martedì 27 aprile 2010

TUTTO È RELATIVO, PENSATE POSITIVO


Quando faccio le mie 'imprese' alle GRANFONDO, poi metto nei post tutta la rabbia di quello che mi è capitato in gara...allenamenti saltati, imprevisti, ultimo in griglia...ecc.ecc.
Quando, il giorno dopo rileggo il tutto, è come vedersi dall'esterno, tutto cambia,i risultati non sono male,l'importante è partecipare...ecc.ecc.
Bisognerebbe avere lo stesso sguardo dal di fuori anche in gara:'se stai affrontando la salita e non hai rapporti più agili,pensa che ci può sempre essere qualcuno messo peggio, che ha forato o si è ritirato".
In fondo abbiamo 'pagato' per sudarci dal primo all'ultimo kilometro della nostra corsa, non credo che vogliamo che qualcuno ci metta la passatoia rossa se no che gusto c'è?
Per gli infortuni, io ho passato 3 mesi del 2008 con le bandellette 'bruciate', mi sono salvato con la rotazione nuoto bici palestra, comunque con gli infortuni ognuno fa capo a sè.
IN DEFINITIVA ....tenete duro! L'importante é CREDERCI!!

Per la cronaca, stasera 30' di corsa lentissima...la bici di domenica, la prova sotto sforzo e il nuoto di lunedì mi hanno sfiancato.CIAO.

lunedì 26 aprile 2010

TUTTO O,K,PENSA POSITIVO

Dopo la 'batosta' di ieri, almeno i riscontri medici della prova sotto sforzo vanno benissimo!Ci vuole un pò di incoraggiamento, anche se non hai risultati esaltanti, almeno STARE BENE, penso sia un risultato IMPAGABILE.
Inoltre, in serata, defaticamento in Piscina a RSM.Ciao a tutti, pensate positivo!

domenica 25 aprile 2010

TUTTO è RELATIVO


Tutto è relativo...Mi riferisco allla GRANFONDO DI CICLISMO DI GUALDICCIOLO REPUBBLICA DI SAN MARINO, effettuata oggi...Vediamo perchè.


Ore 6.50 dal Ponte di Tiberio di rimini, io e Andrea, partiamo per la strada marecchiese, la partenza è alle otto quindi non c'è tanto da aspettare. Ci facciamo 25km. calmi calmi (per Andrea) e alle otto meno 10 mi dispongo in griglia.Purtroppo il sistema delle griglie di partenza non è molto valido.Io sono il n.655 e dovrei stare nella prima parte dei partenti, invece, con una strana prepartenza, parto praticamente ultimo.
Alcuni li supero nel collegamento marecchiese passo Siepi, la prima delle salite che faremo, che io ho sempre chiamato la "cantina".Discendiamo verso Ponte uso, poi Poggio Berni, Ponte Verucchio e qui si sale a verucchio paese. Prendo la salita un pò troppo pimpante, Andrea va in avascoperta ancora più forte, allo scollinamento mi aspetta meraviglianosi della mia 'rapidità'.Discesa per galazzano poi sulla supestrada di San marino inizia una lunga salita di 10 km. per Domagnano, il punto di ristoro.L'ho fatta tante volte, però oggi tra tutto sono già a 80 km. tirati, fin qui siamo stati in gruppo, ma ora rallento perchè proprio non riesco a trovare il mio passo.Mi fermo; anche Andrea mi da prodighi consigli, e lo ringrazio davvvero poichè solitamente chi è esperto di bici non rivela i suoi segreti volentieri. Qui mi saluta (ha impegni domenicali), io continuo ma proprio piano, salendo da solo le rampe stradali straniere, cioè sammarinesi, cercando di scorgere dietro la curva il ristoro.Dopo 1000 peripezie arrivo, mi fermo anche perchè intanto è passata la macchina di fine gara.Altri concorrenti hanno visioni varie, uno chiede alla signora delle piadine un materasso per dormire!
Via, ora è discesa mi dici, infatti i primi 200 m. sono discesa poi comincia di nuovo la salita. spiana verso faetano poi da montegiardino ancora 5.5 km. di salita! Mi fermo per stretching, non so neanche se continuare, però si, in fondo anche se vado giù devo sempre farmi km. e km. verso casa.
TUTTO è RELATIVO, dicevo.Se prima pensavo di andare piano ora vado da lumaca, col rapporto più agile nella più assoluta desolazione dei luoghi. Ora è uscito il sole, dopo che oggi abbiamo raccolto tutta l'acqua delle piogge recenti.
SITUAZIONE SURREALE nei film a questo punto appaiono i sogni o gli incubi più strani.Mi viene in mente il bellissimo film su BRUCE LEE dove in sogno deve sconfiggere i demoni.
Qui c'è da sconfiggere la cottura, sperando di arrivare in cima.Non so quanto ci ho messo ma ce l'ho fatta.
Ma, dopo un pò di discesa ecco la mMAZZATA FINALE: altri 3km. di salita a tornanti per Chiesanuova.Sono al km. 80 considerato tutto 105, 10km. al traguardo, ma un muro mi separa da lui.TUTTO E' RELATIVO: se noon riuscirò neanche a classificarmi, almeno servirà come allenamento di cocciutaggine mentale.
Uso la tecnica del 'framing' che in parole povere vuol dire mettersi in testa delle mete vicine e frammentare così lo sforzo complessivo. a livello cardiaco non supero mai i 150 battiti, però le gambe sono indolenzite.
Insomma, riesco anche in questa impresa, in barba a quelli del percorso lungo che stanno arrivando da dietro dopo aver fatto 156km.
Sorpasso in salita anche due altri colleghi, poi mi butto a capofitto nella discesa finale, e che discesa almeno 22% di ripido muro.
taglio il traguardo di questi 91km. in 3ore 51', e dire che quasi l'ho fatto con l'unico pensiero di restituireil chip di cronometraggio sennò domani dovevo tornare sù!!!???Delle volte si fanno certi cortocircuiti mentali.
PASTA PARTY poi a casa dopo 151km. e quasi 6 ore di pedalate!








mercoledì 21 aprile 2010

T.A DEL SAN BARTOLO III PARTE


Domenica 18/04/10 ore 10.12

 

Arriviamo tutti in gruppo al Ponticello del professore, non si capisce quale studente abbia buttato nel burrone il professore, poi risaliamo per Fiorenzuola di Focara famosa per le vicende narrate da Dante nella Divina Commedia relative a Malatestino Malatesta che da questa rupe fece 'volare giù' i 'due maggior di Fano...




siamo a 15 km. , Mj sceglie sempre con criterio i percorsi, cioè, più è in salita e sterrato più va bene...


corri, corri, si va verso il pezzo forte del TRAIL: la salita per la rocca di Gradara, ma per questo, dobbiamo ritornare a Gabicce e, prima di Case Badioli, sulla sinistra, svoltare fino alla ferrovia.
Io sto bene, ho cercato di risparmiarmi il più possibile, è la prima volta che affronto i 30k. per di più in salita.
Alcuni hanno desistito, siamo rimasti in otto, ma nel tragitto per Gradara, incontriamo il forte podista locale Ardeatini.Facciamo ingresso trionfale in Gradara, dopo aver affrontato la salita...





Sulla porta del fantastico castello malatestiano ci facciamo scattare una bella foto che testimonia dell'impresa...







Io, invece di essere stanco, comincio a straparlare per l'euforia, l'amico di perugia, invece, accusa, in discesa un crampo che lo condizionerà per il resto della corsa.
Mercurio si offre di accompagnarlo, mentre io e MJ corriamo alle macchine eventualmente per tornarlo a prendere...





Al grido di chi si ferma è perduto corriamo gli ultimi otto km. in discesa e in pianura, verso il Tavollo, così provo anche un pò di allunghi...




Così concludiamo l'opera in un tempo totale di 3h 51' 57, il Garmin segna km. 28.90 alla media di 8.02/km. max.3'52/km.


Dopo poco tempo vediamo anche arrivare Mercurio con l'amico di Perugia...bravissimo a tenere duro!
Poi tutti al pesce azzurro, ristorante di pesce del parco le navi di Cattolica.
E' vero, mi ritornano in mente le parole di MJ...


:''se fai un Trail poi non te lo dimentichi più e ne fai un altro!''.
Infatti viva Spirito TRAIL ...SPIRITO LIBERO!


Per la cronaca di oggi mer. 21/04 segnalo allenamento defaticante (evviva il nuoto,anche) in piscina a SanMarino, ciao IronAndrea, ciao Giorgio!

SEMPRE AVANTI CON LO SPORT!!!
GUARDATE QUI LE FOTO DI mITICOjANE

martedì 20 aprile 2010

T.A DEL SAN BARTOLO E ALTRE QUESTIONI

Prima della seconda parte del resoconto sul MITICO T.A. DI DOMENICA SCORSA ecco alcuni aggiornamenti di oggi:
causa tagliando auto oggi ho fatto tutto con la bici (la sempreverde Holdfast1), e dire che dovevo andare anche a Riccione e a Viserba nel pomeriggio; totale 31 km. buoni per smaltire le fatiche del T.A.Tempo buono, caldo davvero.
Poi sono stato dall'Osteopata, che ha consatato i miglioramenti nella corsa...spero di mantenere la..dote di migliorie di queste 2 fantastiche settimane di corsa.
Veniamo al resoconto:
DOMENICA 18 aprile ore 9:00 Vallugola


Si procede tutti in gruppo...



, abbastanza spediti, diciamo a 5.40 5.50/km. 

MJ ci guida su per un dirupo, c'è anche la corda per scalare...

,ma la vetta ci ripaga delle fatiche, siamo in cima alla rupe di Vallugola e si gode di un panorama stupendo...

Ci fermiamo per alcune foto di rito...


siamo sopra al  porticciolo turistico di Baia Vallugola, famoso anche perchè qui viene a ritemprarsi dalle fatiche motociclistiche il Dottor Valentino Rossi; arriviamo nella spiaggetta, qui è solo sabbia ma per un piccolo tratto, poi, sotto il paese di Casteldimezzo diventa tutto pietraia per almeno 5 km.
All'inizio è divertente, poi diventa difficile stare in piedi e le caviglie sono sollecitate, procediamo sparpagliati...


a metà strada tra la frana e il mare. Mercurio sta in avanguardia, attentissimo a dove mette i piedi, non come me, che, per prendere una barretta dallo zaino, scivolo con le scarpe senza più grip! Fortuna che sono scivolato su un pietrone grande e liscio, quindi mi rialzo subito, niente di rotto, si continua, del resto qui non sapremmo proprio come fare a ritirarci...siamo in ballo e...balliamo!
Mi affiancano gli altri corridori, vedo il magico e pimpante Don Savino che sgambetta come un sedicenne...
Poi raggiungiamo un ristorante che io avevo già visto una volta quando avevo fatto la costa in canoa, lo ribattezzo il'Bar sotto il mare' come nel libro di Stefano Benni, visto che qui siamo quasi sotto il mare...


Saremo al decimo, 11°km. solamente, non sono stanco fisicamente, ma questi sassi...


mi hanno stancato.
Prendiamo le rampe per la salita e sono felice di cambiare il terreno. Saliamo per Fiorenzuola di Focara dove, mi dicono ci sarà il passaggio del 'ponte del professore'...(2 - continua).
 
guardate qui la corsa sulla spiaggia

lunedì 19 aprile 2010

T.A DEL SAN BARTOLO


Per me è stata veramente una bellissima avventura! 
Mi riferisco al T.A di MITICOJANE svoltosi ieri nel parco naturale Monte San Bartolo tra i paesi di Cattolica,Gabicce e Gradara.
Mi sono divertito molto e i 30 e passa kilometri con un dislivello positivo (D+) di 1000m. sono riuscito a farli quasi che non me ne sono accorto, grazie al supporto organizzativo, fisico, morale, gogliardico di Miticojane e dei suoi amici tra i quali un agguerritissimo e mai domo MERCURIODACORSA!
MI è piaciuta molto l'atmosfera di questo SPIRITO TRAIL, diversa dalle solite competizioni, ma proprio per questo molto coinvolgente vuoi per i bellissimi scenari tra terra e mare, vuoi per l'affiatamento con i suddetti 16 eroi compagni d'avventura.
Bando alle ciance se no mi commuovo e, per chi avrà la bontà e la pazienza di seguirmi, ecco qui una cronaca dettagliata dell'evento.


Domenica 18 aprile 2010, ore 7.00 - Rimini.
Mi sveglio con un gran mal di testa, forse colpa della 'festicciola' di ieri sera, forse anche perchè non ho dormito molto.
Guardo alla finestra, quasi piove, cielo coperto, boh, cosa faccio....
Con la confusione di ieri sera mi sono dimenticato di preparare i vestiti e le scarpe...
Tra andare e non andare, tra il fare e il non fare, meglio scegliere il fare anche se come dice il detto chi fa...falla.
Ore 8.00 Rimini.
Prendo l'autostrada a Rimini Sud
Ore 8.15 - Supermercato Tavollo - Cattolica
Sono arrivato in un quarto d'ora, ebbene si.
Vedo MiticoJane (d'ora in poi MJ), Mercurio da Corsa saluto loro e tutti gli amici e puntuali alle 8.30 partiamo.
Passo regolare ma guardingo verso Gabicce Monte, ci attendono parecchie ore di corsa: nel gruppo riconosco Sergio che avevo visto ad una gara, poi ci sono due amici di Perugia...


MJ ci incita alla corsa...
Rimango nelle retrovie appena si cominciano a salire le scalinate che ci portano ai sentieri, mi metto a conversare col grande Don Savino le cui gesta di podista incallito ho letto sui blog più svariati...

Mj dice che questo sentiero è di recente costituzione, serve per arrivare dritti dritti a Gabicce Monte.Attraversiamo il silenzioso paese ancora avvolto dalle nebbie del mattino e ci gettiamo a capofitto...


verso il primo scenario mozzafiato: il mare Adriatico visto da almeno 300 m. s.l.m.!...

Ancora il tempo non è dei migliori, non fa freddo ma è umido, è piovuto per parte della notte e i sentieri sono scivolosissimi, io ho le Mizuno wave Rider normali, vanno benissimo, ma dopo capirò a mie spese che una scarpa adatta al TRAIL ci voleva (1- continua)

domenica 18 aprile 2010

TRAIL AUTOGESTITO SAN BARTOLO


Finalmente ecco le foto del bellissimo e fantasmagorico Trail Gabicce, San Bartolo e Gradara di 30km. organizzato da MiticoJane e dai suoi che abbiamo fatto oggi.
Andate QUI per le foto, a domani i commenti! CIAO.

giovedì 15 aprile 2010

BELL'ALLENAMENTO CORSA

ALLENAMENTO CORSA alle ore sei di sera: prendo la ciclabile, giornata ideale, c'è un pò di vento ma nell'entroterra non si sente. Dopo 2 km. arrivo al guado sul fiume Ausa: con le recenti piogge si è ingrossato l'alveo fluviale, devo guadare davvero, su alcuni sassi cercando di non cadere nella fanga. Risalgo l'argine del fiume e mi faccio 4,5 km. immerso nella natura: poche MTB, posso astrarmi da tutto e cercare di capire come sono messo coi piedi. Nel pomeriggio sono anche andato nel negozio di Max, via XXsettembre a Rimini, per comperare le scarpe da trail, le MIZUNO CABRACAN MA NON aveva l'11 di numero, le ho ordinate, ma oggi ho corso con le solite MIZUNO WAVE 12 senza i plantari.
Un pò di fitte al solito piede dx, mi sono imposto di non 'pestare' troppo con l'avampiede, poi come ha detto l'osteo/ostico devo stare più su con la schiena in modo da scaricare i pesi...4.40/4.50km. arrivo in zona polveriera ed è tempo del rientro.
Ora il vento è in faccia ma la leggera pendenza positiva aiuta. 'Tiro' fino al guado di prima, poi 1 km. di cooldown, poi a casa per stretching per i polpacci...
Non benissimo in generale, comunque i tre allenamenti di qs. settimana stanno funzionando, e dire che li ho fatti in 'pazzi' ritagli di tempo.
Tot di oggi km.11.27   in 1h 27 alla media di 5:30 km. meglio 4:16 bpm. 133
tot. martedi km.5:27 in 27:43 alla media di 5:09 km. bpm 131
tot lunedi km.4.40 km. in 26:55 alla media di 6:07 km. bpm 130
TOT GEN. KM. 20.94 IN 3H 05

martedì 13 aprile 2010

ALLENAMENTO A TUTTI I COSTI

IERI LUNEDÌ, allenamento alle sette di sera. Dopo 9 ore di lavoro tra disegni e riunioni, non vedevo l'ora di fare una sgambata. Ero a Viserba, pochi km. da Rimini e mi ero portato il cambio in macchina. Subito in parcheggio, via la giacca e cambio d'abito, arriva uno col cane e si ferma proprio sulla ruota a fare i bisognini...chissà cosa avrà pensato (il cane). esco dall'auto, freschino ci saranno 8 °, fa niente si va. vado verso il mare circa 500m., c'è vento, torno verso monte e mi ricordo del vecchio PERCORSO DELLA FOSSA DEI MULINI. evito alcune auto che mi fanno dei 'peli assurdi', imbocco la stradina che porta a monte. Prima vedo un vecchio mulino in pietra e mattoni poi il fantasma di cemento della corderia. Continuo passando sotto il cavalcavia della statale...ora si vedono i campi coltivati a grano di un verde intenso, sensazioni buone, bella l'atmosfera del crepuscolo, mi fermo per fare qualche foto col cellulare, non ho lasciato nè chiavi nè cellulari in auto, visto che te li possono rubare e andare a svaligiarti la casa (capitato purtroppo).
Torno indietro dopo aver fatto un pò di stretching. Dopo la stradina si ritorna nella 'metropoli' balneare, auto che ti stirano nella semioscurità...pericoloso. Vado nel parcheggio e davanti agli occhi esterrefatti della anziana casellante, faccio 10 allunghi di 60/80 metri.
Ci voleva proprio questa seppur ristretta mezz'ora di allenamento, senza plantari, come ha consigliati l'osteo/ostico e senza pensieri.CIAO.

venerdì 9 aprile 2010

AVVISO DI CICLOTURISMO

DOMENICA MEDIOFONDO DI CICLOTURISMO: PERCORSO BREVE CIRCA KM. 50 PERCORSO LUNGO CIRCA KM. 80.
PER INFO GUARDARE NEL SITO UDACE QUI
iscrizioni dalle 7.30 €3 partenza ore 9.00 da BESANIGO vicino Riccione - Rist.Torre Folk

N.B. STRANO COLOR 'MARCIO...NONDICOALTRO' DI 'STO BLOG...PERÒ...PERÒ...ATTIRA!!!!

SENSAZIONI A FREDDO


So che più che altro è una comunicazione a favore di sè stessi, però, ho visto molta solidarietà nei vs commenti, di cui vi ringrazio,allora vi parlerò delle sensazioni A FREDDO.
Dopo 6 ore di sonno, avverto qualche dolorino agli avampiedi, però quasi quasi l'avevo anche col plantare, quindi, provo così, poi se non va potrò sempre provare scalzo come Abebe Bikila...
Ho forse commesso qualche errore nel posizionare i plantarini delle MIZUNO WAVE RIDER 12 che avevo riposto nell'armadio da tempo...forse le ho usate con le solette delle ASICS GEL STRATUS...alla faccia delle sperimentazioni.
Essendo più seri, oggi al lavoro pensavo che probabilmente il dolore agli avampiedi dipende da un atterraggio troppo in avanti, tipo corsa in pista, quindi proverò a stare un pò più arretrato.
ieri ho notato un miglioramento soprattutto nella parte alta del dorso e della cervicale, quella che L'ostico/osteo mi aveva scriccato!
Scusate il bollettino medico, ma ....ve tocca! Anzi, ri- grazie per la solidarietà, a forza di prove da qualche parte arriverò.

N.B. Le sperimentazioni continuano anche col colore del blog....non è il mio preferito, ma ora non posso cambiarlo, poi, se mi arriveranno molti pomodori marci addosso allora uno sforzino per cambiarlo lo farò, ma ora non ho tempo!Ciao.

giovedì 8 aprile 2010

CORSA...FINALMENTE!!!!

Non vi parlerò dell'allenamento nuoto di martedì pomeriggio, non vi parlerò dell'allenamento nuoto di ieri sera, surreale alle ore 21.30, ma vi parlerò del ritorno alla corsa -oggi- dopo 1 mese di stop.
L'osteo - ostico, si è rivelato invece buonista e mi ha concesso di tornare alla corsa con i ritmi che meglio credo, e udite, senza plantari di zavorra.
Sensazioni dopo 46' di libidine podistica sul lungomare di Rimini? Abbastanza buone! Dolorini un pò sparsi dappertutto e diversi dal solito come quando si provano le scarpe nuove...nel complesso prova positiva. Vi farò sapere dopo qualche -non troppe- ore di sonno.

martedì 6 aprile 2010

NUOTO A SAN MARINO

NUOTO A SAN MARINO

OGGI parto per l'estero (Repubblica di san Marino), perchè alla piscina di Riccione non mi rispondono al telefono (forse a causa di campionati primaverili).
Arrivo al Multisport di Serravalle vicino allo stadio olimpico e faccio la tessera per tutta la stagione. Premetto che ho già speso 50 € per l'abbonamento a Riccione, qui abbiamo come Triathlon Duathlon Rimini la convenzione: veramente economica l'entrata singola = 2 €, veramente una salassata l'abbonamento 100 € (valido per fortuna per 50 ingressi).
Piscina lunga 50 m. qui, non come a Riccione che c'è sempre il ponte, voglio fare sul serio e cercare di sbloccare i tempi di 'sto nuoto.
Mi serve tutto: la velocità e la resistenza per qualche triathlon Olimpico: speriamo.
Mezza piscina gremita da una squadra di ragazzi tedeschi, corsie dalla 1 alla 5 disponibili.
Warm up di 250 metri. Poi provo la tecnica, ci avrò lavorato ore e ore: è meglio l'ingresso in acqua di tutta la mano che avanza davanti a te oppure è meglio provare l'ingresso della mano di taglio?
E' meglio inarcare molto la schiena e far lavorare i lombari oppure stare più 'dentro l'acqua'?
Boh, dalla prossima volta affitto un esperto,giuro!
Se ne va la prima mezz'ora, la vasca lunga aiuta a fare un certo ritmo, ci sono pochi incroci anche se io vado sempre ad ammaccarmi sulla corsia il gomito destro.
Provo i 100 m. s.l. al fantastico tempo di 2'05''!!(?). Faccio una decina di 100m. intervallati da 20" di riposo, poi un pò di fondo 250m. a ritmo medio, poi 250m. a ritmo blando allungandomi nell'acqua. Totale 1600 m.Il tempo preciso non lo so ma i 250m. li facevo in 8'55''.
ANCHE QUI CI VUOLE COSTANZA E SOPRATTUTTO allenamento, allenamento, allenamento. Mi riprometto di tornare domani sera con i MASTER, anche se è dura tornare indietro alle 11 di sera!

lunedì 5 aprile 2010

RICETTA DI PASQUETTA

PER LA RICETTA DI PASQUETTA ANDATE QUI...BUON APPETITO E BUONE VACANZE (MI DISPIACE PER CHI DOMANI LAVORA)!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails