mercoledì 24 febbraio 2010

ALLENAMENTO CORSA SUL LUNGOMARE

OGGI allenamento di corsa sul lungomare:dovevo fare una serie di verifiche dopo il nuoto di ieri.
Primo: testare i plantari dopo le modifiche che Alberto della ditta LAPO (si merita la pubblicità) mi ha fatto.
Secondo: testare la distanza di 10 km.
Terzo: provare a correre col buio quasi totale in certi tratti.
Veniamo con ordine :
Inizio a corricchiare come dice Olmo, anzi al passo. Poi 'incremento' l'andatura puntando verso il lungomare di Rimini, alle sei di sera completamente deserto e scarsamente illuminato. 
10' di stretching in P.le Fellini, poi decido di correre nella via interna, quella dei negozi, scarsamente popolati d'inverno.
La strada è bagnata, pioviggina ma niente di che; andatura ancora lenta, sui 5.30/km. Il plantare dx, quello modificato ihn 'spinta' sembra vada bene, però dopo 30' accuso un pò di male al polpaccio...speriamo che passi.
Giungo nella zona del Pub Rose & Crown primo english pub d'Italia, famoso per i tafferugli dell'Italia '90 Mondiali con gli Hooligans inglesi quelli veri.
Buio, tiro fuori una pila anche perchè purtroppo il tratto stradale è un bel pò trafficato, niente respiro a pieni polmoni, ma aria umida di aerosol inquinati.
Comincio un pò di progressivo visto che il dolore al polpaccio è diminuito (è da 1 pò che devo carburare almeno 6 km. poi mi passa?!).
Arrivo a Bellariva, qui la zona dei negozi è tutta aperta probabilmente per le gite degli studenti.
Giro alla fontana-rotatoria ex galoppatoio, ora conosciuta come fontana a forme femminili esplicite (?!), ora vado sul lungomare,è il percorso di ritorno della Strarimini) qui ancora tante auto ma almeno, col vento di mare alle spalle si respira un pò meglio.
Andatura sui 4/50-4/40, mi impongo di andare verso il porto così, voglio riallenarmi anche domani senza dolorini del giorno dopo.
Giungo al porto e mi faccio 1 km. di defaticamento e stretching ancora nel buio.
TOTALE 60' media altissima di 5/45km. ma già lo sapevo, per km. 10.
Di notte è suggestivo ma anche difficile da gestire con tutti questi cambi di traffico e di luci ed ombre.Ci vorrebbe anche una zona riservata ai podisti che così non rischierebbero di venire arrotati.CIAO.

2 commenti:

Giuseppe ha detto...

Dai non farti influenzare dal passo, quel tipo di allenamenti al buio sono fantastici. Se si pensa al cronometro perdiamo tutto il fascino che c'è.
Buone corse

ciro foster ha detto...

Bravo Giuseppe, filosofia 'di corsa' c vuole, GIUSTISSIMO! e GRAZIE DEL PASSAGGIO.ciao

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails