanto caldo, turisti che attraversano la strada E ben tre posti di blocco delle forze dell'ordine!!!IN BIKE È Un bell'andare, anche se, dopo l'allena SWIM dell'altro giorno a RSM e il conseguente rientro in VESPA (50km. ) A tarda sera HO avuto un pò di risentimento alle vie respiratorie.Alle 10:00 i 'polleggiati' atleti del T.D.RIMINI si fanno vedere e ingaggio con loro brevi duelli in ripetute bike sui 10km.


Pomeriggio:FIACCOLATA VOTIVA da BORGHI A RIMINI-S.GIULIANO.KM.25.
Chiesa di San Cristoforo - Partenza
Nel paesino di Canonica si incontrano carretti di buona uva sangiovese
Siamo un discreto gruppetto,una ventina, ma alcuni faranno delle frazioni di percorso di circa 6km. Mirko, Ste,Chef,Luca e io facciamo un combinato di allenamento quindi andiamo diretti a Rimini.
Si parte con la fiaccola, sempre un ' emozione tenerla ben alta, anche perchè il calore è notevole.Correre col braccio alzato affatica molto, ma fortunatamente c'è il cambio e quindi si sopporta meglio.
Dopo il paesino di Canonica, con un pò di discesa e salita si arriva al primo cambio, un gruppo fresco arriva, gli altri vengono portati giù in auto, noi continuiamo.

I vigneti sopra Santarcangelo
     Arriviamo in pianura, a SANTARCANGELO DI Romagna,sono 10 km. fatti sopra i 5 al km. Ora le stradine di campagna lasciano il posto alla statale, fondamentale è la scorta dell'auto della protezione civile e delle bici.

Le giornate si accorciano e siccome siamo partiti oltre le 17:30, non sappiamo se riusciremo ad arrivare all'ora stabilita a Rimini per l'incontro con gli altri familiari e bambini per il percorso al passo. Chef e Ste, hanno una buona idea:si comincia a tirare sotto i 4:50 al km, con la protesta del gruppo che si allunga dietro, soprattutto in zona cavalcavia dell'autostrada.Da Viserba si passa a Rimini, non dopo che la fiaccola è passata in mano ai giovani, ma è notte, dovremo attraversare il Ponte di Legno sul Marecchia e rientrare per le viuzze del borgo fino a San Giuliano, dove una folla impaziente ci attende! 
La cosa ci riesce bene, abbiamo dato una bella sveglia  al gruppo, sennò che gusto c'è?Arriviamo a SAN GIULIANO BORGO - RIMINI, detto il borgo  con tutti i cittadini del borgo, detti borghigiani, a fare il tifo per noi, soprattutto ai ragazzini under 18 che hanno fatto in tutto o in parte questa bella 'podistica'!
Stand gastronomici all'arrivo segnano il recupero di carboidrati e con una bella piadina e sangiovese ci si rimette in sesto.Gli allenamenti lunghi:fossero tutti così!

martedì 20 settembre 2011

SOLO UNA CONSTATAZIONE

RIMINI - BASSANO ( Photo Bress)
DAL POST DEL BRESS SULLA MEZZA DEL BRENTA (IMMA A DX), LA CERTEZZA CHE BASSANO SI È CLONATA CON RIMINI (IMMA A SX)!!!!!!!    (?)

lunedì 19 settembre 2011

PENSO POSITIVO

PENSO POSITIVO
DOPO IL TRIATHLON NOSTRANO (BELLE LE FOTO DI MJ!!!), TANTI ALTRI APPUNTAMENTI.....PRIMA IL RIPOSO, POI L'ALLENAMENTO DI QUALITÀ.....PENSO DI DIVERTIRMI, PENSO POSITIVO.....:-)

domenica 18 settembre 2011

DOVEVA ESSERE UN BELL'ALLENAMENTO E LO È STATO!


 IERI arrivo trafelato alle ore 9:55 a Gabicce, dopo una corsa in auto da Rimini, prendendo l'autostrada.La partenza del TRIATHLON NOSTRANO è proprio imminente, ma visto che io e un altro concorrente stiamo armeggiando in Zona Cambio, lo speaker prende tempo spiegando il percorso. Io purtroppo mi salto la spiegazione come al solito (e questa la pagherò) causa smarrimento scarpe da bici (e anche questa la pagherò)!
Giusto il tempo di indossare occhialini e cuffia (sempre mettersi la cuffia) e, in una assolata spiaggia di Gabicce avviene lo start della decina di prodi che hanno accettato l'invito del nostro ospite/cerimoniere MJ Miticojane.
Frazione nuoto come da mappa:


Gabicce beach

Arrivo alla boa in testa (ma tanto non si vince niente,è un allenamento!), pari merito con un altro, esce prima dall'acqua una atleta del Surfing shop (Pelo, sei al lavoro?), ma ha tagliato un pò il percorso, non passando al secondo paletto immerso nell'acqua.Esco dall'acqua, sto attento a non scivolare perchè la passerella è di gomma e mi metto le scarpe da run, poi inforco la bici e...non so dove andare!?
Il secondo cerimoniere amico di MJ mi urla di seguire un primo tratto contromano in salita poi andare avanti...Mi raggiunge la partecipante del Surfing, mi aggrego, ma all'altezza della statale sbagliamo per la prima volta strada non comprendendo bene il percorso giusto...vedi qui...

La frazione Bike:
28 km ondulati tutto asfalto con molto "mangia e bevi" D+ 333

Usciti dal centro di Gabicce si prende la Statale Adriatica destinazione Pesaro, appena inizia la superstrada a 2 corsie, girare a DX x una via secondaria parallela alla statale, arrivati in cima alla Siligata, dopo 7 km, ci aspetta la discesa, dopo 3 km bisognerà girare a SX e salire sulla Panoramica, presso il distributore che vedrete sulla Vostra SX, poi arrivati all'incrocio in cima girate ancora a SX direzione Gabicce Mare.



Veniamo raggiunti da un terzo partecipante, poi sulla strada verso Pesaro rimaniamo da soli non sapendo se tirare al massimo o aspettare rinforzi.Arriviamo alla Siligata e ci vediamo provenire dalle retrovie Mercurio da Corsa, il forte ciclista che ha abbandonato ormai la vecchia passione del podismo per questa nuova 'droga' delle bici da corsa sempre più performanti e 'tirate'. Ci passa un primo momento, poi lo ripassiamo verso la 'boa' di Pesaro.Ora si ricomincia con la salita vera della panoramica, io cerco di amministrare, sono terzo, ma sarei virtualmente primo perchè Mercury si è aggregato dopo e la Surfing shop sarebbe squalificata(ma tanto non è niente, solo un allenamento!).Certo che i due viaggiano, in salita,io fatico anche perchè non riesco ad andare fuorisella a causa che ho indosso scarpe da running e non da bici . A Fiorenzuola mi affianca Filippo, va anche lui, ora di nuovo discesa, mi serve per avere un riferimento per la linea da tenere.Arrivo in T2, crampo causa scarpe running, oltretutto vado a dx e non a sx non riesco a trovare la spiaggia della z.c., snon tutte uguali, d'ognimodo dietro non si scorge nessuno, ho un bel vantaggio, sarei ancora secondo.Vedo Filippo e gli altri iniziare la terza frazione il cui percorso è cosi':

La frazione Running: 7 km ca. asfalto/sterrato/sabbia prevede l'ascesa fino a Gabicce Monte per arrivare poi a Vigna del Mare; ritornando dopo la Vigna si gita a DX, si fà il sentiero che sbuca al rist. Sorrento, appena inizia la salita si gira di nuovo a DX, si fà un breve ma ripido strappetto e si entra a Gabicce Monte, sulla DX troverete una fontana, si scende da Gabicce Monte attraverso il sentiero ripido in mezzo al bosco, si trova sotto il parcheggio ed il finale avviene sulla spiaggia.

Percorso run
Ricupero secondi preziosi poichè non devo cambiare le scarpe, ma prendo la strada in salita del lungomare, non avendo più contatto visivo con gli altri devo seguire le frecce sull'asfalto.Bella salita quella della Baia Imperiale,poi gabicce Monte, se devo fare 7 km. sarei quasi a metà, allora cerco delle frecce per il rientro, le trovo al Bel Sit, c'è scritto bello in grande TRI, faccio un giro cercando la famosa stradina del percorso spaccagambe in un orrido dirupo già decantato da MJ, non lo trovo, perdo minuti preziosi (ma tanto non si vince niente,è un allenamento!), mi fermo contro il dirupo, qui non c'è strada, chiedo anche a turisti stranieri che mi dicono informazioni sbagliate.Mi metto a sedere e medito di tornare a casa.Ad un certo punto vedo due corridori e gli stò dietro, imprecando poichè le posizioni sono ormai perdute!!!!!!Ritorno a fare la salita, ma ne ho già fatte due in più!!!!!, sto con Maio, il secondo corridore che mi precede per 2'', poi nella salitona lo supero, è fatta mi dico, ma è meglio non fare mai questa affermazione (le...partite finiscono 1' dopo il fischio dell'arbitro). Due cartelli dietro ad un cancello, con sopra una freccia fatta col pennarello mi 'invitano' al km. VERTICALE, storta in discesa sulle radici, tronchi ad altezza testa....mi dispiace, ma visto che piega ha preso anche questa gara, che poteva essere anche molto divertente, chiudo il gas e a passo di lumaca concludo questa fatica col tempo di 1:54:28 avendo percorso almeno 1km in più in bike e 2km in più in salita RUN! CIRO, la prossima volta arriva primaaaaaaaa!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails