giovedì 3 agosto 2017

X-TERRA SCANNO TERZA PARTE

Il lago di Scanno - Licenza Creative Commons - vedi a lato

GIA' ero contento di essere uscito dalla T2, anche se un pò le curvone in discesa sulla pista da sci mi mancavano, ora stavo affrontando a piedi gli 800 metri in salita di S.Biagio. Salita quasi in single-track con scenario mozzafiato al 8/10%. Cammino il primo pezzo corro il secondo, poi scatto nel mio terreno favorito: la dscesa verso Scanno. Mi diverto molto a percorrere di 'corsa' le stradine del paese con fantastiche architetture medievali e con abitanti attenti alla gara (quasi tutti).
Passo tre concorrenti, poi esco dal paese e affronto la 'bestia' un pezzo di trail dove bisogna arrampicarsi con le mani (riguardando i video Live del sito X-Terra Europe ho visto che i primi due concorrenti l'hanno passata correndo come fosse in pianura), poi nel bosco, ancora spingo forte e ho percorso ormai 5 degli 11 km.
Ora arriva la salita....tutto bene per un pò, poi di colpo, mi si spegne la luce e non riesco ad avanzare neanche di un metro!
Fortunatamente vedo il cartello di: ristoro 200 m., mi fiondo sullo stesso tavolo e chiedo frutta e sali, poi senza più problemi riprendo arrivando al traguardo di questo X-TERRA abbastanza soddisfatto.
Ho limato quasi 15' rispetto al crono dell'anno scorso dove gareggiai con 2 costole incrinate, però quest'anno il percorso secco e con pietraie e ghiaioni presentava molte insidie in più, era più wild, come ha detto ALEX, uno dei solerti e onnipresenti organizzatori.
Clima di festa nel postgara, clima molto alla mano negli X-TERRA, poi le premiazioni dei PRO con un sorprendente svizzero Xavier dafflon primo, secondo il neozelandese Sam Osborne e terzo un bravissimo Roger Serrano ad amministrare una situazione di crampi in salita.
Tra le donne - PRO prima la ceca Erbenova seconda Orchard Elizabeth e terza Renata Bucher.
I miei ringraziamenti a tutti gli amici che mi hanno supportato, complimenti agli organizzatori alla loro prima edizione e non ultimo, anzi, grande plauso alla family che ha permesso la riproposizione di questo sogno triatletico.
Alla prossima edizione con più eventi e adrenalina! (3-fine)

mercoledì 2 agosto 2017

X-TERRA SCANNO SCONDA PARTE





PARTO abbastanza guardingo in questa seconda frazione della gara perchè non voglio fare l'errore dell'anno scorso di 'tirare' troppo in MTB e 'cuocermi' subito.
Inoltre, quest'anno, al primo kilometro, c'è la bike-trap, un insidioso passaggio sotto il ponte nel fiume per poi risalire e avvicinarsi alle erte salite del paese di Scanno.
Si passa tutti in fila, si fa, nessun problema, così come per i divertenti gradoni in discesa, poi dopo una breve salita nelle suggestive viuzze con abitanti e turisti urlanti e incitanti, si inizia a fare più sul serio con qualche discesa tecnica e soprattutto con la salita degli impianti di sci. Io gambe bene, testa anche , in questo momento, sto amministrando perchè so cosa mi aspetta...
Le salite, lente ma inesorabili e tutte in sella si prolungano fino alla fine  del primo giro breve (circa km.14 di 32 in totale), poi ancora scalinata e il 'viaggio dentro sè stessi' rappresentato dal lungo percorso in salita della TRANSUMANZA. Si fa anche questo, nessun problema a parte gli insetti dovuti ai tanti allevamenti sul percorso, anche di cavalli.
Giungo alla salitona dei cavalli, appunto, tosta davvero e con tifo da stadio per un certo Lorenzo che mi sopravanza di alcuni metri.
Reintegro con gel e sali poi salita del Passo Godi, abbordabile ma tutta a tornanti e con ghiaia che chiamerò (vero ANDREA?): incoerente; al minimo errore il fondo asciutto fa slittare sulla breccia e devi mettere il piede a terra. Però si fa anche questa, lacrime e sangue ma alleviandoci a vicenda il duro compito con un gruppo di atleti del TRIATHLON FIRENZE.
Ora inizia per me la parte più difficile, la discesa tecnica nel bosco, che faccio tutta ma praticamente nel primo pezzo con i freni in mano per paura di volare a terra e/o derapare troppo.
Gli scenari sono mutati: prima lo sguardo spaziava su tutta la vallata ora nell'ombra del folto bosco sei solo coi tuoi pensieri, anzi vietato pensare e obbligatorio scegliere una buona linea per la discesa!
ci ho messo molto tempo è vero, però le sensazioni sono buone, niente voli a terra (X-TERRA) quindi si va verso la T2 (2-continua)

martedì 1 agosto 2017

X-TERRA ITALY SCANNO


 DOMENICA, 30 LUGLIO, SCANNO -AQ
Parto dal CAMPING I LUPI alle 8:30 dopo abbondante colazione nell'accoglentissimo bar ristorante, arrivo in zona cambio poco prima che si formi una fastidiosissima fila di ingresso.
Faccio con calma tutte le operazioni di rito e incontro DANILO e MATTEO. Intanto intorno si stanno preparando circa 500 atleti provenienti , davvero, da tutte le parti del Mondo, addirittura due concorrenti da Tahiti, Polinesia francese.



Preparo la bike con i prodotti +Watt per l'integrazione, messi anche nel camelback, quest'anno non voglio rischiare la disidratazione. Il meteo  è fantastico e qui a 1200 metri sembra di non sentire neanche la radiazione solare ma poi vi diro...
Ancora operazioni e foto di rito, incontrando ANDREA e Riccardo e scambiando col mio amico francese OLIVIER le maglie dei nostri rispettivi club di triathlon (Grande Olivier e compagna!).
Poi allo stand Jacked, vestizione della muta aiutato dal responsabile dello stand, MARCO e mi preparo sulla start line, anche abbastanza avanti.
Dario 'Daddo' Nardone, lo speaker fantasmagorico del big-evento parla descrivendo il palmares dei 20 top atleti al via, intanto in sequenza sentiamo le musiche motivazionali da workout e infine nientemeno i Carmina Burana di Karl Orff e tutti quanti noi Age-group ci carichiamo per benino; io mi diverto in partenza, tanto so già che la gara sarà lunga, non sono emozionato.
Start dall'acqua, scatto come non mai e sono a centro gruppo, via veloce sotto un fascio di braccia e gambe, in prima boa addirittura passo sopra ad un altro nuotatore, poi prendo anche delle piedate sugli occhialini ma ci sta, questo e il triathlon!
Il percorso swim va via facile con un mucchio di scia e con il passaggio scenografico all'australiana sul ponticello del fiume con tuffo in acqua...incredibile per me, divoro i 1500 metri in 25:39, mai successo!
Siamo con tutti i miei compari di fatica lì vicino e tutto si giocherà nella seconda bella e impossibile frazione bike (1-continua)

sabato 29 luglio 2017

X-TERRA ITALY PREGARA


+WATT a X-TERRA ITALY 
È iniziata ieri la tre giorni alla gara internazionale di triathlon off road  a Scanno valevole come tappa italiana del campionato mondiale.
Ciro c'e con la ASD Genius Rimini e con partners nutrizionistici come +Watt. Stay Tuned!

lunedì 10 luglio 2017

MANUTENZIONE FORCELLA LEFTY

CHI COME ME possiede una MTB CANNONDALE avrà prima o poi bisogno di fare la manutenzione alla fantasmagorica e performante forcella anteriore LEFTY.
QUI alcune dritte al fine di evitare di perdersi nelle tempistiche e nelle operazioni di revisione che sono poi meno gravose di quello che si possa pensare.
VENGONO SPIEGATE LE OPERAZIONI DA FARE:
AD OGNI USCITA=controllo visivo
OGNI4/5USCITE=verificacoppie di serraggio
OGNI 50 ORE=reset manuale del telescopico
OGNI 1OO ORE= lubrificazione del telescopico
Tutte operazioni che, avendo l'attrezzo shimano movimento centrale TL FC 32, anche l'utente medio puo' fare da solo.
OGNI 100 ORE=revisione sezione aria
OGNI 200 ORE=revisione sezione idraulica e telescopico
ANNUALMENTE=SERVICE COMPLETO
OPERAZIONI da svolgersi presso un centro autorizzato.
Per quanto riguarda il 'reset' forcella si veda, anche se in danese, il tutorial per effettuare autonomamente l'operazione di ri-allineamento dei cuscinetti ad aghi della forcella.

ORA LA fantasmagorica LEFTY, farà un pò meno soggezione E riportata a nuovo donerà ancora ore e ore di discese memorabili, anche se per i più timidi consiglio di rivolgersi sempre ad un meccanico autorizzato :) 

mercoledì 7 giugno 2017

GARE DI TRIATHLON E ALTRE STORIE

Come succede ormai da anni causa strapotere social non aggiorno il blog con regolarità ma solo agli eventi clou della stagione.
Ora però va fatto un recap:
Dopo aver passato un anno sportivo a coltivare la nuova creatura alias POLISPORTIVA A.S.D.Genius Rimini, e dopo varie vicissitudini, ho pensato di tornare al triathlon attivo nazionale.
Dopo la podistica Uisp STRARIMINI 21KM semi-pianeggianti corsi in 1h 34, mi sono iscritto ad una gara di Triathlon FITRI, il triathlon sprint di S.Giovanni in Persiceto. La distanza non la praticavo più da tanto tempo, ma volendo mettere in pratica l'allena in pista ho provato a cimentarmici.
Volevamo essere in parecchi amici ad andare su, invece ci siamo trovati io e Federico, il quale, molto performante ha sfiorato il podio di cat ed è arrivato di due posti dietro a primi tre :)).
Per quel che mi riguarda sono andato pianissimo nel nuoto e ho 'spinto' nei 20 km pianeggianti in bici, bici desertica essendo partito senza rank in 7 batteria :(((. La corsa l'ho fatta in progressione, ma correndo su sterrato ai 4.30 di media.
Tornare alla triplice  mi è piaciuto, però bisogna decidere il da farsi: una bella squadra sezione TRIATHLON, FITRI,  o mica FITRI, CON TANTI ATLETI neofiti ed esperti e soprattutto per divertirsi con la testa (Asd Genius lo Sport con la testa)....:)
proponendo allena dedicati E seguiti come già stiamo facendo per il podismo e per il ciclismo e per il nuoto...chi ci sta?
N.B. guarda su Fb la pagina POLISPORTIVA GENIUS RIMINI

martedì 14 marzo 2017

VIII PROVA MINICALENDARIO - CELLE RIMINI

Foto di repertorio:Powerduathlon Oggiono
UN pò attardato in questa non competitiva ma felice di aver preso parte ad un bellissimo evento running. La podistica non competitiva di 9 km organizzata dalla ASD Celle Pecore Nere presso il quartiere Celle-Rimini domenica scorsa.
Il percorso, vista la chiusura al traffico ciclistico e pedonale del non tanto in salute  Ponte dello scout, era nuovo di zecca. Partenza con strada chiusa al traffico (!) verso la zona di Viserba, salita a Viserba Monte e ritorno alla base non senza aver fatto un suggestivo tratto sterrato su via Labriola e l'argine del Fiume Marecchia, contento anche perchè la mia società, la GENIUS RIMINI ha vinto il premio per società e anche perchè numerosi suoi atleti sono arrivati nelle prime posizioni. Grazie per la fantasmagorica giornata a FEDE (in gran forma), MASSI (new entry) FABRI e IGOR (Rocce) e le....camminatrici....:)
Sempre avanti con lo sport e alla prossima!

lunedì 6 marzo 2017

POWERDUATHLON DI OGGIONO (LC)

POWERDUATHLON DI OGGIONO (LC) 5 MARZO 2017

IL POWERDUATHLON è per certi versi una gara atipica, ma qui a OGGIONO, come tre anni fa nella vicina SIRONE, mi sono divertito moltissimo.
Divertirsi nel percorrere in sequenza 10 km RUN (D+100m.) 42 km BICI (D+900m) 5 KM run /D+50m) sembrerebbe un pò da masochisti, specialmente se, grazie a un errore, mi sono anche concesso il lusso di 7 km. di bici in piu'. INVECE, eccomi qui secondo di categoria, anche se già finire la gara in 3:29 mi sembrava un'impresona.

CIRO sul podio.


Grazie a tutti, organizzatori compresi, tra cui il padrone di casa per l'ospitalità, il GRANDE MARIO,
MARIO uno dei patron dell'organizzazione
Per la cronaca ha vinto la gara assoluti FEDERICO INCARDONA in 2 ore e 15'.
C'era anche la distanza HALF di 88 km complessivi con 10kmrun/60 bici/10 run vinta da Giovanni Nucera nel fantasmagorico tempo di 3 ore e 15'.
QUESTA la fantastica location ad OGGIONO, ma fantastici gli scenari sul LAGO DI ANNONE e  sulle alpi svizzere.
ZONA CAMBIO
Bene quindi per i risultati della nostra  nuova ASD GENIUS RIMINI nel campo del DUATHLON,peccato per l'assenza degli altri atleti che essendo veri atleti e più forti di me avrebbero potuto segnare altri punti a nostro favore.
FEDE, MASSI,FILO,PAOLO, IVAN se mi sentite la prossima è la vostra!
GRAZIE anche al fantasmagorico tifo dei ragazzi da... casa...:mi raccomando seguite il blog e votate!


domenica 12 febbraio 2017

MARATONINA DI FUSIGNANO - FUSOLOPPET

BUON TEMPO OGGI alla maratonina di Fusignano, 21 km in 1:33:00, per essere la prima mezza dell'anno, e la prima gara dell'anno, non c'è male, anche se ancora non governo la distanza.
Gli altri sono andati tutti più forte, incluso  Giorgio Calcaterra arrivato secondo in 1:15 sotto gli occhi di  Mister Arrigo Sacchi a fare gli onori di casa!
tanti partecipanti, tanti amici incontrati: Paolo, Emiliano, Marco, il Mengo, Mirko, Onorio, Giorgio...
QUI i video della partenza.

domenica 15 gennaio 2017

iii PROVA MINICALENDARIO MEMORIAL GIANNONI CORIANO DI ROMAGNA

CORIANO - MINICALENDARIO foto di repertorio 2012 ©
SVEGLIARSI alle 6 e 40, uscire con -4 gradi, andare a CORIANO paese del SIC (Marco Simoncelli) per  riscaldarsi e per  poi correre la III prova del MINICALENDARIO PODISTICO memorial GIANNONI BRUNO, direi che è il modo migliore per iniziare questa domenica 15 gennaio.
Correre a qualunque velocità e incontrare tutti gli amici prima, durante e dopo la corsa.
Come dicevo, c'erano tutti:  CHEF, ANDREAM, STE, RODOLFO, ANDRè, SIMO BIP BIP, il defilato RIC e il trafelato GIAMPIERO. Si, FEDE e FILO non c'erano, sarà per la prossima volta.
La GARA è breve ma con una salita finale molto tosta, che fa selezione. io avevo fatto segnare una media di 4'/km ma con questa salita arrivo al traguardo perdendo posizioni con 6,8 km fatti in 32:29'' alla media di 4/43 ' al km. QUI la registrazione su STRAVA.
COSA vuoi di più dalla vita, una semplice ma efficace garetta per iniziare al meglio la giornata, grazie a tutti gli amici e alla prossima gara, IV prova Minicalendario, domenica 22 Repubblica di San Marino Concessionaria Reggini!

domenica 8 gennaio 2017

INTERESSANTISSIMO VIDEO TECNICO: THE DARK SIDE OF THE BIKE


VOLETE SINCERARVI DI COME AVETE SPESO I SOLDI PER UNA BICI DI ALTA GAMMA/TELAIO IN CARBONIO?
AVETE LA CURIOSITà DI VEDERE COM'è FATTA L'ALTRA PARTE DELLA LUNA, pardon TELAIO IN CARBONIO?
VOLETE COMPETERE COI VOSTRI COMPAGNI DI USCITE SU CHI HA LA BICI PIù BELLA ANCHE DENTRO?

ANDATE QUI E LO SAPRETE!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails