venerdì 5 marzo 2010

MUNDIALITO FEMMINILE DI TRIATHLON RAPIDO

RIPORTO DAL SITO FITRI:
Primo Piano: Si è corso domenica 28 a Niterói, Río de Janeiro (Brasile), il 10° "Mundialito Feminino de Triatlo Rápido". A parteciparvi, 6 squadre composte da 3 triatlete ciascuna, tra cui il team italiano.
La prova si componeva di tre gare di "Triatlo Rapido" separate di 15 minuti una dall'altra; tutte e 18 le triatlete sono partite insieme nuotando per 250 m, pedalando per 3.600 m e correndo per 1.200 m. La prima classificata conquistava 19 punti e poi via a scalare tutte le altre. La classifica finale è stata stilata sommando i punteggi conquistati da ogni singola triatleta per la propria nazione.
La squadra italiana era composta da Daniela Chmet, Marta Gaiardelli e Monica Cibin; le azzurre, trascinate da una Chmet scatenata, capace di conquistare un 2°, 1° e 3° posto nelle tre batterie, sono riuscite a conquistare il gradino basso del podio, a un passo dalla Russia, capace nell'ultima decisiva prova con un perfetto gioco di squadra, di aggiudicarsi l'argento.
Vittoria conquistata dalle beniamine locali brasiliane, con la giovane Pâmella Oliveira (campionessa brasiliana U23) capace di vincere la prima e terza batteria e di prendere l'argento nella seconda. Molto bene si sono comportate anche le sue compagne di squadra Vanessa Giannini (in evidenza negli Ironman 70.3) e Flavia Fernandes (pallanotista che ha giocato anche nel nostro campionato).
Veramente spettacolare l'evento organizzato dall'emittente verdeoro Rede Globo, che ha invitato le squadre, fornendogli addirittura i body da gara: le strutture erano da Coppa del Mondo, il pubblico in visibilio e la diretta tv ha visto 15 milioni di brasiliani incollati al televisore!
Marta Gaiardelli si è detta soddisfatta: "Bellissima esperienza, organizzazione da Coppa del Mondo. Un entusisamo incredibile, ci hanno festeggiato prima, durante dopo. Sono contenta della mia prova, ho fatto una buona prestazione e sto bene, sono fiduciosa pr questa stagione."
Contento per la prova del team azzurro, Simone Biava, tecnico e accompagnatore: "Alla vigilia della terza batteria eravamo a un passo dalle seconde, le atlete Russe. Poi loro sono state brave a fare gioco di squadra e ad aggiudicarsi l'argento dietro un inafferrabile Brasile. Incredibile il calore e il tifo della gente, nel post gara ci hanno preso d'assalto per fare autografi e fotografie."

(Dario Nardone)

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails