domenica 28 febbraio 2010

ALLA SALITA NON DARE MAI DEL TU!

ALLA SALITA NON DARE MAI DEL TU!
GIROBIKE DI OGGI:
Ieri avevo detto che saremmo andati al passo del grillo, oggi invece alle ore 8.30, Paolo, Nino e io, ci siamo un pò montati la testa (cioè soprattutto io) e abbiamo deciso per un lungo collinare col seguente itinerario:
VIA COVIGNANO-VIA S.CRISTINA-CASETTI-COSTE DI SGRIGNA-VENTOSO-GUALDICCIOLO-MARECCHIESE-PIETRACUTA-PONTE S.M.MADDALENA-SECCHIANO-VIA CANTINA-UFFOGLIANO-PONTE USO-STRADONE-SANTARCANGELO-RIMINI. TOT.90 KM.
Nino aveva buttato giù l'idea, oltretutto ieri avevo letto del sentiero dei castagni che si apre dietro ad UFFOGLIANO, così si va, senza pensarci tanto su.
Nino essendo in pensione è allenato, io e Paolo proveniamo dal girobike di dom. scorsa (vedi post).
Primi km. nell'allegria generale, si parla, andatura già sostenuta -purtroppo-strada pianeggiante. 15km. prime asperità alle famose COSTE DI SGRIGNA, SONO delle esse in salita pendenza media 8 % circa. Ancora andatura sostenuta, io sprinto avanti incurante di ciò che mi attendeva....Arrivati vicino al confine di stato si profila un cartello: VENTOSO (sobborgo della Repubblica di S.Marino), mi vengono alla mente alcuni ricordi di bikers che parlavano di qs. mitica salita....si vedrà.....
Siamo in tre, ovviamente non si vede altra bici, alle prime rampe io scatto in avanti per mettermi in pari col lavoro.....
Primi tornanti, vado su di lena, scalando i rapporti in modo conveniente....Ora arriva il bello, salita 18% con tornante annesso....ci arrivo su di velocità e....mi pianto giusto sulla curva, metto il piede a terra, mentre i saggi e guardinghi inseguitori proseguono lenti ma inesorabili.
GIUSTA LEZIONE....ALLA SALITA NON SI PUÒ MAI DARE DEL TU...PIUTTOSTO DEL LEI, SOPRATTUTTO QUANDO È DEL 18%.
Fa nulla, era la 1 volta che la facevo, servirà di lezione.
Arriviamo allo scollinamento di GUALDICCIOLO, ORA discesa vera con tornanti...poi via Marecchiese.Paolo torna verso casa, saggiamente, io e Nino continuiamo.
Bei panorami, salite ora abbordabili che affronto ora in modo molto guardingo, bosco dei castagni secolari che meriterà un'altra uscita sul percorso MTB.
Comunque 97km. in 3 ore 10'.
Sensazioni non buonissime, ci sarà molto da lavorare per maggio!!!!

sabato 27 febbraio 2010

GIRO BIKE DI DOMANI

Sperando nella clemenza del METEO Propongo per tutti questo facile E TRADIZIONALE  itinerario BIKE.
Partenza ore 8.30 Ponte Tiberio - RIMINI

mercoledì 24 febbraio 2010

ALLENAMENTO CORSA SUL LUNGOMARE

OGGI allenamento di corsa sul lungomare:dovevo fare una serie di verifiche dopo il nuoto di ieri.
Primo: testare i plantari dopo le modifiche che Alberto della ditta LAPO (si merita la pubblicità) mi ha fatto.
Secondo: testare la distanza di 10 km.
Terzo: provare a correre col buio quasi totale in certi tratti.
Veniamo con ordine :
Inizio a corricchiare come dice Olmo, anzi al passo. Poi 'incremento' l'andatura puntando verso il lungomare di Rimini, alle sei di sera completamente deserto e scarsamente illuminato. 
10' di stretching in P.le Fellini, poi decido di correre nella via interna, quella dei negozi, scarsamente popolati d'inverno.
La strada è bagnata, pioviggina ma niente di che; andatura ancora lenta, sui 5.30/km. Il plantare dx, quello modificato ihn 'spinta' sembra vada bene, però dopo 30' accuso un pò di male al polpaccio...speriamo che passi.
Giungo nella zona del Pub Rose & Crown primo english pub d'Italia, famoso per i tafferugli dell'Italia '90 Mondiali con gli Hooligans inglesi quelli veri.
Buio, tiro fuori una pila anche perchè purtroppo il tratto stradale è un bel pò trafficato, niente respiro a pieni polmoni, ma aria umida di aerosol inquinati.
Comincio un pò di progressivo visto che il dolore al polpaccio è diminuito (è da 1 pò che devo carburare almeno 6 km. poi mi passa?!).
Arrivo a Bellariva, qui la zona dei negozi è tutta aperta probabilmente per le gite degli studenti.
Giro alla fontana-rotatoria ex galoppatoio, ora conosciuta come fontana a forme femminili esplicite (?!), ora vado sul lungomare,è il percorso di ritorno della Strarimini) qui ancora tante auto ma almeno, col vento di mare alle spalle si respira un pò meglio.
Andatura sui 4/50-4/40, mi impongo di andare verso il porto così, voglio riallenarmi anche domani senza dolorini del giorno dopo.
Giungo al porto e mi faccio 1 km. di defaticamento e stretching ancora nel buio.
TOTALE 60' media altissima di 5/45km. ma già lo sapevo, per km. 10.
Di notte è suggestivo ma anche difficile da gestire con tutti questi cambi di traffico e di luci ed ombre.Ci vorrebbe anche una zona riservata ai podisti che così non rischierebbero di venire arrotati.CIAO.

martedì 23 febbraio 2010

ALLENAMENTO NUOTO + LEZIONI DI MATEMATICA

OGGII NUOTO NELLA PISCINA DEI RECORD A RICCIONE.
ALLENAMENTO PIRAMIDALE: 50M. S.L. ,100M.,150M.,200 M.,250M., 200M., 150M., 100M., 50M.
SENSAZIONI ABBASTANZA BUONE E MIGLIORIE IN VIRATA. NON MI TORNANO I CONTI DELLA TABELLA -TIMEX- MI CI VOGLIONO LEZIONI DI MATEMATICA...OPPURE HO DIMENTICATO DI SPINGERE QUALCHE TASTINO!

domenica 21 febbraio 2010

MA DOVE HO MESSO I COPRISCARPE

Il titolo del post non rappresenta bene la giornata di oggi, comunque partiamo da stamane ore 7.00. Mi sveglio presto, voglio prepararmi bene per il GIROBIKE  e non dimenticare niente del vestiario. fuori non fa freddo, la pioggia di ieri è cessata e si preannuncia dai primi bagliori una giornata di sole.
Antivento, sotto, 'giubbotto Campagnolo' sopra e si va. In garage cerco i soprascarpe nuovi della Loffler, una gran ditta austriaca di roba da bici.Nel frattempo arriva Paolo, uomo maratona dalle 17 gare, pronto per l'uscita in bici. MA DOVE HO MESSO I COPRISCARPE.....in fondo non è freddo, posso mettere 2 paia di calze e non ci sono problemi, ma è come il rituale che tutti gli sport hanno:
il tennista ha i 'tic' prima della battuta, il calciatore entra in campo staccando 1 filo d'erba, quelli della F1 entrano nelle monoposto sempre dalla stessa parte.
E noi? Abbiamo il rituale della vestizione, neanche dovessimo entrare nell'arena....per cui DOVE HO MESSO LE SOPRASCARPE? 
Si va, ritmo blando fino a Coriano, mi sono dimenticato di avviare il Garmin, poi salita dopo la  'rotonda di Simoncelli pilota motogp che qui è nato, si sprinta leggermente e si incontrano altri ciclisti. PASSANO, paese dell'entroterra romagnolo famoso per olivi e viti, panorama stupendo,SAN SAVINO, altra cantina che superiamo senza fermarci. inizia Via Roma, e anche la salita di 5 km. verso CROCE. Sarà un 12% e si capisce perchè in cima il paese si chiama così.
Discesone per OSTERIA NUOVA (Paolo manda sempre avanti me dicendo che è in rodaggio), a dx per CIPPO CARPEGNA (solo la direione poichè il cippo PANTANI è una faticata e lo vediamo tutto innevato sullo sfondo). Sulla statale incontriamo purtroppo un infortunato...brutta visione, accasciato vicino al fosso senza casco, bicicletta senza sella...speriamo bene.
Curva a dx e salita di 5 km. per Montescudo. Alcuni tornanti facili, poi quelli più impervi. Paolo, che era scattato nelle retrovie ora si fa più reattivo, mettendo fuori l'esperienza da Diesel di maratona. Mi passa, gli ultimi tornanti, strana sensazione, nn ce la faccio più, penso a causa della respirazione, vie nasali intasate.
a montescudo ci fermiamo, e pensare che l'8 dicembre, la strada che abbiamo di fronte a noi 21km per RIMINI l'ho fatta a piedi in salita...però!Sicuramente stavo meglio!!
In discesa situazione ovviamente migliorata, poi pianura dove tirando stacchiamo un 40km./h .
BELLA USCITA con un pensiero a VERONA.....rimane un dubbio...MA DOVE HO MESSO I COPRISCARPE???

sabato 20 febbraio 2010

LAVAREDO ULTRA TRAIL

GUARDATE QUESTO VIDEO DEL PERCORSO DEL LAVAREDO ULTRA TRAIL 2010 VI PIACE? SOPRATTUTTO DOPO IL MINUTO 7.......

venerdì 19 febbraio 2010

NON SO SE SI È CAPITO

Spulciando sul web ecco il palmares di marco OLMO:
1996 Marathon des Sables (Marocco) 3°
1997 Marathon des Sables (Marocco) 3°
1998 Desert Marathon (Libia) 1°
1999 Desert Marathon (Libia)
1999 Marathon des Sables (Marocco) 3°
1999 Verdon trail (Francia) 1°
2000 Desert Marathon (Libia) 1°
2000 Desert Cup (Giordania) 1°
2001 Desert Cup (Giordania) 1°
2001 Gran Raid Du Cro-Magnon (Italia - Francia) 1°
2002 Desert Cup (Giordania) 1°
2002 Gran Raid Du Cro-Magnon (Italia - Francia) 1°
2003 Desert Cup (Giordania) 1°
2003 Gran Raid Du Cro-Magnon (Italia - Francia) 1°
2004 Gran Raid Du Cro-Magnon (Italia - Francia) 1°
2005 Gran Raid Du Cro-Magnon (Italia - Francia) 1°
2005 Ultra Trail Tour du Mont Blanc (Francia) 3°
2006 Ultra Trail Tour du Mont Blanc (Francia) 1°
2007 Gran Trail Valdigne (Italia) 1°
2007 Ultra Trail Tour du Mont Blanc (Francia) 1°
2007 Chaberton Marathon (Francia - Italia) 1°
2007 Winter Eco Trail (Italia) 3°
2008 Le Porte Di Pietra (Italia) 3°
2008 Oman Raid (Oman) 1°
2008 Gran Trail Rensen (Italia) 3°

CHE DIRE, A VOLTE NOI FACCIAMO UN PÒ DI STORIE PER PREPARARE UNA 42K!!!

giovedì 18 febbraio 2010

ALLENAMENTI CORSA E GIRO BIKE

DOPO la ripresa dal raffreddore ( allenamento di ieri 40' e di oggi 1h - corsa lenta, anzi lentissima), vi propongo un tranquillo GIROBIKE PER DOMENICA PROSSIMA, partenza PONTE DI TIBERIO RIMINI, ORA DA CONCORDARE (continuatemi a leggere).

martedì 16 febbraio 2010

ECOMEZZAMARATONA VALGARDENA

Immagine del volantino dell'anno scorso-
DAL SITO DI PROMOZIONE TURISTICA VAL GARDENA:
Il 5 settembre 2010 prenderanno il via, per la undicesima volta, atleti d'elite ed amatori per dar vita al "Val Gardena Extrem – corsa in montagna".
La meraviglia delle Dolomiti autunnali ed in particolar modo la maestà del Sassolungo fanno di questa competizione un avvenimento indimenticabile.
Corsa in montagna con partenza in Piazza Rezia (1.210 m) ad Ortisei e arrivo alla baita Toni Demetz sulla forcella del Sassolungo (2.685 m) con la distanza classica di ca. 20 km e un dislivello di ben 1.475 m. La gara di Nordic Walking, con partenza al Passo Sella (2.176 m) ed arrivo sulla forcella del Sassolungo (2.685 m), offre a principianti la possibilità di misurarsi ed avviarsi con gusto e soddisfazione alle prime esperienze competitive.

MI PARE UN BEL PROGRAMMA: LA MEZZA È NEANCHE 21K MA IL DISLIVELLO POSITIVO È NOTEVOLE!
I POSTI SONO BELLISSIMI,VERAMENTE!

domenica 14 febbraio 2010

PROGETTO BICI

EH, SI, ANCORA PROGETTI PER LA BICI, GUARDATE ED AMMIRATE QUESTO TOUR ESTIVO NON COMPETITIVO DEL GRUPPO SELLA! E' DA FARE!

sabato 13 febbraio 2010

SEMPLICE E AUDACE....MARCO OLMO


per altre foto dell'evento vai in Wiew my gallery picasa

Posto solo a quest'ora, dopo una giornata un pò piena, non vado neanche a vedere gli altri blog perchè  voglio subito parlare di MARCO OLMO,l'ultramaratoneta incontrato ieri sera.
veniamo con ordine, ieri, venerdì avevo un pomeriggio un pò così, non avevo neanche dormito molto la sera prima, fuori quasi nevicava....alle 17 stavo tornando a casa quando mi ha telefonato MITICOJANE per ricordarmi l'appuntamento della serata: ore 21 Senigallia, per conoscere Marco Olmo. Due telefonate e si va....non mi fermo neanche a mangiare.
L'occasione è ghiotta, Olmo, ultramaratoneta vincitore due volte della MONTEBIANCOULTRATRAIL corsa attorno al massiccio alpino di più di 160 km. con un dislivello positivo due volte l'ascesa dell'Everest, sarà a Senigallia; domenica parteciperà alla maratona sulla sabbia, solo, per lui 42 km VEDI QUI.
Con la fantastica organizzazione di MITICO, in auto e con altri fan di Olmo, raggiungiamo in men che non si dica Senigallia. Nella suggestiva mediateca  in legno appena restaurata si svolge l'incontro.
Inizialmente, vengono fatti vedere i 'noti' filmati delle imprese di Olmo, non solo nelle Alpi Occidentali ma anche nella MARATHON DES SABLES una corsa nel deserto marocchino in 4 tappe in media ognuna di 60km.
Un vero film è invece appena uscito per raccontare le sue imprese: IL CORRIDORE.
Successivamente, il dibattito: le domande, alcune le faccio anch'io, sono le solite di queste occasioni, come ti alimenti in corsa, perchè corri ecc, ecc, ma le risposte sono nella lore disarmante semplicità abbastanza sconcertanti.
L'uomo Olmo, a prima vista schivo e riservato, un valligiano Aostano, si rivela incisivo non solo in gara, ma anche in questa riunione dove ognuno può dire la sua.
Esempio: quale saranno i tuoi prossimi impegni? Non lo so, in parte, ormai corro per i fan e anche per impegni di sponsor, anche se non ho mai avuto sponsor nel vero senso della parola (!?).
Prendi mai integratori salini? No, mai presi, sono solo una scusa per le multinazionali a fare affari, solo qualche barretta al supermercato (!?).
Sei arrivato primo superando un atleta di 21 anni di un'ora buona cosa ne dici? Se vinceva lui avrebbero detto che aveva superato 'solo' me, visto che ho vinto io non possono altro che dirmi BRAVO! E via di questo passo disquisendo di alienazione consumistica e di troppo potere delle industrie produttrici dei prodotti.
Giustamente Olmo rimpiange i tempi nei quali l'uomo era più attaccato alla terra senza l'inquinamento causato dai mezzi di trasporto e la vita in fabbrica.
Infine pubblicizza il suo libro:"Correre è un pò come volare" scritto da Franco Faggiani  (altrimenti si può comprare su internet).
Fin qui un atleta fortissimo con un carattere speciale fuori e dentro le gare....cosa ho dimenticato di dirvi, bhe', per i pochi che non lo sapessero le imprese di ultramaratona in montagna e nei deserti Marco le ha compiute a partire dai 58 anni e ora ha superato la sessantina!!!! Grande, unico OLMO!!

giovedì 11 febbraio 2010

NUOVO ALLENAMENTO TRI / NEW TRI WORKOUT

OGGI, per l'nesima volta palestra con esercizi così composti(3x12 tutto):
RISCALDAMENTO
spin bike12'
Saltelli 5'
stretch 10'

GAMBE
affondi frontali
squat con manubri
affondi laterali
calf in piedi

CORE (=tronco)
tavola
tavola laterale
addominali

BRACCIA
manubri classici per bicipiti

STRETCH
ESERCIZI DI DEFATICAMENTO
BRACCIA-COLLO

MASSAGGIO
digitopressione (tipo shiatsu)


Invece di ascoltare la musica in diffusione mi sono portato dietro il mio minuscolo quanto prezioso SANDISK MP3 ed ho pompato il pippero come diceva Elio delle STORIE TESE.
COLONNA SONORA COME DA POST PRECEDENTE.
fINITO L'ALLENAMENTO SONO ANDATO A VISITARE QUESTO SITO dove ho trovato 1 marea di suggermenti.
Poi, come se non bastasse, in maniera quasi telepatica, Mario su BLOGTROTTERS ha postato un pò la stessa cosa!
SEMPRE AVANTI CON LA CORSA E CON LA MUSICA!

domenica 7 febbraio 2010

CI VUOLE 1 POST NUOVO, ANZI 2!


Di Domenica si scrive meglio, peccato però perchè sono ancora quasi fermo causa raffreddore.
Come vedete dal video, sto pensando seriamente ai rulli per la bike!
Il top di gamma TACX costa sulle 750 cucuzze, ed ha supporto pc+internet, cioè puoi simulare in real time un percorso con l'inclinazione che vuoi. Però costa troppo, in fondo tra poche settimane non si userà più. Il più spartano ELITE costa online 140€ più abbordabile, magari ci faccio un pensierino, ha anche la possibilità di simulare diverse resistenze del rotore, quindi anche le salite.
Un'idea sarebbe quella di metterlo davanti alla TV e di mandare in onda qualche tappa del GIROD'ITALIA2009 che avevo rgistrato all'occasione......come sarebbe? Alienante? Per me dovrebbe essere un bell'allenamento, in mancanza di uscite reali.
*******************************
Ieri palestra - circuito ADDOMINALI per la CORE STABILITY (stabilità del tronco - fa bene per ogni sport).
Così composto:
SOLLEVAMENTO LATERALE 3X10 serie
ACCOSCIATA FRONTALE 3X5 serie
ROTAZIONE INCROCIATA 12X3 serie
CALCIATA LATERALE 7X5 serie
ALZATA GAMBE E BUSTO 16x5 serie
QUADRUPEDIA (ALZATA GINOCCHIA) 3X10 serie
FLESSIONI LATERALI 3X5 serie
CONTRAZIONI DELL'ADDOME 10x3 serie
CRUNCH A STELLA 10x3 serie.


giovedì 4 febbraio 2010

ANCORA BIKE!!!!!


La bellezza della meccanica fatta ingranaggi eccola qui!
Il raffreddore e, di conseguenza la testa pesante, non aiutano certo  a coordinare le idee, ma così, ho più tempo per i calcoli e le migliorie della mia macchina volante,alias Hold Fast 3 cioè bici PINARELLO.
Veniamo con ordine:

dovrò agire su due cose:

pacco pignoni
assetto totale.

Per il pacco pignoni, al fine di sopportare 9 salite, passerò dal 12/25 al 11/27, sempre ULTEGRA 6600 10V.
Per l'assetto dovrò valutare piccoli spostamenti del triangolo fondamentale:
sella/manubrio/pedale

L'altezza sella da terra deve essere h.inguine(cavallo)*0.883
Verificare che dalla sella in posizione 'normale' di guida si possa vedere il mozzo della ruota davanti a 2cm. sotto della piega manubrio.
Controllare che la tacchetta della scarpa stia esattamente sull'asse del pedale (cioè che il metatarso dell'alluce sia sulla tacchetta, per migliore trasferimento della forza).
Controllare, vista la mia altezza=1.81, che la sella sia più alta del manubrio di 9cm.

*NB* Mai fare tutto da soli e non affidarsi a praticoni ma solo a meccanici e dico meccanici prof.!
*NNBB*Provare il tutto per vedere se i dolori compaiono o no ( è chiaro che bisognerà fare un'  uscita di almeno 100km.)

martedì 2 febbraio 2010

ASSETTO BIKE


Oggi, causa ghiaccio sulla pista fuori dallo stadio (ma è una scusa visto che c'erano vari podisti) e una fastidiosa laringite (e' una scusa anche questa), sono andato a fare l'assetto bike da Mario, uno dei meccanici professionali di una famosa squadra corse in bicicletta....
Mi ha un pò 'smontato', giudicando la mia PINA (lo ripeto, non è la moglie di Fantozzi ma la mitica bici Pinarello FP5), non adatta alla mia ....altezza.
Precedentemente le bici Hold fast 1 (anno 2007) e Hold Fast 2 (anno 2008), mi sembravano azzeccate come misure anche perchè ero passato da altri 'santoni' ciclistici.
Ricapitoliamo: Altezza del sottoscritto (H)181 cm.
                          cavallo (c)83 cm.

infatti la Pina (Hold fast 3) misura: Alt.piantone=Lunghezza orizz. = 56 cm.

Formula per calcolare alt.piantone:       (c)*0.665=55.2 cm. cioè circa uguale a 56 cm.

Mario dice che non va bene, infatti azzecca la faccenda che dopo 50km. mi fanno male i gomiti e la schiena!
A me è sempre andato bene stare un pò steso sulla bike, però non bisogna allungare troppo le braccia.
Allora sono andato a vedere le foto della gara di settembre CAMP.ITALIANO TRIATHLON LIDO DELLE NAZIONI a squadre e in effetti ho visto che stavo tutto steso.Però i miei compagni di squadra avevano i manubri aerodinamici e la differenza visiva è proprio tanta.
Dovrò tornare da Mario, dopo aver montato nuovi pezzi alla bike. Nel frattempo ripasso le regole dell' ASSETTO BICI DA STRADA forse ci capirò un pò di più.

lunedì 1 febbraio 2010

TRIATHLON INDOOR

Ph:Courtesy Ami Halsall

GUARDATE QUA HO TROVATO UN BLOG DI TRIATHLON FEMMINILE CON UNA 'GARA' TUTTA INDOOR....PERÒ QUESTI/E AMERICANI!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails