giovedì 13 agosto 2009

PESCA...SI PESCA ...E' UNO SPORT

Cari blog-nauti direte, Ciro ma come ti sei ridotto, di questo passo ci farai un post su uno sport d'azione...gli scacchi. No niente di tutto questo, anzi, una delle mie solite avventure.
Oggi 13 agosto ho deciso di andare a pescare. Visto che abito a 600 m. dal fiume Marecchia, ho preso la canoa e, armato di lenze e ami, traino l'imbarcazione con delle ruote di fortuna fino a sopra l'argine del fiume.
Sono le ore 7 e trenta, tempo molto buono, ridiscendo la ripida erta che immette nel fiume vero e proprio, tolgo le ruote alla canoa e faccio una specie di imbarco svizzero tra i canneti. Sono nel fiume, ora pagaio fino a superare i tre ponti sullo stesso. Da qui lo scenario cambia tantissimo: famigliole di germani a spasso e pesci che quasi escono dall'acqua poichè c'è una bassa marea mostruosa. Comunque, sembra di essere in un'altro luogo, niente cemento, vegetazione, unico neo, l'acqua non proprio pulita. Arrivo alla foce, quando mi accorgo di aver dimenticato le esche a casa! Non fa niente: anche se in passato ero un provetto pescatore, ora non mi va molto di impoverire la già povera fauna acquatica. Infatti, appostato 1 miglio fuori della costa, provo a fare delle esche con la pastura...ma lasciamo perdere. La battuta di pesca doveva essere a pesce azzurro, sgomberi e compagnia, che penso ormai estinti da questo lembo dell'Adriatico. Tiro su tutte le lenze e faccio un pò di allenamento aerobico di pagaia, poi ritorno a casa anche perchè verso le 11 si è fatto veramente caldo.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails