martedì 16 marzo 2010

DOMENICA 14 MARZO 2010 DUATHLON SPRINT - RIMINI

DOMENICA, fresco fresco dalla montagna, e senza allenamento di velocità, mi sono recato ad onorare la gara di casa, il DUATHLON SPRINT - RIMINI PIAZZALE FELLINI, PROPRIO di FRONTE AL MARE.
PERCORSO collaudato: 5km. di corsa, sul lungomare, poi verso il porto, 20km. di bici e i finali 2.5 km. di corsa fino all'arrivo situato vicino alla rotonda GRANDHOTEL.
Vestizione a casa (è buffo uscire col numero attaccato, ma si risparmia tempo...) poi di corsa -in bici- alla zona cambio, vicino alla quale si accalcano duathleti che stanno rimontando le bici dalle auto.
Il duathlon è abbastanza facile da preparare, intendo in zona cambio: casco sulla bici, scarpe da bici inserite sui pedali con gli elastici e basta.
Incontro Onorio poi Andrea, anzi IronAndrea (ha in programma l'ironman in Germania), col quale faccio un pò di riscaldamento.
L'atmosfera è quella delle occasioni importanti, con speaker ufficiale (una volta quasi lo investivo), striscioni, coronato da una fantastica quanto inattesa giornata di sole. C'è un pò di vento da nordovest (direzione Riccione) che disturberà 1 pò il ritorno della sezione in bici.
Partiamo alle ore 10, prima batteria, poi seguiranno le donne e infine gli ELITE.
SPARO SUBITO UN PÒ di velocità, IL GARMIN DICE 3'.40/KM., INCREDIBILE PER ME, INFATTI SONO RIUSCITO A venir fuori dalla ressa ma andavo troppo forte. Mi assesto sui 4'20-4'30/km. forse è meglio, ma qui mi sorpassano quasi tutti....i Dua sprint sono davvero veloci.....
Ritorno in T1 (primo cambio corsa-bici), impeccabile, ma non so se anche veloce, mi imbroglio 1 pò con la calzata delle scarpe sulla bici, così mi tocca fare un primo giro da solo. Ci sono altri 3 giri, incontro altri sul percorso, mi metto in scia (ammessa), terzo giro sempre in gruppo che si fa sempre più numeroso, bene, ho ripreso un bel pò di gente....ma ad una rotonda, sbaglio la cambiata, all'uscita della rotonda il gruppo dà uno strattone ai 50-55 km./h, io sono lì ma devo colmare il 'gap', 40-50 m., sembra facile ma sono da solo e controvento, così tutto il vantaggio accumulato si va a far friggere. Quarto giro da solo ai 36km./h, gli altri vanno 15-20 km. più forte.
Arrivo in T2, mollo la bici, saluto la family che era lì piazzata  ad incitarmi e saltello verso il percorso di corsa finale...passo uno o due corridori, mantengo la posizione, poi davanti un atleta della formazione 'El Tigres', non so se avrà mollato, ma metto le residue energie e lo passo sul traguardo mentre lo speaker (non lo investirò più) dice che il n.170 cioè io, ha bruciato l'altro a velocità doppia. E' la vittoria di Pirro, però il Duathlon non ns'inventa. Tempo tot. 1h 13' 49'' posizione della batteria 91 posizione finale 280 (???). Altra 'beffa' ho migliorato il tempo dell'anno scorso di un secondo...ah.ah.ah!

grazie al blog corroepedalo per l'immagine, domani in arrivo le mie.

3 commenti:

the yogi ha detto...

sempre di miglioramento parliamo... ed è passato un anno! ;)

mercuriodacorsa ha detto...

Vai Ciro!!!!!!!! Bravo.

ciro foster ha detto...

Grazie, in prima battuta mi volevo dare all'ippica!!!!?

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails